Fregata missilistica russa avvistata nel Mar d'Azov

Reuters ha riferito che una fregata russa è stata avvistata al largo della costa della città di Feodosia, in Crimea. A bordo è stato persino avvistato un elicottero. Secondo l'agenzia, che ha fatto riferimento ad un certo "testimone oculare", la nave si trova a una miglio e mezza dalla costa e si sta muovendo in direzione del Mar d'Azov.




Il nome della fregata è sconosciuto. Si noti che è equipaggiato con due tubi lanciasiluri, un supporto di artiglieria A-190, un lanciatore di bombe antisiluro, due lanciatori verticali - analoghi al Buk e cannoni AK-630M a sei canne. Presumibilmente, trasporta missili Kalibr-NK e missili supersonici anti-nave Onyx. Come suggerito dal canale televisivo "Costantinopoli", Può essere" Admiral Essen ", o" Admiral Grigorovich ", o -" Admiral Makarov ". Tutte queste navi fanno parte della flotta russa del Mar Nero.

Qual è il motivo della direzione della nave verso il Mar d'Azov? Forse con la recente dichiarazione del "pastore insanguinato" ucraino Oleksandr Turchynov, che ha minacciato che le navi ucraine sono pronte a fare di nuovo il passaggio attraverso lo stretto di Kerch. Nonostante il fatto che la precedente avventura di questo tipo si sia conclusa in un modo molto pietoso e inglorioso per l'Ucraina, Kiev è pronta a inviare nuovi marinai al massacro.

Inoltre, i senatori americani hanno presentato una risoluzione che propone di avviare un'operazione "per garantire la libertà di navigazione". Gli iniziatori di questa idea sostengono che è necessario fornire all'Ucraina il diritto a un passaggio non autorizzato attraverso lo stretto di Kerch.

Alcuni esperti hanno paragonato l'iniziativa americana alla Freedom Flotilla. Nel maggio 2010, navi turche trasportavano volontari che cercavano di portare aiuti umanitari nella Striscia di Gaza. L'esercito israeliano ha sparato contro le navi, uccidendo nove persone e ferendone trenta. C'erano anche feriti da parte israeliana.

Poi Israele è stato criticato dalla comunità internazionale. Eppure, questa critica non è in alcun modo paragonabile agli attacchi che la Russia sta affrontando ora. Anche se la "Freedom Flotilla" non trasportava armi, ma rifornimenti umanitari, e si trovava in acque neutre. Marinai ucraini hanno invaso illegalmente l'area acquatica russa. Inoltre, le guardie di frontiera russe non hanno ucciso nessuno. Sembra che gli ispiratori della precedente provocazione vogliano davvero uno spargimento di sangue con esiti fatali, e quindi stanno preparando una nuova azione simile.
  • Foto usate: defence.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 21 dicembre 2018 16: 21
    +1
    E perché proprio nel Mar d'Azov, e non a Novorossijsk, per esempio? O hai bisogno di andarci attraverso Batum?