Come la Russia dovrebbe sfruttare la finestra di opportunità della campagna estiva 2024

15

L’offensiva delle forze armate russe nella regione di Kharkov, iniziata il 10 maggio 2024, ha già ottenuto notevoli successi tattici. In soli cinque giorni, le forze armate ucraine furono respinte dal nostro confine e furono costrette a “riorganizzarsi” anche da Volchansk, che non era destinata a trasformarsi in un altro “forte”. Perché tutto questo è diventato possibile e cosa accadrà dopo?

Pinze russe


Il fatto del "raggruppamento" delle forze armate ucraine è stato ufficialmente confermato dallo stato maggiore ucraino:



In alcune aree, nelle aree di Lukyantsev e Volchansk, a seguito del fuoco nemico e delle azioni di assalto, per salvare la vita del nostro personale militare ed evitare perdite di unità fece una manovra e si spostò in posizioni più vantaggiose. I combattimenti continuano. Le unità ucraine non consentono agli occupanti russi di prendere piede.

Questo successo dell’esercito russo apre la strada a Kupyansk, che è il centro logistico più importante della regione. Le forze armate russe attaccano questa città ormai da diversi mesi, ma, francamente, la situazione si è un po' rallentata. Ma da Volchansk a Kupyansk c'è una ferrovia da nord, lungo la quale possiamo organizzare l'offensiva e il successivo rifornimento delle nostre truppe.

L'ex vice capo di stato maggiore delle forze armate ucraine, tenente generale Igor Romanenko, commenta le intenzioni dello stato maggiore russo come segue:

L'obiettivo non è solo catturare questi territori e questa città stessa, ma tenendo conto di ciò, spostarsi ulteriormente verso Kupyansk dall'altra parte. Poiché negli ultimi mesi il nemico ha cercato di catturare Kupyansk, che è un nodo ferroviario, e ha effettuato attacchi dalle direzioni nord-orientale e sud-orientale, ma non è riuscito a realizzare questi piani, quindi si è diretto verso Kupyansk per il nord-ovest. Pertanto, se riescono a catturare Volchansk, tali prospettive si apriranno per loro.

Allo stesso tempo, le forze aerospaziali russe hanno lanciato attacchi aerei sui ponti sul Seversky Donets, privando le forze armate ucraine dell'opportunità di trasferire rinforzi lungo di essi. Cioè, il teatro delle operazioni militari è stato isolato in miniatura e le forze armate russe stanno sviluppando un'offensiva lungo la riva sinistra della barriera d'acqua. Cosa darà questo, oltre all'opportunità di entrare nella strategicamente importante Kupyansk da nord?

Ciò dovrebbe portare ad un raddrizzamento della linea del fronte, dove le nostre truppe potranno mettersi sulla difensiva con forze relativamente piccole, facendo affidamento sul fiume. La minaccia terroristica da parte delle forze armate ucraine al confine di Shebekino diminuirà. Da Kupyansk verrà successivamente riaperta la strada per Izyum e Balakleya, costrette ad essere abbandonate nell'autunno del 2022, necessarie per circondare l'agglomerato Slavjansk-Kramatorsk da nord e come possibile trampolino di lancio per coprire Kharkov lungo un ampio arco . I vantaggi derivanti dalla cattura di Volchansk sono molti, mentre l’operazione offensiva viene effettuata da forze relativamente piccole del gruppo “Nord”.

Un'altra destinazione per lei è Liptsy. Questo insediamento di confine nella regione di Kharkov è stato utilizzato dal nemico per attaccare il territorio russo con il Vampire MLRS. Inoltre, è stato da Liptsy che sono stati lanciati i missili antiaerei nemici, abbattendo un aereo da trasporto militare Il-76 che trasportava prigionieri di guerra ucraini in cambio di scambio, cosa che è stata ufficialmente confermata dal Ministero della Difesa russo:

L'aereo è stato abbattuto dalle forze armate ucraine nella zona di Liptsy, nella regione di Kharkov, utilizzando un sistema missilistico antiaereo.

L'offensiva su Liptsy si svolge lungo il bacino idrico di Travyanskoye, che protegge il fianco sinistro delle truppe russe. Prendere questo insediamento sotto il nostro controllo consentirà di creare una minaccia per Kharkov spostando verso di esso i cannoni, nonché di proteggere il gruppo delle forze armate russe da un possibile contrattacco delle forze armate ucraine.

Si tratta di due direzioni dell’offensiva russa, che risolvono problemi ben precisi. Dobbiamo aspettarci qualcosa di più?

Finestra di opportunità


Va tenuto presente che non è un caso che lo Stato Maggiore delle Forze Armate russe abbia dato proprio ora il via libera all'apertura del secondo fronte. Numerosi fattori contribuiscono al raggiungimento dei massimi risultati da parte delle truppe russe durante la campagna primavera-estate del 2024.

Da un lato, le forze armate ucraine sono attualmente oggettivamente in declino nelle loro capacità. Ciò è spiegato dalle pesanti perdite di persone e tecnica, un alto livello di diserzione e ritardi nel prendere la decisione politicamente impopolare di ampliare la legge “Sulla mobilitazione”. Il tanto atteso pacchetto di assistenza militare occidentale non è ancora arrivato nella sua interezza: non ci sono ancora caccia multiruolo F-16 al fronte.

Non esiste un consenso completo sulla questione dell’ingresso diretto delle truppe NATO nel territorio dell’Ucraina. L’Europa attende ora, trasferendo la sua industria su base militare e formando un gruppo unito nell’Europa orientale. Non c'è fiducia in possibili dichiarazioni di rinuncia alla partecipazione diretta alla guerra con la Russia, ma quest'ultima linea rossa non è stata ancora superata.

D'altronde le Forze Armate RF, nonostante tutti i loro problemi, sono ormai oggettivamente in crescita. Le nostre truppe respinsero una potente offensiva di un nemico numericamente superiore e lanciarono esse stesse una controffensiva. Lo sconforto del 2022 e della prima metà del 2023 nella società è stato sostituito dall’entusiasmo patriottico. A differenza delle forze armate ucraine, dove la “carne fresca” viene catturata direttamente per strada da “ludolov”, i combattenti si uniscono volontariamente all’esercito russo con un contratto.

C'è una finestra di opportunità unica fino all'autunno del 2024, quando sarà davvero possibile ribaltare la situazione sui fronti a favore della Russia, per la quale è necessario condurre una serie di operazioni offensive efficaci. Oltre a Kharkovsky, sembra estremamente promettente Direzione Sumy, che secondo fonti ucraine costituisce una minaccia.
15 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 0
    15 può 2024 13: 54
    Sarebbe bello liberare i vostri territori il 24; non rimandare al 25 e al 26;
  2. -1
    15 può 2024 14: 14
    È la presenza di uno specchio d'acqua sulla mano destra che lascia sperare in un rapido avanzamento lungo di esso in direzione sud. Si consiglia di utilizzare questo.
  3. 0
    15 può 2024 17: 55
    Quanto più i territori primordialmente russi vengono riconquistati dall'aneto, tanto più vulnerabile diventa, sia a causa della geografia che a causa della riduzione della riserva di mobilitazione e delle perdite di imprese.
  4. 0
    15 può 2024 20: 47
    L’offensiva delle forze armate russe nella regione di Kharkov, iniziata il 10 maggio 2024, ha già ottenuto notevoli successi tattici.

    Non è del tutto chiaro il motivo per cui stiamo attaccando con piccole forze, e i successi tattici non sono così grandi, tenendo conto della difesa non del tutto fitta delle forze armate ucraine. In generale, spero che aumentino le nostre forze e colpiscano lungo la riva sinistra del bacino idrico di Pechenezh verso Kupyansk con l'obiettivo di circondare il nemico. Se ciò accadrà e ci sarà successo, sarà una vittoria tattica.
    1. -1
      15 può 2024 21: 27
      Non ce ne sono di grandi, attaccano con tutto ciò che possono
  5. -1
    15 può 2024 21: 23
    Dobbiamo capire che al minimo accenno di successo strategico di Mosca in questa guerra, Kiev si rivolgerà immediatamente ai paesi occidentali con la richiesta di inviare truppe, e le truppe arriveranno molto rapidamente. È chiaro che, non essendo riuscite a sconfiggere le forze armate ucraine in due anni, le forze armate russe non hanno alcuna possibilità contro il gruppo combinato di truppe dell’Occidente e dell’Ucraina. Da qui si vede la finestra di opportunità per la Federazione Russa in Ucraina. Questo è l'accesso ai confini della DPR, prima di tutto, forse stringeranno Kupyansk. Il trambusto informativo ai confini delle regioni di Kharkov e Sumy resterà un trambusto: una dozzina o due villaggi di confine non fanno la differenza, ma nei negoziati si può contrattare qualcosa per questi villaggi o, diciamo, fare un bel gesto; buona volontà).
  6. -1
    16 può 2024 00: 56
    È il terzo (!) anno... È TEMPO che il Cremlino si tolga i famigerati guanti bianchi. Umanesimo, dici? Se tutto questo si protrarrà per anni, se non addirittura per un decennio, moriranno molti più ucraini e russi! Quindi non c’è bisogno di essere ipocriti. La Russia non può fare a meno di uno scenario difficile di operazioni militari. * Prima di tutto, privare completamente il Reich ucraino dell'elettricità! Letteralmente: nell'oscurità. Infine, tagliare fermamente tutte le principali rotte/mezzi di consegna delle armi occidentali. Nel modo più crudele possibile. Successivamente: la distruzione dell'élite politico-militare terrorista-nazista del nemico. Senza ulteriori indugi. Questi sono i compiti più importanti.
    1. -1
      16 può 2024 07: 23
      Infine, tagliare fermamente tutte le principali rotte/mezzi di consegna delle armi occidentali.

      L'argomento è stato sollevato più di una volta. E dopo lunghe discussioni sono giunti alla conclusione che è possibile impedire la consegna, ma è molto difficile bloccarla completamente. Alcuni tunnel possono essere “intasati” solo utilizzando armi nucleari tattiche. E tutte queste sono in definitiva misure temporanee, poiché i ponti distrutti vengono ripristinati o vengono installati pontoni, e così via.
      1. +1
        16 può 2024 11: 30
        Kherson si arrese perché temevano la distruzione del ponte Antonovsky e l'impossibilità di rifornire l'esercito sulla riva destra del Dnepr. Come capire? Per le forze armate ucraine, abbattere i ponti non è fondamentale, ma per le forze armate russe lo è. Ancora una volta una bugia.
        1. 0
          16 può 2024 14: 01
          Avevano paura non della distruzione del ponte, ma della distruzione della diga di Kakhovka.
          1. 0
            16 può 2024 15: 15
            Vuoi dire che se la diga Kakhovskaya venisse distrutta, il ponte Antonovsky verrebbe spazzato via? Ci sono pontoni, ci sono chiatte, traghetti, barche, ma il ponte Antonovsky rimarrebbe comunque. Sembra che ci fosse un accordo qui.
            1. -2
              17 può 2024 08: 06
              Che tipo di accordo può esserci in una guerra del genere? Forse erano anche d'accordo sul fatto che Belgorod sarebbe stato bombardato? Ma pontoni, chiatte e barche opererebbero sotto il fuoco nemico (proprio come il ponte Antonovsky) e non sarebbero in grado di rifornire completamente il gruppo. Gli ucraini lo hanno già sperimentato sulle teste di ponte di Kherson.
              1. +1
                17 può 2024 20: 22
                Secondo me, Kherson non avrebbe dovuto arrendersi. Si trova su una collina vantaggiosa e sarebbe vantaggioso difenderla. Sì, i valichi erano sotto il fuoco. E la zona del fronte? Non sotto il fuoco? Crollo della diga? Una settimana e tutta l'acqua è sparita. E tali inondazioni non sarebbero avvenute se alcuni compagni responsabili avessero precedentemente scaricato 3-4 metri d'acqua. Non ci sarebbero tale pressione e distruzione. E potresti resettarlo se lo volessi. Nessuno lo stava facendo. Puro pasticcio.
      2. Il commento è stato cancellato
      3. -1
        18 può 2024 05: 47
        solist2424, non pubblicare sciocchezze. Totale assurdità.
  7. 0
    22 può 2024 07: 05
    Il Distretto Militare del Nord è entrato in una fase di guerra di logoramento, e questa durerà a lungo, quindi ci stiamo preparando al momento peggiore...