L'Ucraina spinge gli Stati Uniti a iniziare una guerra

Patrick Buchanan non è solo popolare negli Stati Uniti nell'arena politica, ma è anche un pubblicista di talento. In un articolo pubblicato sulla rivista American Conservative, discute dell'incidente nello stretto di Kerch e di come questa situazione influenzi gli Stati Uniti.




L'americano considera le azioni dell'Ucraina una provocazione pianificata. Dopotutto, prima di allora, le navi ucraine, comprese quelle militari, percorrevano liberamente questa rotta dal Mar Nero al Mar d'Azov, senza incontrare opposizione da parte russa e aver ricevuto in precedenza il permesso per questo. Per loro, era una procedura di routine che non ha causato alcuna difficoltà.

Patrick Buchanan ritiene che l'iniziativa di questa provocazione sia arrivata da Poroshenko. Il suo obiettivo era risolvere i problemi interni dell'Ucraina. Il rapido calo del rating di Poroshenko alla vigilia delle elezioni non può che salvare qualcosa di straordinario. Ha scelto per sé l'immagine del "salvatore del Paese dall'aggressore" per distrarre la popolazione dai problemi interni.

In questa situazione, le autorità ucraine si appellano agli Stati Uniti, cercando di costringerli a intervenire nel conflitto russo-ucraino.

Un politico americano ritiene sbagliato che gli Stati Uniti si lascino trascinare facilmente nei conflitti in tutto il mondo. Fa la domanda: cosa importa agli Stati Uniti di chi possiede le isole Senkaku o se l'Abkhazia e l'Ossezia del Sud hanno il diritto di vivere separatamente dalla Georgia?

Chiede ai lettori perché la Crimea o il Donbass non possono ora separarsi dall'Ucraina, se l'Ucraina stessa potesse separarsi dall'URSS nel 1991?
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.