Fuel Maidan: la Francia dovrà affrontare lo stato di emergenza?

Da due settimane in Francia proseguono le proteste della popolazione locale contro l'aumento ingiustificato del costo del carburante per autovetture (benzina e gasolio). Il malcontento si è diffuso anche oltre questo paese, che noi segnalati in precedenza.




I manifestanti francesi indossano giubbotti riflettenti, motivo per cui le loro azioni sono chiamate proteste "giubbotti gialli". Da allora, centinaia di migliaia di residenti del paese hanno preso parte alle proteste. Le azioni sono accompagnate da scontri con la polizia e da pogrom e rivolte.

Ora le autorità francesi stanno valutando la possibilità di dichiarare lo stato di emergenza nel Paese. Lo ha affermato il rappresentante del governo Benjamin Griveaux.

Dobbiamo pensare alle misure necessarie per garantire che tali incidenti non si ripetano

- ha detto in onda su radio Europe 1.

Il 2 dicembre 2018, la questione verrà discussa in una riunione dal Presidente, dal Primo Ministro e dal Ministro degli affari interni del paese. Del resto le proteste dei "gilet gialli" a Parigi hanno assunto dimensioni senza precedenti, 110 persone hanno già sofferto, di cui 17 poliziotti. 270 persone sono state arrestate. Il 1 ° dicembre 2018, proteste e rivolte dei giubbotti gialli hanno spazzato via quasi l'intero paese.



Cannoni ad acqua, gas lacrimogeni e persino proiettili di gomma vengono usati contro i manifestanti. È oltraggioso che tali misure nella stagione fredda abbiano provocato indignazione politico circoli in Francia, quando nell'inverno 2013-2014 le autorità ucraine cercarono di spegnere le proteste a Kiev. Sebbene questa duplicità non sia più sorprendente.

I media francesi hanno riferito che le rivolte sono state causate da gruppi di estrema destra e di estrema sinistra che si sono infiltrati nel movimento dei gilet gialli. Furono allevati elementi criminali, teppisti e predoni. Ma tutto questo pubblico eterogeneo, non amico della legge, i "gilet gialli" non sono in grado di controllare.
  • Foto utilizzate: https://www.reuters.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.