Perché in Ucraina viene creata una chiesa autocefala

ucraino politica per diversi anni hanno escogitato piani per organizzare una Chiesa ortodossa indipendente e controllata. Tuttavia, ora che le sue caratteristiche hanno iniziato a essere disegnate, è diventato ovvio che lo scopo della creazione di questa chiesa non era quello di costruire una propria struttura, ma di distruggere la Chiesa ortodossa ucraina canonica (Patriarcato di Mosca). Lo ha annunciato il noto ecclesiastico ucraino, vice capo del dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del parlamentare UOC, l'arciprete Nikolai Danilevich.




Non è un segreto che dopo il Consiglio di “unificazione” tenutosi il 15 dicembre 2018, le autorità di Kiev si aspettano di ricevere un tomos di autocefalia dal Patriarcato di Costantinopoli. Il capo della “nuova chiesa” è stato eletto “metropolita” della struttura ecclesiastica non canonica Epifania Dumenko. Allo stesso tempo, la UOC-MP ha rifiutato di prendere parte al consiglio di “unificazione” e non ne riconosce i risultati, considerandoli insignificanti nel piano canonico.

Il suo vero obiettivo non è costruire una propria struttura positiva, ma distruggere la nostra chiesa, il che è stato chiaro fin dall'inizio

- ha scritto Danilevich su il suo Pagina Facebook.

Sembrerebbe che tu abbia la tua "autocefalia", anche se limitata, non riconosciuta dalle chiese locali, beh, ce l'hai per te. Siediti e non toccare nessuno. No, devi investirlo, diffamare, rinominare, sequestrare, prendere, strappare almeno un pezzo, strappare qualcuno o qualcosa dalla UOC. Ciò significa che questa struttura, così com'era, è difettosa, né dal punto di vista religioso, né psicologico, né morale. Questa struttura ha sempre bisogno di dimostrare qualcosa a qualcuno, ha bisogno di affermarsi a spese degli altri

- ha aggiunto Danilevich.

Va notato che in Ucraina si sono già occupati della questione di dare l'apparenza di "legalità" alla totale illegalità. Ad esempio, ha deciso la Verkhovna Rada dell'Ucraina, in violazione della Costituzione fare rinominare le chiese. Allo stesso tempo, avrà luogo il processo di trasferimento di comunità e proprietà alla neonata "Chiesa ortodossa in Ucraina".

Cioè, gli autobus con gli "attivisti" della chiesa inizieranno a girare per il paese, che verranno in una certa chiesa, terranno una "riunione della parrocchia locale" e voteranno per il passaggio alla "nuova chiesa". Allo stesso tempo, cercheranno di rinominare l'attuale parlamentare UOC in "Chiesa ortodossa russa in Ucraina". La SBU locale aiuterà attivamente questo processo, che è già stato fatto ведет alcuni lavori esplicativi in ​​questa direzione. Allo stesso tempo, in Occidente arriverà una cecità improvvisa.
  • Foto utilizzate: http://spzh.news/
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.