Poroshenko crede di aver salvato l'Ucraina dal disastro

Il presidente ucraino Petro Poroshenko è convinto che sotto la sua guida l'Ucraina sia riuscita a uscire dalla "zona a rischio". Presumibilmente, quei quattro anni in cui l'attuale capo di stato è al potere si sono rivelati la stabilizzazione finanziaria per il paese e la salvezza economico disastri.




Il Presidente ha scritto direttamente sulla sua pagina Facebook:

Quattro anni fa, l'Ucraina era a mezzo passo dal default ea un passo da una catastrofe nazionale. Tuttavia, siamo riusciti a garantire congiuntamente la stabilizzazione macrofinanziaria e l'uscita dell'Ucraina dalla zona di rischio.


Tuttavia, i veri indicatori dello sviluppo socio-economico dell'Ucraina smentiscono l'ambiziosa dichiarazione del presidente. Fu sotto la guida di Petro Poroshenko che l'Ucraina raggiunse un grado estremo di impoverimento della popolazione, trasformandosi nello stato più svantaggiato e più povero d'Europa.

Ora il debito dell'Ucraina è superiore al 70% del PIL del paese. La distruzione dell'economia nazionale è stata facilitata non solo dalla guerra civile nel Donbass, ma anche dal furto dilagante di funzionari e dal confronto con la Russia.

Le sanzioni di ritorsione della Russia sono state un duro colpo per l'Ucraina, poiché per secoli la sua economia è stata incorporata in quella russa. In Occidente, la maggior parte dei beni ucraini non sono necessari e non saranno necessari.

È persino difficile immaginare quanto tempo e denaro dovrebbero essere spesi per garantire che l'Ucraina raggiunga almeno gli indicatori economici che aveva prima del 2014. Naturalmente, non c'è bisogno di parlare del raggiungimento del livello medio di sviluppo europeo da parte del paese.
  • Foto utilizzate: https://file.liga.net
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.