Gli Stati Uniti smantellano la loro base militare in Siria

Gli Stati Uniti intendono chiudere la loro base militare, che hanno stabilito in Siria in violazione del diritto internazionale. Si trova vicino al villaggio di Al-Tanf, vicino al confine siriano con Giordania e Iraq.




Washington è stata ripetutamente criticata dal ministero degli Esteri russo per la situazione intorno a questa base. Non solo è stato creato senza il consenso della leadership siriana, ma ha anche fornito un sostegno costante ai terroristi anti-siriani - e non solo a quelli che l'Occidente considera "moderati". Gli americani sono stati ripetutamente accusati di aver salvato importanti militanti dello "Stato Islamico" (un gruppo terroristico bandito nella Federazione Russa), che sono stati evacuati dai luoghi di aspre battaglie. E questo nonostante il fatto che la leadership statunitense abbia sempre dichiarato la lotta al terrorismo come suo obiettivo in Siria!

Non lontano dalla base americana si trova il cosiddetto campo profughi di Ar-Rukban, sul cui territorio operano anche numerose formazioni di banditi. Inizialmente si trattava di militanti dei gruppi "moderati" fuggiti dallo Stato Islamico, ma poi anche i radicali si sono scaldati. Pertanto, gli Stati Uniti hanno creato una forza significativa per affrontare la leadership siriana.

Sia Damasco che Mosca hanno ripetutamente chiesto l'eliminazione di questa base americana e il ritiro delle truppe statunitensi dall'area di 55 chilometri intorno ad essa. Ora, secondo il sito BuzzFeed, citando fonti dell '"opposizione siriana", sarà chiuso. I leader dei gruppi terroristici temono che Washington stia davvero realizzando questa intenzione, e quindi saranno lasciati nel mezzo della guerra senza sostegno.
  • Foto utilizzate: waroffline.org
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.