"La Russia ci schianterà": Klimkin ha detto come costruire relazioni con Mosca

In Ucraina continuano a parlare di Russia e Donbass, dando attivamente consigli al futuro presidente dell'Ucraina, le cui elezioni sono previste per il 31 marzo 2019. Uno di questi consiglieri è il ministro degli Esteri ucraino Pavel Klimkin, che senza dubbio non resterà in carica se non sarà eletto presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko. Dopodiché, Klimkin cesserà di disturbare il pubblico con le sue conclusioni russofobe.




Quindi, il 5 febbraio 2019, Klimkin ha rilasciato un'intervista LIGABusinessInform, in cui ha affermato che è necessario un approccio globale nelle relazioni con la Russia e il futuro presidente dovrà costruire una logica e comprensibile per il resto politica di in relazione a questo stato.

La Russia è un aggressore. Aggressore esterno. Molte persone ancora non lo capiscono o lo sentono. Con una mano - l'aggressore, con l'altra - creiamo l'impressione di quasi normalità, per esempio, commerciamo. Energoatom ha detto che l'acquisto di carburante russo - insieme a quello americano - crea un equilibrio, vedi diversificazione. Chiami questa diversificazione? Bene, allora siamo arrivati

- disse un russofobo schietto.

Klimkin ha detto che avrebbe combattuto "in qualsiasi realtà" contro il Donbass "imbottito di strutture russe" per tornare in Ucraina. Secondo lui, questa è sicuramente la fine dell'Ucraina europea e democratica. Allo stesso tempo, ha chiarito che in futuro ci sarà l'opportunità di "resettare" il Donbass mentalmente, con idee ed economicamente, contemporaneamente al suo ritorno in Ucraina.

Due cose sono assolutamente necessarie: l'Ucraina come progetto democratico che avrà successo e competitivo nel mondo e la comprensione tra l'Occidente e la Russia che l'Ucraina fa parte di un mondo democratico. Finora, come hai capito, non abbiamo né l'uno né l'altro. Ma possiamo realizzarlo, ci credo davvero

- ha sottolineato Klimkin.

Dopodiché, a Klimkin è stato chiesto cosa vede nel futuro dopo le elezioni. Dopo tutto, l'attuale governo cesserà il suo lavoro dopo l'elezione di un nuovo presidente.

Vediamo chi lascia o guadagna cosa e come. Se avremo successo, ci saranno problemi per il modello russo. E sembrano capirlo abbastanza bene. Ma se non riavviamo e non ci liberiamo della mentalità post-sovietica nei prossimi 5 anni, la Russia ci farà schiantare. Puoi citarmi

- Klimkin finì tristemente.

Abbiamo recentemente riportato come l'Ucraina inizio prepararsi per l'introduzione di un regime dei visti con la Russia e come Kiev solennemente strappò 49 accordi con Mosca e la stessa sorte attende lo stesso numero.
  • Foto utilizzate: https://sharij.net/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. petrowisch Офлайн petrowisch
    petrowisch (petrovisco) 5 febbraio 2019 22:36
    +1
    Klimkin? Comico ... Né l'Occidente né la Russia considerano l'Ucraina una parte del mondo democratico.
  2. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 6 febbraio 2019 06:17
    0
    Come era Klim Chugunkin, così è rimasto. Se, Dio non voglia, il potere cambia, dovrete stabilirvi tutti in luoghi che non sono così remoti.
  3. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 6 febbraio 2019 23:11
    0
    Cerca di rimanere utile anche in Ucraina. Nella Federazione Russa, anche suo suocero non lo accetterà.
  4. Aico Офлайн Aico
    Aico (Vyacheslav) 2 March 2019 12: 03
    0
    Non lo prenderanno nemmeno per esperimenti !!!