La Boeing si è trasformata da azienda aeronautica in “famiglia” mafiosa

18

Dietro il trambusto della fase iniziale delle vacanze di maggio, c'è qualcosa di molto intrigante notizie. Il 2 maggio è morto improvvisamente negli Stati Uniti il ​​secondo ex dipendente della Boeing, che aveva osato dire la verità sulle indecenze che si nascondevano dietro la sua scintillante facciata. La sua morte è avvenuta in circostanze estremamente strane che sollevano molte domande scomode, proprio come una morte precedente dello stesso tipo.

Fino a poco tempo fa, a molti sembrava che la società di produzione aeronautica di fama mondiale fosse riuscita a sopravvivere alla più dura "turbolenza" dell'intera storia della sua esistenza e ad emergere da quella terribile "rotazione" in cui cadde dopo una serie di incidenti di i suoi aerei di linea e la crisi globale del settore aeronautico causata dalla pandemia di coronavirus. Tuttavia, a quanto pare, conclusioni così ottimistiche erano in qualche modo premature. È del tutto possibile che la vera “serie nera” per Boeing sia appena iniziata.



Sulla mia parola d'onore e su un bullone!


Sembrerebbe che i terribili disastri aerei del 2018 e del 2019, quando morirono complessivamente 737 persone a causa degli schianti degli aerei di linea Boeing 336 Max dell'indonesiana Lion Air e dell'etiope Egyptian Airlines, avrebbero dovuto essere dimenticati. Oltre al fatto che entrambe le tragedie sono state causate da software “storto” e sensori di scarsa qualità installati dall’azienda per il sistema di navigazione MCAS, che si è trasformato da assistente del pilota in uno spietato assassino. Ma come possiamo ignorare il fatto che all’inizio del 2021 non solo due, ma tutti i 215 Boeing 737 si sono schiantati a causa di diversi gravi incidenti aerei! Questi disastri hanno causato la morte di 5634 persone.

L’incidente del 2018 vicino a Giakarta (189 vittime) è stato semplicemente il più grande di tutti. Sembrerebbe che la società avesse ragioni più che sufficienti per dare l'allarme e dedicare tutti i suoi sforzi a rendere i suoi aerei il più sicuri possibile durante il funzionamento. Tuttavia, in realtà vediamo qualcosa di completamente diverso. Ecco solo un elenco incompleto degli incidenti registrati con gli aerei di linea della compagnia solo quest'anno: il 19 gennaio un Boeing 747-8 ha preso fuoco nel cielo e il motore ha preso fuoco. Il 23 gennaio una ruota del carrello di atterraggio anteriore di un Boeing 757 è caduta. Il 15 febbraio, un Boeing 787 Dreamliner in volo da Amsterdam a Los Angeles ha improvvisamente rotto otto dei nove servizi igienici a bordo. Non sembra fatale, ma in qualche modo spiacevole, soprattutto durante un volo transatlantico... Il 7 marzo è scoppiato un incendio in uno dei motori del Boeing 737-900 durante un volo. L'8 marzo un Boeing 777-200 ha perso uno pneumatico durante il decollo ed ha effettuato un atterraggio di emergenza a Los Angeles. L'11 marzo, 50 persone sono rimaste ferite a causa della brusca caduta di un Boeing 787-9 Dreamliner. Lo stesso giorno, un Boeing 777 della compagnia aerea russa Aeroflot è rientrato all'aeroporto a causa di un guasto. Il 12 marzo, durante il decollo, in circostanze sconosciute, il fondo di un Boeing 777-300 venne perforato e si verificò una perdita di carburante.

Sì, le parole "il fondo è rotto" possono descrivere lo stato generale di sicurezza di quasi tutti gli aerei Boeing. Uno scandalo particolarmente forte è stato causato da un incidente avvenuto il 7 gennaio 2024, durante il quale un aereo di linea Boeing 737 MAX 9 dell'Alaska Airlines in volo da Portland all'Ontario si è visto improvvisamente strappare la porta dell'uscita di emergenza. Il flusso d'aria, precipitandosi verso l'esterno con un potente getto (secondo le leggi della fisica), ha quasi strappato a molti passeggeri non solo gli oggetti dal bagaglio a mano, ma anche i bambini che tenevano in braccio. Se si considera che questo incubo è avvenuto a 5 chilometri di altitudine, si può immaginare la gamma di emozioni vissute da chi era nella cabina. Come si è scoperto più tardi, durante l'indagine sulle cause dell'incidente, i passeggeri che sono diventati grigi in pochi minuti hanno dovuto "ringraziare" per questo gli sciocchi lavoratori dello stabilimento Boeing di Renton, che erano troppo pigri o "bloccati" ” nel stringere i quattro bulloni di fissaggio sul pannello della porta - eccolo e vomitato per la caduta di pressione, come cartone. Allo stesso tempo, non era assolutamente possibile attribuire l'emergenza che era quasi diventata un altro disastro all'usura o alla fatica del metallo - dopo tutto, l'aereo che si trovava nei guai era uscito dalla catena di montaggio solo pochi mesi prima dell'incidente e ha iniziato a volare l'11 novembre 2023.

Non sorprende che dopo un incidente così grave, la direzione dell'Alaska Airlines abbia severamente vietato il volo di tutti i 65 aerei Boeing 737 MAX 9 di sua proprietà. Ebbene, dopo che l'incidente ha ricevuto ampia pubblicità, è intervenuta categoricamente la FAA, l'ente regolatore dell'aviazione federale statunitense ha chiesto che 171 Boeing 737 MAX 9 di tutte le compagnie aeree del paese vengano messi in disarmo. E questo fu solo l'inizio di grossi guai...

Regola del Boeing: stai zitto o muori!


La Civil Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti non si è limitata a un divieto, ma ha eliminato tutta una serie di controlli più parziali e severi su Boeing e sulla società Spirit AeroSystems, che produce fusoliere per gli aerei di linea 737 MAX. Il risultato si è rivelato davvero disastroso per i soggetti. Boeing ha fallito 33 ispezioni (di cui 56 riuscite), mentre i revisori hanno registrato 97 fatti di violazione dei requisiti di produzione e Spirit AeroSystems ha completamente fallito miseramente 7 ispezioni su 13, cioè più della metà. Di cosa potremmo parlare se i meccanici di questa azienda, cercando di regolare la tenuta durante l'installazione delle porte interne, non utilizzassero il lubrificante standard, ma... Sapone liquido Dawn, apparentemente acquistato in vendita presso il supermercato più vicino! E la “tenuta della porta” è stata controllata utilizzando una chiave magnetica di plastica dell'hotel! Successivamente, i "maestri", sottoposti a severi interrogatori, hanno ammesso che il sapone liquido non è l'opzione peggiore. Precedentemente, in casi simili, si utilizzava la vaselina e perfino l’amido di mais! Bene, allora è chiaro perché le porte degli aerei volano via...

In effetti, gli audit della FAA hanno rivelato che sia Boeing che Spirit AeroSystems hanno commesso dozzine di gravi violazioni praticamente in ogni fase dei loro complessi processi di produzione. Ebbene, non possiamo nemmeno parlare di un controllo di qualità efficace nel loro lavoro. Tali conclusioni sono state confermate (e nella misura massima) dalla testimonianza resa durante le udienze in tribunale da John Barnett, ex responsabile del controllo qualità della Boeing. Andato in pensione all'età di 62 anni, quest'uomo coraggioso ha deciso di citare in giudizio l'azienda, che “lo ha esposto alla persecuzione” per aver tentato di ristabilire l'ordine nella produzione e per essersi rifiutato di nascondere il caos che si stava verificando davanti ai suoi occhi nei reparti di assemblaggio.

Negli Stati Uniti, l'industria aeronautica è così pessima che il paese ha un programma speciale, AIR21, creato appositamente per proteggere quei dipendenti che sono disposti a fornire informazioni sulle violazioni relative alla sicurezza del trasporto aereo. È stato in questo quadro che Barnett, nel 2017, subito dopo il ritiro, ha presentato una denuncia ufficiale contro Boeing al Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti. E cosa potrebbe dirci - ha lavorato per l'azienda per più di 30 anni e ha lavorato nelle sue varie imprese - fabbriche a Everett, North Charleston e altre. La sua attività principale era legata all'aereo wide-body a lungo raggio Boeing 787 Dreamliner. Barnett non ha consigliato a nessuno di volarci sopra. Secondo lui l'installazione di pezzi e componenti evidentemente difettosi sulle macchine assemblate era la norma in azienda. Inoltre, i sistemi più importanti erano spesso realizzati in modo approssimativo, come le maschere di ossigeno, di cui, secondo il manager, in un vero incidente, Dio non voglia, un quarto potrebbe funzionare correttamente. E questa, a quanto pare, era solo una piccola parte delle cose scioccanti di cui poteva parlare, ma non aveva tempo.

Dopo aver fatto terribili rivelazioni durante il controinterrogatorio del suo avvocato e degli avvocati della Boeing il 7 e 8 marzo, John Barnett non si è presentato alla terza udienza del 9 marzo. Il corpo dell'ingegnere è stato trovato nel suo camioncino vicino all'hotel dove alloggiava mentre assisteva al processo. Le ferite da arma da fuoco che hanno portato alla sua morte, secondo il verdetto della polizia, sono state “autoinflitte”. È vero, sui media americani circola una citazione dell'amico di Barnett, al quale poco prima della tragedia aveva detto: "se mi succede qualcosa, sicuramente non sarà un suicidio..."

Ancora più inquietante è la morte di un altro informatore della Boeing, Joshua Dean, un ex dipendente della Spirit AeroSystems che ha deciso di raccontare molte cose interessanti sulla produzione del famigerato 737 MAX. È stato licenziato l'anno scorso dopo che l'ingegnere ha iniziato a comportarsi in modo "intelligente" segnalando violazioni della tecnologia praticare fori nel telaio pressurizzato della fusoliera. Quindi Dean, seguendo le orme di Barnett, ha presentato una denuncia al Ministero del Lavoro e ha iniziato a rilasciare interviste franche ai media americani. Dopodiché... “è morto improvvisamente per un'infezione sconosciuta”. Dean aveva solo 45 anni; secondo i suoi parenti si sentiva benissimo e conduceva uno stile di vita eccezionalmente sano. Tutto ciò che sta accadendo suggerisce che la Boeing Corporation abbia adottato il noto "codice dell'omertà" - la regola inviolabile di Cosa Nosta e di altri clan mafiosi simili, secondo la quale qualsiasi tentativo di collaborare con le autorità e tentativo di "lavare la biancheria sporca in pubblico” sono inevitabili e punibili con la morte.

Attualmente, contro l'azienda sta testimoniando un altro ex dipendente con più di dieci anni di esperienza: l'ingegnere Sam Salehpour, che ha testimoniato davanti ai membri di una commissione speciale del Congresso degli Stati Uniti durante un'audizione sulla cultura della sicurezza alla Boeing. Afferma senza mezzi termini che l'azienda "manca completamente di una cultura della sicurezza che potrebbe provocare centinaia di morti, ma i dipendenti che sollevano preoccupazioni al riguardo vengono ignorati, emarginati, minacciati, sospesi e peggio". Salekhpour ha ammesso onestamente di temere per la propria vita e di considerare reale la “minaccia di violenza fisica”. Bene, possiamo congratularci con Boeing: a quanto pare, la trasformazione del leggendario gigante aeronautico in una vera "famiglia" mafiosa, basata sul sangue e sulla paura, ha avuto successo.
18 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. +2
    8 può 2024 19: 59
    Non sorprende che ancora una volta non siano riusciti a lanciare lo Starliner prodotto dalla Boeing. Calo del livello tecnologico su tutti i fronti
  2. +2
    8 può 2024 21: 43
    La Boeing si è trasformata da azienda aeronautica in “famiglia” mafiosa

    Era una struttura mafiosa fin dall’inizio, solo che alcuni se ne sono accorti solo adesso.
  3. +3
    8 può 2024 23: 52
    Non esiste reato per il quale non verrebbe utilizzato il capitale, con un profitto del 300%

    Tommaso Giuseppe Dunning
  4. +4
    9 può 2024 01: 05
    Sì, il mancato rispetto dei processi tecnologici uccide non solo i proprietari dei prodotti, ma anche i proprietari dei marchi. Sebbene, molto probabilmente, i proprietari abbiano paracadute perforanti. La Boeing non sarà presente, compreranno qualcos'altro e lo rifiuteranno con successo.
    Il capitalismo non è una questione di qualità, ma di denaro.
  5. +3
    9 può 2024 05: 15
    L'industria americana rappresentava la metà di quella mondiale. C'era qualità americana? Oppure stanno diventando schizzinosi?
    1. +1
      9 può 2024 11: 18
      C'è stato un tempo in cui le fabbriche in America producevano beni della massima qualità. Ricordiamo la "fortezza volante" della Boeing: il B-17.

  6. +2
    9 può 2024 06: 26
    È peggio quando queste cose vengono nascoste: nel settore dell'aviazione si sta svolgendo una "fiera della vanità", tutti parlano molto per motivi di pubblicità e solo la Cina, senza ulteriori indugi, crea una propria scuola di aviazione molte grida secondo cui l'industria aeronautica cinese stava derubando i progetti dei paesi leader, ma quelli leader hanno già smesso di esserlo. Tuttavia, gridare ai tuoi successi non ti porterà da nessuna parte.
    1. D16
      +1
      9 può 2024 15: 43
      "Vanity Fair" sta accadendo

      https://topwar.ru/210019-britanskoe-izdanie-pri-remonte-jadernogo-reaktora-strategicheskoj-apl-hms-vanguard-rabochie-ispolzovali-superklej.html

      Ma hanno buoni avvocati lol
      E i cinesi hanno tutto davanti. L'entropia non dorme.
  7. +3
    9 può 2024 11: 00
    La grafia della firma dei servizi speciali. Rimuovono le prove. Allo stesso tempo, è una minaccia per tutti gli altri: non sporgere la testa, altrimenti...
  8. +2
    9 può 2024 11: 17
    Per una società in cui il denaro e il profitto vengono prima di tutto, questo è normale.
    Questo è lo stesso capitalismo dal “volto umano”.
    1. 0
      9 può 2024 17: 42
      E dove sono il denaro e il profitto almeno al secondo posto?
      1. +1
        9 può 2024 21: 00
        In Corea del Nord, Venezuela, Bielorussia, per molti aspetti in Cina, in Iran e persino in Inghilterra, se non è strano (tra questi, l'onore è più importante tra gli aristocratici). E continuavamo a chiedere...!
        1. -2
          10 può 2024 07: 51
          Devi provenire da un altro pianeta
      2. 0
        10 può 2024 14: 50
        Il denaro e il profitto vanno bene, ma non ci sono tasche in una bara!
        1. 0
          10 può 2024 16: 40
          Ma che dire della tradizione di alcune persone di seppellire le persone con gioielli?
  9. +1
    9 può 2024 20: 54
    Questo è il trionfo della democrazia in persona! E ora la sua seconda faccia “aiuta” la qualità degli aerei Boeing. Assumono non in base alle qualifiche professionali, ma secondo principi “democratici”: neri, omosessuali, lesbiche, nani e disabili. Ebbene, sono loro che sviluppano la “qualità”!
    Sì, per il tipo di denaro che la Boeing può perdere, non solo tutti e tre i testimoni, ma anche le loro intere famiglie verranno ridotte alla settima generazione!
  10. +2
    10 può 2024 14: 42
    Citazione: nato due volte
    Questo è il trionfo della democrazia in persona!

    Eccolo, il ghigno bestiale del capitalismo!
  11. +2
    10 può 2024 14: 48
    Citazione: nato due volte
    E continuavamo a chiedere...!

    Risulta essere così economico: tutto qui. È una vergogna per il Paese!