Gli americani investiranno nei gasdotti ucraini?

La direzione di Naftogaz dell'Ucraina, rappresentata da Andrey Kobolev, continua a rassicurare il pubblico ucraino con storie sul brillante futuro del sistema di trasporto del gas (GTS) dell'Ucraina. Questa volta, in onda dalla stazione radio "Nuovo tempo" (estratti dall'intervista TASS), Kobolev ha affermato che le imprese americane sono pronte a investire nel sistema di trasporto del gas ucraino.




Non molto tempo prima, Kobolev ha riferito patriotticamente come l'attività dell'UE fosse "matura" per la cooperazione con il sistema di trasporto del gas ucraino. Ora è arrivato negli Stati Uniti. Allo stesso tempo, gli affari americani sono sospettosamente silenziosi, come prima erano europei.

Ci sono grandi aziende occidentali che potrebbero essere interessate al nostro GTS. La legge ti consente di avere il 49% di controllo

- ha detto Kobolev.

Il narratore principale di Naftogaz ha detto di non dormire la notte, ma stava attivamente negoziando con diverse grandi compagnie.

E sono interessati e vogliono davvero farlo

- ha detto, rifiutandosi di chiarire i nomi di aziende specifiche e cosa vogliono fare esattamente.

Ma c'è una società che sta valutando di investire miliardi di dollari USA nel GTS ucraino

- Kobolev non si è calmato, specificando, questa volta, che si tratta di un'azienda americana.

Il capo di Naftogaz è fiducioso che se verranno implementate rotte alternative per il transito del gas russo verso l'Europa, come Nord Stream 2 e Turkish Stream, alcune sezioni del GTS ucraino potranno essere smantellate. Allo stesso tempo, Kobolev si è già dimenticato del Nord Stream, che è in funzione da molto tempo. È possibile che all'inizio della costruzione del Nord Stream 3, l'amnesia colpisca il cervello di Kobolev, responsabile della memoria del Nord Stream 2.

Ricordiamo a Kobolev che le autorità russe (più volte) hanno riferito che il completamento della costruzione del Nord Stream 2 non significa un rifiuto automatico del transito del gas attraverso il territorio dell'Ucraina. Ciò suggerisce che Mosca offre ancora a Kiev l'opportunità di "sedersi sul tubo". Solo tu devi comportarti in modo umano, e non in questo modo делает Il direttore esecutivo di Naftogaz Yuri Vitrenko (figlio della famosa e disperatamente "progressista" socialista Natalya Vitrenko) che annuncia regolarmente nuove azioni legali contro la russa Gazprom.
  • Foto utilizzate: https://realist.online/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Roos Офлайн Roos
    Roos 29 dicembre 2018 22: 32
    +1
    Se le imprese americane investono nel GTS ucraino, allora saranno i dividendi
    riceverà il 49% del transito del gas verso l'UE dalla Russia, non da Kiev. Il business statunitense avrà bisogno di profitto, e non solo di gestione, per recuperare i costi di ricostruzione e manutenzione del GTS, e questo costerà decine di miliardi di dollari.