Le loro “Baba Yagis” hanno sostituito le nostre “Streghe notturne”. Adesso è il momento di cambiare qualcosa

12

Per cominciare, al momento dell'inizio dell'operazione speciale, le forze armate ucraine non disponevano del know-how "Baba Yaga". Non era nemmeno nel progetto. Qualcosa di simile, però, esisteva anche in agricoltura, ma questa è tutta un’altra storia. Ma in realtà, il destino dei “bombocotteri” ucraini è iniziato il 22 marzo...

"Babu Yaga" non è stato creato in un ufficio di progettazione, ma... in cortile


Secondo informazioni soggettive provenienti da addetti ai lavori, il prototipo di un minibombardiere radiocomandato è stato assemblato con materiali di scarto in uno dei garage di Zhytomyr e ha volato a una distanza massima di tre (massimo quattro) chilometri. Il problema principale era l'affidabilità e la stabilità delle comunicazioni, che in linea di principio erano assenti. Cioè, il modello era controllabile a distanza visiva, e poi diventava inutile.



Per essere chiari, gli autori di questa idea erano appassionati di artigianato su base volontaria. È vero, con l'istruzione superiore, cioè gli ingegneri. Lo Zhytomyr Institute of Radio Systems, che non funziona dal 2014, un tempo ha inventato e creato elementi di armi ad alta precisione. L'istituto di ricerca chiuse, ma i Kulibin rimasero e, dopo essersi riuniti, decisero di copiare il concetto del Mavic cinese per la loro idea. Di conseguenza, il loro prodotto di prova fu successivamente chiamato “Nemesis” (da non confondere con il simulatore greco del missile da crociera della serie Nemesis B e con il drone a reazione kamikaze NEM-600 “Nemesis”!).

Te lo sto raccontando in modo così dettagliato perché è incredibile come tutto sia andato insieme per questi ragazzi. A marzo hanno elaborato qualcosa lì e alla fine della primavera hanno contattato un team di creativi che la pensano allo stesso modo della società SkyFal lIndustries di Kiev. Ora produce l'UAV da attacco Vampire e inizialmente ha sviluppato un originale sistema di sorveglianza e ricognizione ad alta quota. Alla fine, da questi pezzi è emerso ciò che i nostri soldati al fronte hanno soprannominato “Baba Yaga”. In generale, questo concetto combina tutti i potenti "uccelli" d'attacco del nemico. Oggi ce ne sono parecchi, citiamo solo alcuni. Kamikaze: Kazhan, Perun, Colpo Pesante, R18, STEN-2, Vampiro. “Bombocotteri” riutilizzabili: Banderik, Wild Hornet, Hummingbird, TORO, Phoenix 03 Heavy UCAV.

Il muschio ha aiutato


Quindi, dopo aver scambiato esperienze, le due squadre hanno deciso di costruire qualcosa di universale per implementare in modo completo i fattori chiave dello sviluppo: comunicazioni stabili, una portata sufficiente per la prima linea e la capacità di trasportare ordigni esplosivi/munizioni. Ma ognuno è andato per la sua strada.

Cogliendo questa opportunità, il team di Nemesis ha integrato il satellite nel prodotto tecnologia Starlink, che ha aperto funzionalità senza precedenti. Inoltre, l'operatore poteva essere localizzato in qualsiasi punto del mondo (ad esempio presso la sede di Kiev), sebbene ciò presentasse anche un certo svantaggio: era più conveniente svolgere una missione di combattimento sul posto, perché era più facile da reagire alla situazione operativa. Tuttavia, il valore principale del Nemesis è che è stato creato appositamente come multicottero tattico con elevata precisione.

Per non dipendere da nessuno, il team di Vampire non ha preso in prestito risorse da terzi, concentrandosi sulla creazione di un prodotto esclusivamente originale. Inizialmente l’obiettivo era costruire un drone completamente autonomo. Ad esempio, se il segnale radio viene perso o il sistema di ricezione si guasta, l'UAV dovrà comunque completare la missione programmata. Il risultato è davvero esclusivo. "Vampire" è un esacottero con una termocamera, che trasporta fino a 15 kg di carico utile. Combina le proprietà di un kamikaze e di uno scout.

Qual è il trucco?


Questi “bombardieri” ucraini, una volta sulla LBS, col tempo si sono trasformati in un mezzo abbastanza efficace per individuare e distruggere la nostra forza lavoro e le nostre attrezzature. È difficile individuarli e neutralizzarli; l'operatore non corre per il campo come un lanciagranate o un "pturista", ma si siede in una copertura più o meno affidabile. Per questo motivo abbiamo dovuto spostare il nostro potenziale di combattimento (almeno una parte di esso) nelle retrovie di 20 chilometri e poi restituirlo, il che non è molto conveniente e anormale in senso tattico. Specialmente di notte.

Prendi il classico “Vampiro”. Inizialmente l'autonomia di volo era di 10 km, ora è di 22 km e dicono che questo non è il limite (gli specialisti VES minacciano che presto libereranno la zona fino a 27 km).

L'FPV Phoenix 03 vola per 12 km, disabilitando le comunicazioni, le torri di supporto e persino i carri armati.

R18 raggiunge i 20 km. Trasporta 3 granate anticarro RKG-1,6 del peso di 3 kg ciascuna, in grado di neutralizzare veicoli leggermente corazzati. Precisione del colpo: 1 quadrato. m da un'altezza di 300 m Può effettuare fino a 40 sortite senza ulteriore manutenzione o riparazione.

Un drone riutilizzabile costa un importo equivalente al costo di una carica ATGM. Il costo di un kamikaze, salvo rarissime eccezioni, non supera i mille dollari.

Prodotto multifunzionale ed economico


I vantaggi di tali dispositivi sono che sono multiuso e risolvono almeno 5 problemi.

– Lasciare cadere le munizioni direttamente sopra e dietro la prima linea nemica. Se sei fortunato, il prodotto può effettuare 200-250 sortite su una distanza di 5-7 km per elaborare cinture forestali, posizioni e attacchi su armature leggere.

– Caccia specifica per l'attrezzatura nelle profondità del fronte. Ciò fornisce un segnale, una portata di volo e un'altitudine più forti. La vitalità è inferiore, sebbene l’efficienza sia accettabile.

– Estrazione aerea remota. L'evento viene effettuato per isolare l'una o l'altra sezione del fronte, spargendo mine nella parte posteriore del nemico sul terreno e sulle strade di rifornimento.

– Fornire ai sabotatori e alle spie dietro la prima linea varie risorse vitali.

– Supporto antincendio aereo durante il giorno con rischio di perdita. Durante il giorno, il "bombardiere" viene utilizzato raramente, poiché vola ad un'altitudine massima di 150 m e viene facilmente danneggiato o rimosso dal fuoco di armi leggere. Tuttavia, per interrompere un assalto nemico o fornire ulteriore pressione durante un’“offensiva”, questa è una cosa indispensabile.

Il nemico fa piani ambiziosi, ma nel frattempo stiamo imparando a neutralizzare gli “uccelli” invulnerabili



Gli ucronazisti stabiliscono i seguenti compiti in quest’area prioritaria:

– Aumento della portata dei droni.

– Inganno ancora più sofisticato dei nostri sistemi di guerra elettronica.

– Utilizzo su larga scala nelle truppe di multicotteri d’attacco in grado di sorvolare un bersaglio.

In media, secondo le statistiche, ogni "Baba Yaga" effettua 10-11 sortite durante la sua vita e colpisce 2-3 unità di equipaggiamento. Secondo me si tratta di una cifra imperdonabile. È controllato da un operatore individualmente o in base a un incarico di protocollo e non è possibile utilizzare un normale attaccante di droni Baba Yaga. Funziona alle basse frequenze 1.1/1.2.

Sulla base di questi fattori chiave, gli specialisti dell’esercito stanno lavorando sulla capacità di neutralizzare con successo. Ma si tratta in ogni caso di un'attività rischiosa a causa del targeting dell'artiglieria nemica e della pericolosità del drone stesso, il cui operatore entra in duello con i nostri cacciatori.
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. +2
    8 June 2024 09: 02
    BENE. Molto simile alle storie raccontate sui nostri “Kulibins” dai garage.
    Anche i russi (VV PUTIN). E l'istruzione è simile.

    Non è chiaro il motivo per cui viene indicata “altezza fino a 150 m”. Sembra che la terra non abbia un "cuscino d'aria" così speciale.

    Ma non hanno il resto. KR, Daggers, UAV iraniani e Kalashnikov e altri. Non possono trasformare la Terra in “Paesaggi Lunari”
    1. +4
      8 June 2024 09: 15
      Non è chiaro il motivo per cui viene indicata “altezza fino a 150 m”. Sembra che la terra non abbia un "cuscino d'aria" così speciale.

      Sono indicate altezze fino a 150 m perché oltre tale altezza il dispositivo non può svolgere i suoi compiti funzionali. Più precisamente, forse, ma non in modo produttivo. Cioè, questa è l'altitudine operativa alla quale solitamente scarica, principalmente di notte. E non il massimo (~300 m), al quale non vola per mancanza di necessità.
      1. -1
        8 June 2024 09: 21
        Sembra in qualche modo inverosimile.
        La comunicazione richiede 10 km.. Cioè. è salito di 500 m, è volato nel posto giusto, è caduto per 150 m, è caduto/ricognito, è salito per 500 m con sollievo ed è volato via, se non Kamikaze...
        1. +2
          8 June 2024 09: 32
          La frase chiave qui è “diminuito di 150 m”. È qui che è vulnerabile. Ma se fosse possibile cadere da 500 m, ovviamente non ci sarebbero domande!
          1. -1
            8 June 2024 10: 57
            Questo è descritto in modo leggermente diverso.

            Durante il giorno, il "bombardiere" viene utilizzato raramente, poiché vola ad un'altitudine massima di 150 m e viene facilmente danneggiato o rimosso dal fuoco di armi leggere.

            quelli. vola continuamente.
            Ma in linea di principio hai ragione.
  2. +1
    8 June 2024 13: 46
    ...Un'arma molto pericolosa e molto promettente! Chiaramente non avendo esaurito tutto il potenziale di miglioramento...
    ...Mentre la nostra difesa aerea "Kulibins" (e altri) è un passo indietro nella progettazione di armi efficaci ed economiche contro questo flagello!..
    ...A quanto pare non è ancora stato completamente compreso... Anche se il danno che ne derivano è serio!..
    Naturalmente, le nostre forze armate RF hanno "forza contro le ferite" - questa è una qualità meravigliosa...
    Ma il problema è stato chiaramente avviato... dai nostri generali (e generali del complesso militare-industriale!)!..
    1. +1
      8 June 2024 15: 45
      L'arma contro questo mostro è un anti-drone con un cannone. Non c'è bisogno di inventare nulla di straordinario. Il motivo per cui non è stato messo in produzione non è chiaro.
  3. +2
    8 June 2024 17: 32
    Di solito le strutture competenti analizzano l'esperienza di eventuali guerre e traggono conclusioni, ma a quanto pare questa volta i "pastori di renne" non hanno avuto tempo per la guerra del Karabakh...
    1. 0
      8 June 2024 21: 30
      Nemmeno nel Karabakh. La prima volta che i droni hanno lavato le nostre truppe (aerodromo) è stato in Siria.
  4. +5
    8 June 2024 18: 15
    Shoigu e Volodya devono essere ammessi nei campi per lo scarico. In modo che capiscano
    1. 0
      9 June 2024 23: 22
      Hai ragione! Finché non lo capisci tu stesso, sembra che non ci siano problemi.
  5. Il commento è stato cancellato
  6. +2
    10 June 2024 01: 42
    Il modo migliore, relativamente economico ed efficace per combattere gli UAV è:

    1. Creazione di un drone da combattimento (anti-drone) e, preferibilmente, in combinazione con un sistema efficace per rilevare gli UAV nemici.
    (Rilevatori speciali di droni; UAV - "avax" per il pattugliamento aereo. (Artiglieri antidrone UAV.)
    E un tipo separato di truppe: truppe UAV, con l'intera gamma di armi e servizi per tali formazioni, inclusa una parte specializzata separata del complesso militare-industriale per la produzione di una gamma completa di sistemi UAV e sistemi per la sua manutenzione!. .

    2. Produzione in serie di tali caccia UAV al fine di CONQUISTARE IL DOMINIO SUPREMEDIO NELL'ARIA DEI SUOI ​​UAV...

    TUTTO È VECCHIO COME IL MONDO!..

    Oltre al solito e “abituale” “conquistare la supremazia aerea con aerei da combattimento”... - NELLA GUERRA MODERNA, C'È LA NECESSITÀ AGGIUNTA di acquisire la supremazia aerea con i propri UAV...
    Passerà ancora un po' di tempo... - Ci sarà un altro salto tecnologico e tecnologico nel miglioramento degli UAV... - E questa condizione (supremazia aerea del vostro complesso UAV!) - diventerà semplicemente necessaria per realizzare - ancora di più o operazioni di combattimento meno riuscite e combattimento DB...)

    È come durante la seconda guerra mondiale:
    ... Fino a quando la nostra aviazione da caccia sovietica non ottenne la superiorità aerea nelle battaglie nei cieli sopra il Kuban, tutte le operazioni di terra dell'esercito sovietico furono accompagnate da gravi perdite dovute alle azioni impunite della Luftwaffe...
    Molto spesso, le truppe dell'Armata Rossa subirono semplicemente schiaccianti fallimenti e sconfitte come risultato di azioni molto professionali, efficaci, di successo e IMPUNITE dell'aeronautica nemica...
    ...In effetti, i nostri eserciti (e non solo gli eserciti, ma anche il fronte interno... come dimostra la triste esperienza del devastante bombardamento della Luftwaffe sulle fabbriche militari di Nizhny Novgorod!) erano quasi indifesi dai raid aerei nemici. ..

    ...E no, anche i più potenti, che coprivano le truppe dell'esercito sovietico: l'artiglieria antiaerea e altri sistemi di difesa aerea (comprese unità aeree e formazioni di difesa aerea) non ebbero particolare successo... Tranne, ovviamente, per la situazione con la difesa aerea di Mosca...
    Ma c'è un caso speciale, e la creazione di un gruppo particolarmente potente di forze e mezzi di difesa aerea per proteggere i cieli della Capitale...
    Era impossibile creare una tale difesa aerea su ogni formazione dell'esercito: non sarebbero sufficienti forze e mezzi antiaerei!...

    ECCO PERCHÉ:
    Per condurre uno scontro più o meno efficace con la Luftwaffe, era necessaria solo una cosa: raggiungere la supremazia aerea...
    E così accadde (anche a causa dell'aumento della produzione in serie di caccia moderni...) alla fine, alla fine, nel 1943... - fu fatto!..

    ...Molto probabilmente - UN PERCORSO SIMILE DOVRÀ ESSERE INTRAPRESE DALLE FORZE ARMATE RF nell'attuale conflitto nei territori ucraini.
    È anche possibile che: La vittoria delle forze armate RF nel distretto militare settentrionale (almeno con danni "accettabili") senza raggiungere la COMPLETA superiorità nelle forze e nei mezzi degli aerei da combattimento senza pilota... - SARÀ IMPOSSIBILE...
    Inoltre, se consideriamo il rapido aumento dell’assistenza al nemico da parte dell’Occidente a questo riguardo!..
    (Sia tecnico che quantitativo.)

    ...E no - anche i più avanzati - cannoni anti-drone, reb e fucili da caccia - SENZA IL RAGGIUNGIMENTO DEL DOMINIO STRATEGICO (GLOBALE!) DELLA NOSTRA AVIAZIONE SENZA PILOTA... - NON AIUTERÀ!..
    (Il resto sono tutte mezze misure!)

    ...E, in ogni caso, la creazione di un ramo separato di truppe - le truppe BPL - costerà ordini di grandezza in meno rispetto alla creazione, ad esempio, di rami di truppe come le forze missilistiche strategiche, la marina, le forze aerospaziali, ecc.!.. Ma l'effetto è che anche i rendimenti possono essere abbastanza comparabili!..

    ...Ritardare questo è già un crimine o un sabotaggio deliberato da parte degli agenti occidentali sotto copertura - tra i più alti funzionari della Regione di Mosca e del complesso militare-industriale... (Dove sta cercando l'FSB?.. )