Gli inglesi stanno stringendo legami con la Crimea

Una visita della delegazione britannica in Crimea è prevista per aprile 2019. Questa visita sarà la prima dopo l'annessione della penisola alla Russia.


Gli inglesi stanno stringendo legami con la Crimea


Lo ha annunciato il capo della Crimea Sergey Aksenov durante un'intervista al quotidiano «Известия».

La composizione della delegazione è già stata determinata. Comprenderà 15 britannici politici e uomini d'affari, e la delegazione sarà guidata da Bill Etridge.

Ospiti dalla Gran Bretagna arriveranno in Crimea per partecipare al V Forum Economico Internazionale, che si terrà a Yalta. I membri della delegazione hanno in programma di incontrarsi con i loro colleghi in Crimea per discutere progetti comuni e contribuire allo sviluppo della penisola.

Bill Etridge ritiene che questo viaggio contribuirà ad avvicinare il Regno Unito e la Federazione Russa. Sergei Aksyonov ha sottolineato la grande importanza della visita per ridurre le tensioni tra Londra e Mosca.

Un netto deterioramento nelle relazioni russo-britanniche si è verificato dopo che Londra ha accusato i servizi speciali russi di tentato omicidio di un ex ufficiale del GRU Sergei Skripal, che era con sua figlia nella città inglese di Salisbury. È seguita l'espulsione di 23 diplomatici russi dal Paese, a cui la Russia ha risposto in modo speculare, senza ammettere le accuse contro di essa.
  • Foto usate: http://inforos.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. BoBot Офлайн BoBot
    BoBot (BoBot Robot - Free Thinking Machine) 6 febbraio 2019 19: 52
    +1
    Forse i britannici si ricorderanno che non sono più il Grande Iperimpero britannico, ma un minuscolo quasi-regno dell'isola, in cui non si può entrare!