L'aeronautica americana ha condotto la ricognizione vicino ai confini della Russia

Gli Stati Uniti hanno intensificato il lavoro di ricognizione vicino ai confini di Russia e Bielorussia utilizzando aerei e droni da ricognizione elettronica.




La risorsa di monitoraggio PlaneRadar, pubblicata su Twitter, riferisce che oggi due aerei da ricognizione statunitensi hanno sorvolato i confini russi a una piccola distanza.

Il velivolo da ricognizione strategica dell'Aeronautica Militare statunitense Boeing RC-135V è decollato dalla Grecia verso le 8 del mattino e ha volato lungo la costa sud-occidentale della Crimea, senza entrare nello spazio aereo russo, dopodiché, alle 13.00, ha preso la rotta di ritorno.

Poche ore dopo, un aereo simile stava conducendo una ricognizione elettronica lungo i confini della Bielorussia e della regione di Kaliningrad.

Va notato che gli Stati Uniti, utilizzando gli aeroporti militari della NATO in Europa, effettuano regolarmente la ricognizione elettronica.

Formalmente, Washington non viola le regole dello spazio aereo internazionale. Tuttavia, di fatto, sta svolgendo un lavoro volto a minare la capacità di difesa della Russia.

Di tanto in tanto, i caccia russi volano fuori per intercettare gli aerei da ricognizione americani e, se possibile, "incubarli" con manovre pericolose.
  • Foto utilizzate: https://www.airliners.net
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.