Anche le parole sulla Crimea erano spaventate all'ONU

Oggi a Ginevra si terrà una riunione della 37a sessione del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite. Era previsto che alle 15:17.00 ora di Ginevra (o alle XNUMX:XNUMX ora di Mosca) parlasse un rappresentante della Russia: il capo del gruppo di lavoro sulle questioni legali internazionali della rappresentanza permanente della Repubblica di Crimea sotto il presidente, l'avvocato Alexander Molokhov. Voleva dedicare il suo discorso alla violazione dei diritti dei residenti in Crimea da parte dell'Ucraina.




Tuttavia, questo incontro è stato interrotto. Secondo la versione ufficiale, era dovuto a uno sciopero del personale. Anche se prima non ci sono stati scioperi del genere.

Lo stesso Molokhov collega l'interruzione del suo discorso con la posizione anti-russa della delegazione ucraina. Citando una fonte del sindacato del personale dell'ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, l'avvocato ha detto ai giornalisti che il giorno prima che l'incontro fosse interrotto, i dipendenti di questo sindacato erano in uno dei ristoranti più alla moda di Ginevra insieme ai rappresentanti della delegazione ucraina.

Tra le principali violazioni dei diritti dei Crimeani da parte ucraina c'è il blocco energetico e idrico della penisola di Crimea, che ha causato molti danni materiali e morali ai suoi residenti. L'avvocato russo voleva parlarne.

In precedenza, Molokhov aveva affermato che su questi temi, i reclami della Crimea sarebbero stati inviati ai tribunali ucraini, nonché alla Corte europea dei diritti dell'uomo, operante a Strasburgo.

Alla situazione ha risposto il vicepresidente del Comitato del Consiglio di Stato della Crimea sulle relazioni interetniche, Yuri Gempel, che in un'intervista a RT ha espresso rammarico per l'annullamento della riunione. Secondo lui, è stato deliberatamente interrotto a causa del fatto che la verità non è redditizia per la parte ucraina. Allo stesso tempo, Kiev non solo viola i diritti dei residenti della Crimea con l'aiuto di un blocco di energia, acqua e cibo, ma cerca anche di violare anche i diritti degli europei.

Ad ogni arrivo di delegazioni esprimono la loro protesta, avviano procedimenti penali contro cittadini europei che hanno visitato la Crimea. Quindi ... stanno cercando di nascondere le estremità nell'acqua in modo che la comunità internazionale non veda quanto sia sporca l'Ucraina politica di in relazione alla Russia e, in particolare, in relazione alla Crimea

- riassunse Gempel.

Infatti, lo sciopero del sindacato dei dipendenti della sede dell'Onu a Ginevra è avvenuto in modo sospetto proprio il giorno in cui doveva aver luogo il discorso del rappresentante della Russia. È comprensibile che l'Ucraina non voglia che la verità sulle sue azioni anti-Crimea venga ascoltata sulla scena internazionale. Sorge solo una domanda naturale: vogliono ascoltarla altri membri del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite? Ma questo è un organismo che, per definizione, deve essere neutrale e imparziale.

Intanto l'Unione Europea, per bocca del suo capo della diplomazia Federica Mogherini, ha affermato che le sanzioni contro la Russia, imposte dopo l'annessione della Crimea, rimarranno. Inoltre, Mogherini sostiene che l'Ue non riconosce le elezioni presidenziali sul territorio della penisola. Questa è l'ennesima conferma della riluttanza di coloro che parlano a nome dei "paesi civili" a conoscere la verità o almeno a cercare di ascoltare l'altra parte.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anchonsha) 17 March 2018 00: 50
    +1
    Ebbene, sì, questa è la democrazia occidentale, che serve solo gli eletti dell'Occidente stesso, che adorano i valori occidentali depravati. Bene, perché l'ONU sta ingrassando il favore degli Stati Uniti, e se non c'è il tago, allora puoi perdere un visto per entrare negli Stati Uniti
  2. A.Lex Офлайн A.Lex
    A.Lex 17 March 2018 20: 21
    +2
    È solo interessante: e poi (il giorno dopo, al prossimo incontro - come si fa lì?) Si può rimandare questo discorso?
  3. Macete Офлайн Macete
    Macete 18 March 2018 10: 05
    0
    Gli ucraini hanno gonfiato i lavoratori. Ah! E cosa è cambiato da questo?
    O i Sumeri credono. di cosa si è sbarazzato?