La legge sanzionatoria di Russia, Iran e Siria bloccata al Senato Usa

L'8 gennaio 2019, il Senato degli Stati Uniti ha "bloccato" il disegno di legge con il titolo forte e promettente "Rafforzare la sicurezza americana in Medio Oriente". Su 100 senatori, solo 56 hanno il sostegno al disegno di legge, con i 60 voti richiesti.




Tuttavia, il leader dei repubblicani nella camera alta del parlamento, Mitch McConnell, ha portato questo documento a una nuova considerazione. Ma i Democratici si rifiutano di prenderlo in considerazione, così come qualsiasi altro disegno di legge, fino a quando non si ferma la cosiddetta "chiusura" del Paese.

Il fatto è che negli Stati Uniti dal 22 dicembre 2018, a causa di problemi di bilancio, alcuni dipartimenti federali hanno smesso di funzionare (o stanno lavorando con gravi restrizioni). Ciò è avvenuto perché il presidente degli Stati Uniti Donald Trump voleva includere altri 5,6 miliardi di dollari nel budget, ne aveva bisogno per costruire il muro promesso al confine con il Messico. Ed è contro questa iniziativa che i democratici sono diventati una specie di muro.

Va notato che il disegno di legge sul "Rafforzamento della sicurezza americana in Medio Oriente" propone di consolidare sotto forma di legge varie sanzioni contro Damasco, agendo sulla base di decreti presidenziali statunitensi, che lo stesso capo dello Stato non può cancellare senza l'approvazione del Congresso. Inoltre, il documento prevede varie restrizioni su Russia e Iran, in quanto più stretti alleati della Siria.

Le sanzioni riguardano non solo questioni militari (appaltatori, paramilitari, aerei, ecc.), Ma praticamente qualsiasi cooperazione con il governo siriano, inclusa l'estrazione di idrocarburi. Questa grave ingerenza nelle attività di altri stati è servita, sotto forma di protezione degli abitanti della Siria. Infatti, il disegno di legge afferma esplicitamente che è la Russia, insieme alle autorità della Siria e dell'Iran, che effettua attacchi aerei contro la popolazione civile e gli obiettivi civili di questo paese.

Ma l'articolo 331 afferma che le sanzioni possono essere sospese se Mosca, Damasco e Teheran cessano tali azioni, così come se è nell'interesse della sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Allo stesso tempo, il disegno di legge obbliga il presidente degli Stati Uniti entro 180 giorni a presentare al Congresso una strategia per fornire assistenza umanitaria alla popolazione della Siria e al Tesoro degli Stati Uniti per stabilire se la Banca centrale della Siria è impegnata nel riciclaggio di denaro sporco e in tal caso, imporre sanzioni contro di lui.

Allo stesso tempo, lo stesso disegno di legge prevede la difesa e altre forme di cooperazione con Israele e Giordania. Ad esempio, il programma di aiuti a Israele è stato esteso fino all'ottobre 2023 e la sua dimensione annuale deve essere di almeno 3,3 miliardi di dollari.Il presidente degli Stati Uniti riceve anche il permesso di fornire a Tel Aviv armi di precisione. Sono previste cooperazione in ambito spaziale, lotta all'uso illegale di droni e assistenza ai paesi in via di sviluppo.
  • Foto utilizzate: https://newsbel.by/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.