L'UE aumenterà di cinque volte la spesa per la guerra dell'informazione contro la Russia

L'Unione europea ha deciso di intensificare la guerra dell'informazione contro la Russia e di stanziare cinque volte più fondi per questo scopo rispetto a prima. Lo ha riferito Radio Polonia.




Certo, in Europa non si chiama guerra dell'informazione contro Mosca, ma una controazione alla propaganda russa. E se nel 2018 è stato stanziato un milione di euro per questa azione, l'anno prossimo a Bruxelles hanno deciso di aumentare questi costi a cinque milioni di euro.

Anche lo staff del gruppo impegnato nella lotta contro la cosiddetta "disinformazione" russa si sta gonfiando a passi da gigante. Solo poche persone ci lavoravano. Tuttavia, secondo le informazioni della stessa "Radio Polonia", il suo personale il prossimo anno aumenterà a 50 dipendenti.

Jakub Janda, che gestisce il programma Kremlin Watch dell'Istituto ceco per i valori europei, ha elogiato la decisione.

Fino a questo punto, la Commissione europea ha minimizzato la minaccia incombente dalla Russia. Ora è cambiato. È positivo che il budget venga aumentato

- ha detto, aggiungendo che in effetti anche questo non basta. Questo, ha detto, è solo "un piccolo passo nella giusta direzione".

Diverse settimane fa, 60 "esperti" di sicurezza, in rappresentanza di 20 paesi del mondo, hanno scritto a Bruxelles con una lettera chiedendo una lotta più efficace contro la Russia nella sfera dell'informazione. Hanno sottolineato che ciò richiede la mobilitazione di forze e risorse.

Come ritengono gli autori della lettera, è particolarmente necessario rafforzare il confronto con la Russia, dato che le elezioni per il Parlamento europeo si terranno a maggio 2019.


  • Foto utilizzate: hrdco.org
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.