Erdogan vuole mediare nel conflitto di Kerch

L'incidente di Kerch preoccupava il vicino più prossimo di Russia e Ucraina nella regione del Mar Nero, la Turchia. Il presidente turco Recep Erdogan ha offerto i servizi di mediazione del suo paese per risolvere i conflitti tra i due vicini.




Sembra che queste non siano solo parole. Mercoledì 28 novembre, Erdogan ha tenuto colloqui su questo tema con i presidenti di Russia e Ucraina, Vladimir Putin e Petro Poroshenko, nonché con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Cioè, il leader turco ha affrontato a fondo la questione.

Recep Erdogan, volando in Argentina per il vertice del GXNUMX, ha detto che continuerà a comunicare con i presidenti russo e americano su questo tema.

Ricordiamo che non appena le navi russe hanno arrestato le barche ucraine nello stretto di Kerch, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha affermato che il suo paese ha buoni rapporti sia con la Russia che con l'Ucraina, quindi Ankara intende mantenere i contatti con Mosca e Kiev per ridurre la tensione che è sorta.

Non è ancora noto se Russia e Ucraina accetteranno la mediazione di Erdogan. Ma il fatto che il presidente turco stia mostrando una così grande attenzione agli eventi nello stretto di Kerch è comprensibile - anche ora la Turchia continua a considerare la Crimea e la regione del Mar Nero come la sua sfera storica di interessi.
  • Foto utilizzate: https://24.hu
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.