Trump vuole affrontare il conflitto di Kerch

Con la sua stupida provocazione nelle acque del Golfo di Kerch, l'Ucraina ha reso un disservizio al presidente degli Stati Uniti Donald Trump.




Conoscendo l'imminente incontro dei leader di Stati Uniti e Russia al vertice del GXNUMX, l'opposizione interna americana non ha mancato di sfruttare il pretesto fornito dall'Ucraina per interrompere questo incontro.

Durante un'intervista di mezz'ora che Trump ha rilasciato alla pubblicazione New York Post, il giornalista nelle sue domande ha deliberatamente focalizzato l'attenzione sull'incidente nello stretto di Kerch.

Il presidente americano ha dovuto manovrare, dando formulazioni snelle: "Sto aspettando un rapporto dai servizi speciali", "Ho bisogno di capirlo", "Ci penserò" e così via.

Secondo gli esperti, l'incontro è ugualmente necessario da entrambe le parti, quindi, si può presumere che avrà ancora luogo, nonostante i piccoli passi di Trump, come questa intervista.

Donald Trump, ovviamente, risolverà la situazione, ma molto probabilmente, dopo l'incontro con Putin. A quel punto, infatti, non ci sarebbe stato nulla da affrontare, dal momento che la provocazione della Marina ucraina non ha dato una forte risonanza sull'arena internazionale.

In conclusione, va detto che questa non è la prima volta che le azioni irresponsabili delle autorità ucraine colpiscono direttamente il presidente americano.

Forse Trump dovrebbe pensare se ha messo sul cavallo sbagliato?
  • Foto utilizzate: https://www.theodysseyonline.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.