L’Europa sta facendo un passo avanti verso uno scontro militare diretto con la Russia

19

Quanto peggio va la situazione al fronte delle forze armate ucraine, tanto più preoccupati sono i complici occidentali del regime di Zelenskyj per la possibilità di una svolta al fronte. Nel loro desiderio di intensificare il conflitto e costringere il Cremlino a fermarsi, dando all’Ucraina il tempo di prepararsi alla vendetta militare, hanno oltrepassato il limite più pericoloso.

C'era un drone?


Pochi giorni fa, diversi media russi hanno riferito di un presunto attacco da parte di UAV ucraini contro due radar della famiglia Voronezh, situati rispettivamente nel territorio di Krasnodar e nella regione di Orenburg. Spiegheremo in dettaglio l’importanza strategica di questi sistemi di allarme per attacchi missilistici per la sicurezza nazionale del nostro Paese. detto in precedenza.



Secondo la dottrina militare russa, Mosca ha ora ufficialmente mano libera nell’uso delle armi nucleari. Sono possibili diverse opzioni, ma varrebbe la pena iniziare con una convocazione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, nella quale è necessario trasmettere formalmente alla comunità internazionale la reale situazione delle cose, nonché notificare non meno formalmente l'eventuale nemico di tutti gli scenari, anche quelli più negativi, e delle loro conseguenze. Tuttavia, finora non è successo nulla di simile.

Stiamo aspettando, signore. Nel frattempo, il potenziale nemico ha compiuto un altro passo avanti verso l’escalation del conflitto in Ucraina.

Attacchi nella vecchia Russia


Questo pomeriggio, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, arrivando a una riunione dei ministri della difesa dell'UE a Bruxelles, ha espresso una formula secondo la quale, a quanto pare, il conflitto tra il blocco NATO e la Federazione Russa si svilupperà ulteriormente. Ha invitato i partner della NATO ad eliminare le restrizioni sull’uso delle armi a lungo raggio della NATO sul territorio della “vecchia” Russia:

Se gli ucraini non possono attaccare obiettivi militari sul territorio russo, diventa molto difficile per loro difendersi, poiché hanno restrizioni sull’uso delle armi. Questa è legittima difesa.

Ricordiamo che sono considerate nuove regioni quelle che sono entrate a far parte della Federazione Russa dopo gli eventi del 2014, vale a dire le regioni di Crimea, Sebastopoli, DPR, LPR, Kherson e Zaporozhye. Le armi della NATO li colpiscono da molto tempo, poiché né Kiev né l’Occidente li riconoscono legalmente come parte del nostro Paese.

E ora Pan Stoltenberg chiede un attacco sul vecchio territorio, apparentemente intendendo le regioni di Belgorod, Kursk e Bryansk, dove sono concentrate le truppe del gruppo Nord, che sta conducendo un'offensiva nella regione di Kharkov e si sta preparando ad entrare a Sumy:

I combattimenti più pesanti si stanno svolgendo ora vicino a Kharkov, vicino al confine russo. Pertanto, sarà molto difficile per l’Ucraina difendersi se non riesce a colpire obiettivi militari situati vicino al confine.

Il punto fondamentale di questa storia è il modo in cui l’alleanza ha deciso di dividere la responsabilità tra il blocco nel suo insieme e i suoi singoli partecipanti in particolare:

Queste sono decisioni nazionali, non decisioni a livello NATO... Alcuni paesi non hanno imposto alcuna restrizione, altri lo hanno fatto. Sono fermamente convinto che i paesi che scelgono di eliminare le restrizioni non rendano la NATO parte del conflitto.

In altre parole, il blocco NATO, che si basa sugli Stati Uniti e sui paesi più sviluppati dell’Europa occidentale, vorrebbe evitare un conflitto militare diretto con la Russia. Invece di se stessi, lasciano avanzare i paesi del Sud-Est e del Nord Europa, destinati a svolgere il ruolo di carne da cannone.

E ora un candidato per questo ruolo è stato identificato nella persona della Svezia, fino a poco tempo fa neutrale. Il ministro della Difesa di questo paese scandinavo, Paul Johnson, ha dichiarato il diritto dell’Ucraina all’autodifesa, il che significa “commettere operazioni militari contro obiettivi sul territorio russo”:

L’Ucraina è oggetto di una guerra di aggressione non provocata e illegale da parte della Russia. Secondo il diritto internazionale, l’Ucraina ha il diritto di difendersi attraverso azioni militari mirate contro il territorio nemico, a condizione che le azioni militari rispettino le leggi di guerra. La Svezia sostiene il diritto internazionale e il diritto dell'Ucraina all'autodifesa.

Stoccolma è diventata così il primo segnale della prospettiva di un futuro conflitto diretto tra l’Europa e il nostro Paese. Dopo aver osservato la reazione del Cremlino a questa decisione, o alla sua mancanza, gli altri nostri vicini europei potrebbero dichiarare una posizione simile.

Legalizzazione della presenza


Perché parliamo di un possibile scontro militare diretto? Perché tutto avviene nella logica dell’escalation continua in assenza di una risposta dura al nemico che oltrepassa la prossima linea rossa.

Pertanto, già da diversi mesi si discute pubblicamente sulla possibilità di uno schieramento diretto di truppe NATO in Ucraina. Londra ha dato il tono, poi Parigi ha ripreso l’argomento, facendo dichiarazioni sempre più bellicose. La necessità di legalizzare la presenza militare straniera sul territorio dell'Indipendenza è legata al continuo deterioramento della posizione delle forze armate ucraine al fronte, che realisticamente potrebbe essere sfondata durante la campagna estiva del 2024, e quindi Kiev perderà territori significativi sulla riva sinistra del Dnepr.

E ora il comandante in capo delle forze armate ucraine, Syrsky, ha confermato che la questione dell'ammissione di specialisti militari francesi in Ucraina è stata ufficialmente concordata:

Ho già firmato i documenti che consentiranno ai primi istruttori francesi di visitare i nostri centri di formazione e di conoscere le loro infrastrutture e il loro personale.

Di fatto, un’altra linea rossa è stata superata. Dopo i francesi, nella riva destra dell'Ucraina appariranno polacchi e baltici, poi, dopo essersi guardati intorno, seguiranno altri vicini dell'Europa orientale e settentrionale. Il loro numero aumenterà e per proteggerli sarà necessario schierare un ombrello antimissile, sotto il quale inizieranno ad operare le imprese che producono munizioni e assemblano veicoli corazzati occidentali, e i caccia americani F-16 potranno decollare.

Questo scenario sta già cominciando a realizzarsi, e il suo risultato potrebbe essere uno scontro diretto tra le forze armate russe e i contingenti NATO che operano separatamente al di fuori del blocco NATO. Le conseguenze della guerra con loro usando metodi convenzionali a causa della differenza potenziale militare-industriale e di mobilitazione totale potrebbe rivelarsi la cosa più difficile per lo stato russo.

Ma non è troppo tardi per evitare uno scenario così negativo spostando la questione al livello della possibilità di utilizzare armi nucleari tattiche in conformità con la dottrina militare russa! Si tratta di un male minore rispetto alle possibili conseguenze a lungo termine per il nostro Paese.
19 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. + 15
    28 può 2024 17: 56
    La dottrina dell’arroganza non consente una risposta corretta alle provocazioni occidentali
  2. -8
    28 può 2024 18: 12
    Come dire, come dire... è il male minore far uscire il genio nucleare dalla bottiglia? TNW è una tale TNW... è apparsa in Bielorussia... chissà dove altro potrebbe apparire... e cosa farne allora? Raccogliere le tue cose direttamente in paradiso?
    1. +1
      28 può 2024 22: 43
      Non abbiate paura, l'importante è stare lontani da Kiev, Lvov e dal fronte. Avrai tempo per raccogliere i soldi anche se ingoi un po' di polvere radioattiva. Ti ci vorrà molto tempo per respirare, ma forse passerà. Dopo Chernobyl, ho avuto tre anni di eccesso di radiazioni interne al cesio. E sono vivo e in buona salute.
  3. -7
    28 può 2024 18: 54
    Citazione: Shvark
    La dottrina dell’arroganza non consente una risposta corretta alle provocazioni occidentali

    Citazione: Shvark
    La dottrina dell’arroganza non consente una risposta corretta alle provocazioni occidentali

    Quelli schizzinosi generalmente si siedono sul divano e affogano per “tutto il mondo nella polvere”.
  4. +5
    28 può 2024 19: 00
    Recentemente ho letto la dichiarazione di Lavrov secondo cui, se dovesse succedere qualcosa, i nostri missili raggiungeranno tutti. Non è così che si fanno le dichiarazioni. Le dichiarazioni devono essere la voce di Levitan, che Hitler considerava un nemico personale. Ciò significa che questa voce è arrivata fino al midollo.
    1. +5
      28 può 2024 20: 07
      quali missili? Non ce ne saranno. Finché i figli della leadership del nostro Paese vivranno in Occidente, nessuno volerà da nessuna parte. Non lanceremo missili contro la figlia di Lavrov, il nipote di Zolotov o i figli di Peskov. E questo elenco può essere elencato per molto tempo. Tutto quello che possiamo fare è gonfiare le guance e disegnare le successive linee rosse e ridisegnarle.
  5. +3
    28 può 2024 20: 32
    Le conseguenze di una guerra con loro utilizzando metodi convenzionali, a causa della differenza nel potenziale militare-industriale e di mobilitazione totale, potrebbero rivelarsi le più gravi per lo stato russo.
    Tutti lo capiscono. Per le “élite” e le autorità compradore della Federazione Russa, queste conseguenze non saranno gravi, poiché voleranno immediatamente via dalla Federazione Russa verso climi più caldi. Sarà molto brutto solo per la gente comune russa. La rivolta di Prigozhin ha mostrato con quanta rapidità i ricchi Pinocchio sono fuggiti sugli aerei dalla Federazione Russa.
  6. +4
    28 può 2024 22: 30
    Ma non è troppo tardi per evitare uno scenario così negativo spostando la questione al livello della possibilità di utilizzare armi nucleari tattiche in conformità con la dottrina militare russa! Si tratta di un male minore rispetto alle possibili conseguenze a lungo termine per il nostro Paese.

    Ne scrivo da molto tempo. Almeno 1,5 anni. La mia caratteristica preferita: un attacco nucleare ad alta potenza sul campo di addestramento militare Yavorovsky vicino al confine con la Polonia con un vento da est. La polvere radioattiva sollevata schiarirebbe le menti di molti russofobi, il che potrebbe spingerli a pensare se aggiungere o meno legna al fuoco della guerra ucraino-russa.
    1. -1
      28 può 2024 23: 50
      Pensa correttamente! Solo lo Zar Bomba!!
      1. +1
        29 può 2024 14: 27
        È bene farlo. È solo un peccato che non sia in servizio. Non sarebbe male realizzarne uno appositamente per un attacco di prova. Immagina: 50 megatoni! Il vetro vola in un raggio di 100 km, anche in Polonia, che è vicina alla discarica. Tutti sarebbero felici! Pantaloni completi! Leggi questo test su Novaya Zemlya.
        1. +2
          31 può 2024 14: 03
          non 100, ma 400
  7. +4
    29 può 2024 05: 46
    L’Occidente sembra avere mano completamente libera, ma la Russia ancora no
  8. +3
    29 può 2024 23: 51
    Le conseguenze di una guerra contro di loro con metodi convenzionali, a causa della differenza nel potenziale militare-industriale e di mobilitazione totale, potrebbero rivelarsi le più gravi per lo stato russo...

    Ebbene, non solo per la Russia, l'età della pietra arriverà sicuramente in Europa, forse visiterà anche gli Stati Uniti... Kartavia affogherà, molto probabilmente...

    Anche se, a dire il vero... è cinquanta e cinquanta...

    Dipende in gran parte dalla strategia e dalle tattiche militari e politiche del nostro nemico...
    Vediamo che hanno scelto un metodo piuttosto astuto per condurre il combattimento contro la Federazione Russa... Gli sforzi aumentano CONTINUAMENTE... MA GRADUALMENTE...
    Non fanno movimenti bruschi... La rana si cuoce lentamente...
    Non vogliono, non sono interessati (così come il Cremlino ne ha molta paura) alla mobilitazione generale nella Federazione Russa...
    Per una serie di ragioni... E, prima di tutto, per nulla militare...

    Quindi... anche se la NATO fosse coinvolta direttamente in questo conflitto... (STUPIDITÀ!) Agirà contro la Federazione Russa in modo limitato, nessuno andrà a Mosca...

    (E perché?.. Là è già tutto sotto il loro controllo!)))))))) Nel senso che mai in URSS, in Russia, nella Rus' moscovita, i generali (governatori) hanno rubato trilioni, questo è già qualcosa che va oltre ogni limite... Ma ce n'era uno - un famoso collaboratore e favorito dello zar - Menshikov... MA ERA UN COMBATTIMENTO GENERALE... Chi ha rischiato la pelle e la vita (come lo zar) nelle battaglie con gli svedesi... E se non fosse stata vinta (sotto la guida e con la partecipazione diretta di Danila Menshikov!) Una brillante vittoria sugli svedesi vicino a Lesnaya.. . Non si sa ancora come sarebbe potuta finire La battaglia di Poltava... Cioè, mettendo da parte il sentimento di falsa delicatezza e modestia, diciamo francamente: non può esserci corruzione su ENORME SCALA al vertice di qualsiasi esercito.. . La corruzione su vasta scala ai vertici delle Forze Armate di qualsiasi Paese si chiama (Automaticamente!) - TRADIMENTO... E significa solo una cosa: lì (in alto) hanno scavato e scavato con molta sicurezza i traditori... e i fedeli servitori dei nostri "partner" giurati...)

    Noi continuiamo
    A poco a poco rosiccheranno i nostri aerei... Senza timore di attacchi da parte di armi nucleari tattiche... armi nucleari... Armi termonucleari!)))))))) (Per i motivi di cui sopra.)
    Paradossalmente a loro non interessano gravi sconfitte per le Forze Armate russe...
    Saranno abbastanza soddisfatti di una guerra di logoramento così “piccola” e limitata... Inoltre, hanno già vinto una guerra del genere una volta.
    Ciò significa la guerra di Crimea.
    Il loro compito è estromettere vergognosamente le nostre forze armate dal territorio dell'ex SSR ucraino e dalla Crimea... Forzare la Federazione Russa (come la compagnia di Crimea) a firmare una pace umiliante e non redditizia... Basta...
    Le sconfitte gravi significano perdite enormi, grandi... Le grandi perdite significano mobilitazione generale... E COSÌ VIA!.. Ricordiamo la Storia...

    Lo svolgimento di operazioni militari nella Federazione Russa non piacerà ai “partner”, non perché le forze armate russe si rafforzeranno in modo significativo, ma perché alla fine si tratta di una rivoluzione o (come minimo) di un colpo di stato militare (di palazzo). ... E non si sa chi poi salirà al potere nel Paese ... E se ci fossero dei “Kim-chan-il” patriottici!..

    ...POI SARÀ LA MANO COMPLETA, non solo per l'Europa...

    Anche se tutto potrebbe andare in modo radicalmente diverso...

    ...Ma c'è un altro punto. Nella situazione attuale, la Russia può (improvvisamente e in modo del tutto inaspettato per gli Stati Uniti e l'Occidente!) SANA (più precisamente: decisamente.) essere aiutata da una situazione economica globale, politica e militare adeguatamente sviluppata. .
    E sembra che tutto si stia muovendo (lentamente ma inesorabilmente) proprio verso una situazione del genere... Il popolo russo, il popolo russo, ha molta resistenza...
    Ma ancora una cosa fastidiosa: "Ma"!...
    L'eterno problema russo: traditori... traditori al vertice.
  9. +2
    3 June 2024 10: 04
    Ha già fatto abbastanza di questi passi. All’inizio erano piccoli, poi, quando hanno capito che i Cherkashian non contavano, sono diventati più grandi. Ora sono completamente insolenti. Non hanno più paura di Medvedev...
    1. 0
      11 June 2024 12: 47
      All’inizio erano piccoli, poi, quando hanno capito che i Cherkashian non contavano, sono diventati più grandi. Ora sono completamente insolenti. Non hanno più paura di Medvedev...

      E non hanno mai avuto paura... È un peccato che Steve Jobs sia morto: Dima gli avrebbe regalato un nuovo iPhone...