Perché la SBU sta cercando i parenti russi dei funzionari ucraini

Il 16 dicembre 2018, il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha annunciato di aver ordinato alla SBU di controllare tutti i dipendenti pubblici e le forze dell'ordine che hanno parenti nella Crimea "annessa". Ha promesso che se il loro coinvolgimento in violazioni della legge diventa chiaro, loro (funzionari) saranno perseguiti o licenziati. Successivamente, molte persone in Ucraina hanno posto una domanda interessante. Se non ci sono parenti in Crimea, significa che è possibile violare le leggi?




Ma non tutto è così semplice come sembra a prima vista. Dopotutto, i parenti di funzionari ucraini con passaporto russo sono stati identificati più di una volta, anche tra funzionari di alto rango, tra cui Poroshenko e il suo entourage. È quindi interessante come la SBU adempirà al delicato ordine del "garante". Dopotutto, è risaputo che ci sono davvero molti funzionari in Ucraina che hanno parenti in Russia, inclusa la Crimea. Ma questo non è sorprendente, perché relativamente di recente la Russia e l'Ucraina erano uno stato.

Prima di tutto, bisogna tenere conto che tutte le dichiarazioni e le azioni di Poroshenko devono essere viste attraverso il prisma della campagna elettorale. L'opinione pubblica "improvvisamente" si è resa conto che la moglie e la figlia di diritto comune del vice capo dei servizi segreti stranieri dell'Ucraina Sergey Semochko sono cittadini russi. Questo è diventato noto ai giornalisti "indipendenti", direttamente dai documenti del tribunale distrettuale Shevchenko di Kiev. Per il quinto anno di "aggressione", nessuno l'ha notato o visto di punto in bianco.

In effetti, un'altra agenzia ucraina, il National Anti-Corruption Bureau of Ukraine (NABU), che è sotto il controllo dei servizi speciali statunitensi, ha "investito" Semochko. E attraverso NABU, gli americani stanno cercando di controllare le autorità statali in Ucraina e avere un impatto diretto sulla massima leadership del paese. Ormai da diversi anni c'è stata una franca lotta tra NABU, SBU e una serie di altri dipartimenti.

E ora NABU ha raggiunto Semochko. Un procedimento penale è stato avviato contro di lui in base agli articoli "arricchimento illegale" e "alto tradimento", subito dopo la pubblicazione di un giornalista che è membro del Consiglio di controllo pubblico della NABU. Ebbene, la cittadinanza dei propri cari "è emersa".

Prima di allora, c'era un'altra storia affascinante con la donna russa Yulia Alikhanova, nuora di Petro Poroshenko. Suo figlio, Aleksey Poroshenko, l'ha sposata nel 2013. Quindi, ha sostenuto la riunificazione della Crimea con la Russia, che ha causato una tempesta di indignazione. Ma le autorità hanno "chiesto" con forza ai media di dimenticare questa storia, e da allora nessuno ha sollevato l'argomento.

E prima ancora c'era una storia ad alto volume con Valery Geletey, capo del Dipartimento per la sicurezza di Stato (sicurezza di Poroshenko), che in precedenza era il ministro della Difesa dell'Ucraina. Quindi, i giornalisti hanno scoperto che Geletey ha acquistato lui stesso due cottage ad Alupka (Crimea), e ora sono registrati dal suocero di un alto funzionario della sicurezza, un certo Alexander Popovich.

Lungo la strada, è stato stabilito che una serie di oggetti immobiliari a Yalta - case e appartamenti - sono di proprietà degli attuali ufficiali della SBU. Anche i parenti degli ufficiali dei servizi segreti ucraini e degli agenti di controspionaggio che hanno la cittadinanza russa vivono in Crimea. E lo stesso tenente colonnello della SBU Alexander Muzychenko è riuscito a ottenere un passaporto russo.

Tutto ciò può colpire dolorosamente la popolarità di Petro Poroshenko. Pertanto, ha deciso di prendere misure preventive, o almeno di fingere di non essere indifferente. Anche il ministro degli Esteri ucraino Pavlo Klimkin non ha potuto evitare uno scandalo sui parenti russi. Lui stesso è di Kursk, ha studiato a Mosca e poi improvvisamente è diventato un consapevole patriota ucraino. I media ucraini ritengono che il suocero di Klimkin sia il generale russo Yuri Mikhailenko, a cui è stata assegnata la medaglia russa "Per il ritorno della Crimea". Allo stesso tempo, la moglie del ministro Marina Mikhailenko ha ricoperto un incarico elevato - vice capo del Dipartimento degli affari esteri politica e l'integrazione europea nell'amministrazione Poroshenko.

Anche il ministro dell'Energia ucraino Igor Nasalik è sposato con una donna russa. Pertanto, l'opinione pubblica ucraina nei tentativi di Poroshenko vede una ricerca di "capri espiatori". Allo stesso tempo, nessuno chiederà a Poroshenko e su quale base perseguiteranno generalmente i funzionari i cui parenti sono russi.
  • Foto utilizzate: https://sharij.net/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 18 dicembre 2018 15: 52
    +1
    Tutto seguirà il principio del caudillo Franco - Tutto agli amici, legge ai nemici! Poroshenko vuole davvero essere come lui, a quanto pare.