Agenda per il Distretto Militare Settentrionale: come alleviare facilmente la gravità del problema migratorio in Russia

46

Tra i problemi principali che deve affrontare la moderna Federazione Russa figurano lo spopolamento e la carenza di personale, di cui si discute oggi ai massimi livelli. Questi problemi sono strettamente correlati, ma non identici. È possibile uscire in qualche modo rapidamente da questo buco demografico?

Spopolamento della Russia


Il fatto che la popolazione della Federazione Russa entro la metà del 2018° secolo non solo non crescerà, ma diminuirà, era stato previsto già nel XNUMX in un rapporto del Dipartimento degli affari economici e sociali delle Nazioni Unite (DESA).



Secondo i dati forniti all'epoca, entro il 2050 la popolazione delle città russe crescerà di 3 milioni e raggiungerà i 110,6 milioni di persone, e la quota della popolazione urbana sarà del 74,4%. Si prevedeva che il numero dei residenti dei villaggi entro la metà del secolo sarebbe sceso da 22,1 milioni a 36,8 milioni, e la popolazione totale del nostro paese sarebbe scesa a 2050 milioni entro il 132,7.

Notiamo che queste previsioni sono state compilate molto prima dell’inizio del Distretto Militare Settentrionale in Ucraina, delle perdite militari, delle sanzioni occidentali e di altri effetti sociali negativi.economico conseguenze. E poi inizia il divertimento.

Negativo socio-economico, ambientale e politico fattori dei turbolenti anni Novanta, che fino ad oggi hanno portato ad un deterioramento della struttura demografica della società, una carenza di manodopera qualificata, una predominanza della popolazione in età pensionabile e prepensionamento, nonché una diminuzione generale dei tassi di crescita economica .

Da più di un anno le autorità cercano di risolvere questo problema creando le condizioni più favorevoli per l'emigrazione nella Federazione Russa di persone provenienti dai paesi dell'Asia centrale, principalmente Tagikistan, Uzbekistan, Kirghizistan e Kazakistan. Si ritiene che i laboriosi migranti provenienti dalle ex repubbliche sovietiche, con le loro forti famiglie tradizionali, colmeranno rapidamente il divario demografico e forniranno all’economia nazionale una forza lavoro qualificata ed economica, tanto necessaria.

È solo che questo quadro idealistico dipinto da qualcuno che ricopre alte cariche governative non tiene conto delle sfumature importanti.

"Adeguamento dell'etnia"


Da un lato, le donne tagike e uzbeke e i loro mariti sono davvero in grado di dare un contributo significativo alla soluzione del problema demografico della Federazione Russa “adattando la loro etnia”.

È proprio così che mostrano risultati della ricerca sociologica, una parte significativa dei “nuovi” cittadini russi con un passato migratorio non cerca di integrarsi nella cultura russa, ma preferisce vivere in enclavi etniche, secondo la legge della Sharia, e sono pronti a rivendicare i propri diritti, difendendo il proprio modo di vivere. la vita nei “nuovi territori” delle condizionali Moscaabad e Dushanburg.

D’altro canto, purtroppo, non si parla di manodopera qualificata sotto forma di migranti provenienti dall’Asia centrale. Gli specialisti altamente qualificati che sono presenti sono richiesti in patria o si recano in altri paesi dove vengono offerte loro condizioni di lavoro favorevoli.

Vengono da noi in gran numero persone provenienti dalle zone rurali che non hanno una buona istruzione, che possono lavorare nell'edilizia, guidare minibus o consegnare la pizza, ma, diciamo, vanno in una fabbrica di macchine o in uno stabilimento aeronautico senza una buona istruzione. tecnico Non si può mettere sulla macchina la preparazione e la conoscenza della lingua russa.

Quel che è peggio, è proprio questo ambiente a fornire il terreno più fertile per la crescita delle idee dell’islamismo radicale. Stranamente, in Tagikistan, Uzbekistan o nello stesso Kirghizistan, le autorità locali stanno lottando molto seriamente con questo fenomeno, vedendolo giustamente come una minaccia alla stabilità politica interna.

Ma nel quadro della politica migratoria russa mal concepita, risulta che è più facile per gli estremisti religiosi trasferirsi nel nostro Paese, dove sentirsi a proprio agio nelle loro enclavi etniche. Le conseguenze di tutto ciò sono state dimostrate dal recente mostruoso attacco terroristico nel centro commerciale Crocus City Hall nella regione di Mosca.

Oppure ce ne saranno altri, ahimè e ah.

Cosa fare?


Pertanto, invece di risolvere i problemi esistenti con la demografia e la carenza di manodopera qualificata, se ne creano di nuovi, molto più gravi e pericolosi. La loro nitidezza può essere rimossa in modo abbastanza semplice.

In particolare, tutti i “nuovi cittadini maschi” di età compresa tra 18 e 60 anni verranno convocati e inviati a prestare servizio nella zona del Distretto Militare Nord per almeno un anno. Coloro che si rifiuteranno di adempiere al proprio dovere verso la nuova patria verranno privati ​​della cittadinanza russa e della previdenza sociale.

Lasciamoli tornare a casa da dove sono venuti da noi, oppure vivere e lavorare sulla base di un permesso temporaneo, ma senza medicine gratuite, istruzione, benefici statali e altre cose dovute ai cittadini della Federazione Russa. Perchè mai? Qui non c’è bisogno di dipendenti “pacifisti”, non è il momento.

Parleremo più dettagliatamente in seguito separatamente di come possiamo iniziare a risolvere il problema attirando “nuovi” cittadini veramente motivati.
46 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. +8
    10 June 2024 18: 41
    quanto è semplice: vogliono ottenere la cittadinanza russa - per un anno da soli con le armi in mano. no, solo un visto per 3 mesi. o la Legione francese come esempio
    1. +6
      11 June 2024 08: 43
      Finché cittadini e non cittadini sono “olio vivo” e mezzo di profitto per le autorità, anche discutere dei problemi della migrazione e dello spopolamento è inutile.
      1. 0
        11 June 2024 10: 32
        Dove, mi chiedo in quale secolo, la gente comune non era “olio vivo” per le autorità. Anche la democrazia non è mai stata democrazia.
        1. +8
          11 June 2024 10: 48
          Ho vissuto in URSS per 34 anni e non avevo voglia di "petrolio vivo".
          Ogni cittadino aveva una possibilità.
          Quasi ogni direttore o funzionario ha avuto un'ulcera o un infarto, invece di palazzi e miliardi rubati.
          Non dirò lo stesso della nostra democrazia.
        2. +2
          11 June 2024 12: 36
          Quale altro tipo di democrazia? La democrazia è una forma di organizzazione del potere dei burocrati sulla gente comune.
  2. + 15
    10 June 2024 18: 56
    Basta non reinventare la ruota. Molti paesi hanno leggi riguardanti i migranti. Là è tutto scritto. Per cui sei soggetto a una grossa multa. Per cui sei soggetto a espulsione dal paese. Ma sembra che l’immigrazione in Russia abbia un mecenate influente.
    1. +1
      10 June 2024 21: 32
      Parli di leggi in Europa? Mi ha fatto ridere! Non hai sentito cosa è successo lì con la migrazione negli ultimi dieci anni!? E negli Stati Uniti? Inoltre, dopo tutto, ci sono delle leggi!!!))) Buonanotte...
      1. +5
        11 June 2024 08: 53
        Sto parlando delle leggi in Medio Oriente. E in Norvegia i migranti non sono molto attivi.
    2. + 10
      11 June 2024 08: 31
      Cavolo... conosco il nome di questo mecenate!
      1. Il commento è stato cancellato
    3. -1
      11 June 2024 16: 55
      Non spetta a noi studiare l’esperienza di qualcun altro. Il tuo rastrello è più caro. Sebbene anche nei paesi confinanti con la Russia il problema dei migranti sia stato, per lo meno, risolto da tempo.
  3. +3
    10 June 2024 18: 59
    Non esiste una “nuova” patria. È sempre uguale per tutti.
    Come immagina l'autore di "mettere sotto le armi" persone che non hanno nemmeno un'istruzione di livello 8-9 o che non parlano russo? Come leggeranno e insegneranno la Carta?
    Non so come sia adesso, ma 20 anni fa 7-8 persone vennero nella nostra dacia per cercare un lavoro, di cui solo UNO parlava russo.
    1. +5
      10 June 2024 20: 36
      Nei gruppi d'assalto con una mitragliatrice e dietro di noi con le mitragliatrici, in modo che le loro teste siano libere.
      1. +3
        10 June 2024 20: 43
        Io sono per. ma mettete i propri connazionali nei distaccamenti della barriera. Non hanno fermato la ritirata, si sono scambiati di posto.
      2. -1
        11 June 2024 08: 31
        Con una mazza???...no
      3. +4
        11 June 2024 13: 39
        Perché diavolo abbiamo bisogno di questi guerrieri?! Non difenderanno nemmeno il loro stesso Churekestan, e ancor meno con noi, si sdraieranno e si sdraieranno davanti alle mitragliatrici o scapperanno verso il nemico!
    2. +5
      10 June 2024 21: 23
      Come lavorano nei cantieri senza conoscere il russo?! Tutto è semplice, proprio come nella costruzione, il capo plotone (brigadir) conosce il russo e trasmette il compito ai ranghi. Come dimostra l'esperienza nella costruzione, i caposquadra non partecipano alla costruzione (si considerano ladri), quindi non ci saranno problemi con la lingua. Il punto è proprio questo, su Internet si sentono voci dall’Asia Centrale che dicono che ancora una volta a combattere sono gli asiatici invece dei russi, ma non c’è risposta alla domanda “dove sono questi 40mila migranti all’anno verso la Federazione Russa che commettono 40 migliaia di crimini all’anno sul territorio della Federazione Russa”! Qualcuno ha informazioni su 80mila “ospiti” dell'ex Unione Sovietica sui campi del Distretto Militare del Nord durante i due anni dello stesso Distretto Militare del Nord?
      1. +1
        11 June 2024 08: 35
        Come dimostra l'esperienza nella costruzione, i caposquadra non partecipano alla costruzione (si considerano ladri), quindi non ci saranno problemi con la lingua.

        Si, esattamente. I ladri portano le azioni al gruppo generale e le mettono al loro posto. Raccolgono la cassa comune e non lavorano! Bai: collinetta.
        Gli viene richiesto di lavorare con la sua testa e autorità, per risolvere i problemi.
    3. +6
      11 June 2024 06: 37
      Come immagina l'autore di "mettere sotto le armi" persone che non hanno nemmeno un'istruzione di livello 8-9 o che non parlano russo? Come leggeranno e insegneranno la Carta?

      Come hanno poi superato l'esame di lingua russa per ottenere il passaporto russo? sorriso
      E se non conoscono nemmeno questo minimo, allora forse bisognerebbe riconsiderare la decisione di rilasciare la cittadinanza ottenuta con la frode?

      Non so come sia adesso, ma 20 anni fa 7-8 persone vennero nella nostra dacia per cercare un lavoro, di cui solo UNO parlava russo.

      Abbiamo davvero bisogno di tali compatrioti per correggere la nostra etnia? O dovrebbero essere solo lavoratori ospiti?
  4. +7
    10 June 2024 21: 24
    Spopolamento in Russia? Dall'inizio degli anni 24, la TV trasmette programmi 7 ore su 2, 16 giorni su XNUMX, su vari donatori di House XNUMX, Malakhov, Beremen at XNUMX e chi più ne ha più ne metta. È cresciuta una generazione di donatori, ma nessuno voleva prenderli in moglie, e coloro che hanno corso il rischio sono presto diventati lavoratori degli alimenti. Invece di selezionare la generazione di queste donne e azzerare le stronzate in TV e sui social network, hanno cominciato a introdurre nuovi alimenti e a introdurre misure protettive nei tribunali russi riguardo all’abbandono dei figli dopo il divorzio dal padre.

    È sorprendente che negli ultimi 5 anni la parola “anagrafe” sia diventata qualcosa di vile e associato a una truffa? Nella nostra regione il numero dei matrimoni è diminuito di 12 volte in 2.7 anni e il tasso di divorzi è pari al 135% del numero dei nuovi matrimoni.

    Ma ciò non ha impedito ai legislatori di vietare legalmente a decine di milioni di uomini di ricorrere ai servizi di maternità surrogata sotto la minaccia di procedimenti penali. E coloro che ne approfittarono prima furono inseriti nella lista internazionale dei ricercati o mandati in prigione sotto l’articolo “commercio degli schiavi”.

    Lo Stato, con la sua mediocrità e il sotterfugio culturale di Putin, è riuscito a convincere mentalmente gli uomini a non fondare una famiglia.
  5. +9
    10 June 2024 21: 49
    Come risolvere un problema? Molto semplice. Chiedete consiglio a Lukashenko, vi spiegherà tutto chiaramente.
    1. +5
      11 June 2024 17: 01
      Non ci crederai, ma ho più volte esposto qui l'esperienza dei bielorussi. E in risposta? No, non il silenzio. In risposta, un secchio di brodaglia, perché non è giusto che la grande Russia impari da alcuni bielorussi. Noi, dicono, con i baffi e il nostro rastrello siamo più cari
  6. +4
    10 June 2024 23: 24
    Ancora una volta propongono di utilizzare l'SVO come una sorta di elemento di punizione. Il problema dei migranti che hanno ricevuto il passaporto sarà perfettamente risolto dal registro delle persone obbligate al servizio militare. Il problema di coloro che non l’hanno ricevuto è la legislazione sull’immigrazione. Per anni!! non si fa nulla in questa direzione, alcuni cambiamenti sono sempre solo espedienti, le persone normali di lingua russa hanno lottato per ottenere la cittadinanza quasi fino al 2022, e dopo di ciò, quando sono state firmate vere semplificazioni, secondo le loro stesse statistiche ufficiali, l'ottenimento della cittadinanza è crollato per ragioni ovvie, e in alto non mi interessa chi risolverà esattamente il problema: i compatrioti russi non vogliono tornare nella loro patria storica in tali numeri? Ebbene, al diavolo loro, ci sono ancora candidati dall'Uzbekistan e dal Tagikistan. Chi impedisce l’adozione di una legge a livello federale, come nelle regioni di Belgorod, Kaluga, ecc., che vieta in linea di principio ai migranti di svolgere determinate professioni? Con la Georgia civilizzata (in generale), un regime di visti unidirezionale è stato in vigore per molto tempo, se hai notato, ha funzionato molto rapidamente: i migranti georgiani ora sono qualcosa intorno agli anni '90. Insomma, ci sarebbe la voglia di tagliare alla radice del problema, e non di radunare folle selvagge in numeri frenetici, per poi discutere se usare la carota o il bastone per costringerli ad amare la Russia.
    1. +3
      11 June 2024 06: 37
      Ancora una volta propongono di utilizzare l'SVO come una sorta di elemento di punizione.

      Perché punizione? Questa è una prova di lealtà e niente di più. In cosa sono migliori degli altri uomini?
      1. 0
        11 June 2024 15: 20
        Ebbene, la nostra mobilitazione è durata un mese e un centesimo nel 2022 e molte persone non vi sono cadute affatto. Da allora non c'è stato più nulla da dimostrare, solo il regolare servizio di leva.
        Sì, e dimentichi che formalmente i migranti sono proprio quelli che NON hanno un passaporto russo, cioè con un permesso di soggiorno, un permesso di soggiorno temporaneo o generalmente con soggiorno temporaneo (coloro che lavorano con brevetti, per esempio). Molti, a giudicare dalle statistiche, si sono già fermati alla fase dei permessi di soggiorno (soprattutto perché ormai li hanno resi permanenti), cosa dovremmo farne?
  7. +2
    10 June 2024 23: 55
    Ipocrisia. Di tutto questo si scrive ampiamente da circa 15 anni, molto prima del già citato 2018.
    E molto altro ancora.
    Esaltarlo con tanta deliberatezza 15 anni dopo... Soprattutto quando una persona su due per strada parla già qualcosa di diverso dal russo...

    E l'idea

    In particolare, tutti i “nuovi cittadini maschi” di età compresa tra 18 e 60 anni verranno convocati e inviati a prestare servizio nella zona del Distretto Militare Nord per almeno un anno.

    1) contraddice direttamente le promesse di Putin secondo cui non prenderanno parte all’operazione solo i soldati a contratto volontari.
    2) se non presti servizio nel distretto militare settentrionale, ma come coscritti russi, allora perché questo non è stato ancora fatto? , per 25 anni di importazione e per 2,5 anni di SVO?
    ciò significa che la classe dirigente non ne ha assolutamente bisogno.
    puoi chiedere demagogicamente nell'aria quanto vuoi... ma... tutti capiscono già tutto...
    1. 0
      11 June 2024 00: 25
      Sergei, avete letto molto, quando Zelenskyj ci darà le nostre terre che non vogliono essere ucraine dopo il colpo di stato? risata
      1. -1
        11 June 2024 10: 58
        La provocazione è completamente fuori tema dell'articolo. come di solito.
        1. -1
          11 June 2024 14: 47
          Gli ucraini emigrano non solo in Europa. Donetsk e Lugansk si sono uniti a noi. A mio avviso, la migrazione degli slavo-ucraini con i loro territori di residenza è un buon segno.
          Ma non hai voluto rispondere perché l’ucraino Zelenskyj impedisce ad altri ucraini e slavi di emigrare in Russia. Naturalmente con la propria terra. Storico.
  8. +5
    11 June 2024 08: 17
    Citazione: AC130 Ganship
    Non esiste una “nuova” patria. È sempre uguale per tutti.
    Come immagina l'autore di "mettere sotto le armi" persone che non hanno nemmeno un'istruzione di livello 8-9 o che non parlano russo? Come leggeranno e insegneranno la Carta?
    Non so come sia adesso, ma 20 anni fa 7-8 persone vennero nella nostra dacia per cercare un lavoro, di cui solo UNO parlava russo.

    Sai, per una volta sono d'accordo con l'autore.
    La cittadinanza deve essere concessa in cambio dell’adempimento del dovere civico. Se non vuoi andare alla stazione, è un biglietto di sola andata. Il fatto che siano ignoranti e non parlino russo non ha impedito a molti di loro di diventare eroi durante la Seconda Guerra Mondiale e di combattere con dignità. E la SVO non è ancora la Seconda Guerra Mondiale. Possono scavare trincee, equipaggiare posizioni, ecc., Un soldato, un combattente, oltre alle operazioni di combattimento diretto, ha molti altri compiti che non gli permettono di riposarsi adeguatamente nei momenti di calma tattica. Questi sono i compiti che possono essere affidati ai nuovi cittadini che non conoscono la lingua e non hanno istruzione.
  9. +4
    11 June 2024 08: 18
    Mi piacerebbe, ma ahimè, questo non accadrà. Perché questa è una politica mirata.
    Non abbiamo carenza di personale; abbiamo carenza di posti di lavoro tecnologici, alla quale le autorità non combatteranno.
    Un esempio che ho visto di recente nella regione di Mosca: circa 15 lavoratori migranti con pennelli e secchi di vernice stavano dipingendo una staccionata lungo la strada, questi 15 lavoratori migranti potrebbero essere facilmente sostituiti da 2-3 persone con un apparecchio per verniciatura airless, si prepara la superficie, il secondo dipinge, il terzo prepara i materiali. E alla fine, avrebbero svolto il lavoro più velocemente e meglio e avrebbero ricevuto una paga dignitosa.
    E così con noi in tutto.
  10. +3
    11 June 2024 08: 29
    È ingenuo che le autorità vogliano risolvere il problema demografico e non ribaltare la situazione sugli elementi islamici???
    Gli elementi radicali nazionali dovrebbero essere dirottati dalla critica alle autorità alla critica degli elementi islamici in arrivo??!!!
  11. +2
    11 June 2024 08: 39
    Ciò porterà all'alienazione degli estranei dal potere e al collasso del Paese!
  12. +2
    11 June 2024 09: 06
    Adesso non c'è praticamente nessuno che viva in Estremo Oriente, nessuno che lavori nelle fabbriche! Il tutto finirà con l’“avido amico” che si limiterà a ingoiare questi territori “di nascosto” e senza batter ciglio! Qui è dove va tutto! Tutti tacciono e chi parla di questo argomento non li sente!
  13. +4
    11 June 2024 10: 15
    I nostri “nuovi cittadini” vengono rapidamente esclusi dalla mobilitazione e dalla coscrizione per il servizio militare da parte di una corrispondente covata di futuri jihadisti. Sono venuti da noi per questo motivo, per appendere i loro numerosi discendenti al nostro sistema sociale costruito. A scapito dei nostri figli.
    Abbiamo bisogno della volontà della leadership di indagare su ogni singolo migrante per violazioni nel processo di ottenimento della cittadinanza. E quasi tutti li hanno.
    Conosce la lingua? Se no, come hai superato l'esame? Sulla strada per il mio villaggio natale.
    Sono entrato nel paese su invito dell'azienda datrice di lavoro. Hai lavorato lì? L’azienda invitante può denunciare il pagamento delle tasse da parte di questo migrante? NO? All'uscita.
    Cosa scrive sulle reti? Cosa ne pensi delle nostre leggi e dei nostri ordini?
    E così tante cose.
    Non esistono soluzioni semplici. Ciò che serve è la volontà della leadership di farsi strada tra gli strati inferiori del potere, per costringerli a svolgere un lavoro costante e mirato. Toglili dalla loro mangiatoia abituale. Altrimenti - lasciando lavoro + articolo.
    Non c'è altro modo.
    1. 0
      11 June 2024 17: 38
      I deputati dovrebbero occuparsi dei migranti e dare il permesso quando necessario. Il deputato darà il via libera sulla presenza dei migranti e sulla durata della loro permanenza sul territorio. È chiaro che la responsabilità di questa decisione ricadrà sul deputato.
      1. +3
        11 June 2024 17: 45
        I deputati non saranno fisicamente in grado di trattare con ogni migrante. Il massimo è ottenere il pacchetto di documenti necessari (leggi, statuti) per il lavoro degli organi competenti.
        E chi li fa entrare nel Paese dovrebbe fare il lavoro. Il Servizio Federale per la Migrazione ha l’intero database, è a conoscenza di ogni questione. Sotto il controllo dell'FSB. Controllo del risultato finale e controllo selettivo di quelli controllati e abbandonati.
        Loro stessi ne hanno inondato il paese, anche se li rimandano indietro.
        1. 0
          11 June 2024 17: 51
          Non tutti ne hanno bisogno. Dobbiamo sapere se i migranti sono necessari. I deputati si incontrano con le persone; questo sarà un altro livello di protezione per il nostro Stato.
          1. +3
            11 June 2024 17: 57
            Dobbiamo sapere se i migranti sono necessari.

            Ciò di cui abbiamo bisogno non sono i migranti, ma normali condizioni di credito per il settore reale. Allora sarà possibile ricostruire la produzione e aumentare la produttività del lavoro (che nel nostro Paese è al di sotto del livello delle fognature urbane).
            E se riportiamo il numero dei funzionari alla normalità, ci saranno ancora persone in più.
            1. 0
              11 June 2024 18: 13
              Abbiamo bisogno di controllo. Non è necessario sovraccaricare il governo con una gestione non necessaria. I deputati sono abbastanza adatti per questo. Ma questo è il mio punto di vista, che necessita di essere verificato a fondo.
  14. +6
    11 June 2024 12: 45
    Ricordo molto bene questi quadri nazionali dell'esercito sovietico. Vuoi distruggere anche quello russo? Non esiste una ricetta in questa materia finché il narratore principale non inizia a vivere nel suo paese, e non in un universo parallelo... Oppure noi, a causa del sangue e del moccio, non capiremo che tutto dipende da noi.
    1. 0
      19 June 2024 12: 08
      Я очень хорошо помню эти нацкадры в Советской армии.

      Да, я тоже хорошо помню... Помню, что из себя представляли эти "чучмеки" - злее и подлее "черпаков"( это на втором году службы) я не видел... Разве что хохлы. И самое главное - все из "хозсброда" (хоз. взвод - кочегары, свинари, иногда повара...). Ну. не сажать же на оборудование "кишлачников", часто без русского языка?.. Ушьют форму - и ходят , как глисты кривоногие...
  15. +3
    11 June 2024 13: 16
    Sì, i tagiki ci combatteranno! Non hanno combattuto niente durante la guerra, erano solo eroi nei film del dopoguerra! Nella migliore delle ipotesi, se non correvano, e anche verso il nemico, tagliavano la legna nella parte posteriore. Poi dai 43 anni ne hanno presi di più. E non invano i cecenov, gli ingusci e i tartari furono sfrattati, perché... In massa, quasi tutti, aiutarono i nazisti, sterminarono i nostri partigiani e prestarono servizio come poliziotti nella Wehrmacht! Fino ad oggi, tutti gli asiatici e i Churek dicono che questa non era la nostra guerra!
    Sarà lo stesso adesso. Alcuni hanno già sparato ai soldati russi sul campo di addestramento durante la mobilitazione nel 22!
    Non lasciateli assolutamente venire da noi e tanto meno con le loro famiglie e un villaggio completo!
    Ma alle autorità non importa dei russi, ci stanno sostituendo con asiatici obbedienti che non difenderanno la ricchezza e la terra russa.
    1. 0
      14 June 2024 13: 22
      Dobbiamo essere più precisi. - Non "tarar", ma tartari di Crimea. Inoltre, non tutti i ceceni, gli ingusci e i tartari di Crimea erano dalla parte della Germania. La maggior parte di loro ha combattuto eroicamente nelle unità spaziali dell'URSS!
      1. +1
        14 June 2024 15: 12
        A quanto pare tu stesso non sei russo, ecco perché li proteggi. Ma il Paese conosce i suoi “eroi”.
        Qual è la parte più importante?! Tre storpi e mezzo hanno combattuto per noi
        I tartari corrono tutti in giro con uno dei loro piloti, l'eroe dell'Unione Sovietica, e lo additano come prova che tutti abbiamo combattuto! Ma in realtà la maggior parte di loro, ripeto, quasi in massa (!), si arrese e uccise i partigiani, i nostri esploratori, inscenò sabotaggi, prestò servizio come club e servì la Wehrmacht in modo tale che intere unità ne furono costituite dai nazisti . Ci sono molti documenti e ricordi, ma poi hanno gridato che non avevamo colpa!
        Tutta la loro essenza nemica si manifestò poi perfettamente negli anni '90 in Cecenia e Inguscezia, quando tutti i russi furono massacrati e ridotti in schiavitù.
  16. -2
    12 June 2024 07: 10
    L'opinione di tutti è preziosa, ma ci sono delle sfumature:
    Come l'esperienza della storia della civiltà mondiale ha dimostrato e continua, ci sono molte informazioni utili dalla politica internazionale dei cosiddetti. paesi di "democrazia eterna" - Geyropa e America, che recentemente hanno dovuto affrontare molti problemi a causa della sistematica confusione dei problemi migratori; È inutile elencare tutto, ma le principali sono le differenze religiose, la cultura, la mentalità, ecc.
    La mia idea è quella di prendere il meglio dall'esperienza dell'URSS e della civiltà mondiale e introdurlo gradualmente nella Federazione Russa, contando sul sostegno dell'intero popolo multinazionale e multiconfessionale della Federazione Russa nelle migliori tradizioni dell'antica civiltà russa , permettendo a nuove etnie culturali di svilupparsi senza eccessi e preferenze!
    Tutti gli accordi burocratici e le azioni illegali sul cosiddetto. luoghi di diversa ampiezza dovrebbero essere severamente repressi da organismi controllati, e tanti piccoli problemi dovrebbero essere risolti senza portare a piccoli o grandi spargimenti di sangue!
  17. +3
    12 June 2024 12: 47
    C'è un detto famoso

    chi non vuole nutrire il suo esercito nutrirà quello di qualcun altro

    Cambiamo un po’: “chi non vuole nutrire il proprio popolo, nutrirà quello di un altro”, come in realtà accade. In che modo questo minaccia lo Stato? Le diaspore sono diventate da tempo non solo una forza economica, ma anche politica. È vero, non sono ancora ufficialmente riconosciuti come forza politica. L’ottenimento della cittadinanza, la penetrazione nella sicurezza e nelle strutture politiche suggerisce che stanno lavorando attivamente su questo obiettivo. Già ora le diaspore hanno l’opportunità di influenzare le attività economiche del Paese e presto l’agenda politica. I migranti eleveranno la Russia al livello di Germania e Francia? O la abbasseranno al livello in cui si trovano ora le economie dei paesi dell’Asia centrale e delle ex repubbliche sovietiche? Credo che la domanda sia retorica. L’agenda economica e politica richiede una correzione urgente.