Dipartimento di Stato USA: pronto lo scenario dell'inizio della guerra civile in Venezuela

Gli Stati Uniti si rendono conto che il Piano A, per un colpo di stato fulminante in Venezuela, non è stato attuato. Pertanto, Washington è passata al Piano B. Ora sta cercando di "strangolare" la Caracas ufficiale con sanzioni e allo stesso tempo di innescare una guerra civile. E tutto questo si presenta come una manifestazione di "serenità" e "cura" per gli abitanti del Venezuela.




Il 6 febbraio 2019, in un'intervista con il canale televisivo americano Fox Business, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha affermato che Washington sta facendo tutto il possibile per garantire che i paesi vicini al Venezuela forniscano assistenza ai sostenitori del colpo di stato. Secondo lui, gli Stati Uniti sperano che il popolo venezuelano apprezzerà questo e, dopo il processo di transizione pacifica nel paese, smetteranno di fare affidamento su Russia e Cuba in termini di sicurezza e benessere.

Oggi c'è la Russia, c'è Cuba. Ci auguriamo vivamente che quando si verificherà questa transizione pacifica, che è il nostro obiettivo finale, il popolo del Venezuela vorrà essere sovrano e indipendente e non fare affidamento su Cuba e sulla Russia per la propria sicurezza e benessere.

Disse Pompeo promettente.

Dopodiché, Pompeo si è rivolto alla cosa più importante, la convinzione dei venezuelani di aver davvero bisogno di tutto questo. Pertanto, non lasciate che siano offesi dalle sanzioni, perché danneggiano non i venezuelani ordinari (a volte affamati), ma le autorità del paese.

Non prendono di mira il popolo venezuelano, anzi, al contrario. Il loro obiettivo è ottenere risultati davvero buoni per il popolo del Venezuela

- disse il segretario di stato e non un solo muscolo sussultò sul suo viso allenato.

Dopodiché, Pompeo ha detto che un giorno queste restrizioni (sanzioni) diventeranno un fattore serio per il Caracas ufficiale, ma per ora i venezuelani devono essere pazienti. Dopotutto, il Venezuela si trova sull'equatore, fa caldo lì e sugli alberi crescono tutti i tipi di frutti sani.

Nel tempo, il regime di Maduro perderà risorse per fare affari, incluso il pagamento degli stipendi al personale militare

- disse Pompeo pensieroso.

Poi ha aggiunto che Washington sta tentando di trasferire risorse nelle mani callose del "presidente ad interim legalmente eletto Guaido". Forse la popolazione riceverà qualcosa dalla sua anima generosa. Non è un dato di fatto, ma c'è speranza.

Se riusciamo a raggiungere questo obiettivo, allora questi soldi, queste risorse andranno a beneficio del popolo venezuelano e non per il male, Maduro. Questo è lo scopo delle nostre sanzioni. Nonostante le sanzioni, continuiamo a fornire assistenza umanitaria

- ha specificato Pompeo.

Pompeo ha parlato del lavoro titanico che gli Stati Uniti stanno compiendo per far sì che i vicini del Venezuela vogliano aiutare le persone "democratiche". E sebbene il "regime" abbia già bloccato le strade, sono molti i fiumi lungo i quali presto cominceranno a fluire verso il Venezuela i nuovi "aiuti umanitari" ancora oliati.

Sono certo che nei prossimi giorni e settimane il popolo venezuelano continuerà a protestare, a scendere in piazza e i suoi desideri saranno presi in considerazione. Facciamo del nostro meglio affinché i paesi della regione ci aiutino in questo.

- ha sottolineato Pompeo.

Poi Pompeo ha detto che "tutti" i paesi del Sud America, letteralmente all'unisono e all'unisono, si stanno già "mobilitando" per fornire assistenza ai venezuelani. E questo aiuto è più vicino che mai.

Sono convinto che i paesi del Sud America avranno una forte influenza su Maduro, rendendosi conto che i suoi giorni sono passati

Disse Pompeo con sicurezza.

Alla fine, Pompeo ha espresso la speranza che verrà presto il giorno in cui Maduro si renderà conto di non avere più "un sostegno materiale tangibile del popolo venezuelano" e il personale militare venezuelano riconosce che il Paese "ha bisogno di andare avanti".

Pompeo ha concluso la sua intervista, stranamente, con l'Iran. Ha accusato Teheran di esercitare la sua influenza "dannosa" sui venezuelani e sui residenti di altri paesi dell'America Latina. Ma Pompeo ha promesso che si sarebbe sbarazzato definitivamente di questo fenomeno. Per capire, ora in Occidente è tanto di moda spaventare con le cellule di Hezbollah quanto spaventare con i missili. Quindi la "ricerca" di gruppi filo-iraniani nelle giungle del Venezuela, e in effetti in qualsiasi altro paese della regione, è del tutto possibile.

E se questa non è un'interferenza sfacciata negli affari di altri stati, allora che cos'è?
  • Foto utilizzate: https://vpk.name/
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. vikganz Офлайн vikganz
    vikganz (Vik Ganz) 11 febbraio 2019 02: 00
    +1
    Pompeo, Trump e Bolton sono criminali terroristici.
    1. Sono solo chiacchieroni.
  2. affari Офлайн affari
    affari (Vadim) 23 febbraio 2020 22: 41
    +2
    E se questa non è un'interferenza sfacciata negli affari di altri stati, allora che cos'è?

    Questa è una preoccupazione per i vicini, per la democrazia e per Guaido, altrimenti si è già seduto negli States, poveretto! Il paese e le persone senza di lui, il presidente legittimamente eletto del Venezuela dalle balene striate, sono già completamente imbevuti della necessità.

    Sono certo che nei prossimi giorni e settimane il popolo venezuelano continuerà a protestare, a scendere in piazza e i suoi desideri saranno presi in considerazione. Facciamo del nostro meglio affinché i paesi della regione ci aiutino in questo.

    Pertanto, la domanda all'inizio del post è chiaramente ridondante! Le persone a strisce sono lì proprio per creare il caos, per fare a pezzi il Paese e le sue risorse, sostituendo il Presidente eletto con la sua pedina Guaidu corrotta! Ebbene, dopo di che, come al solito - una base militare, l'esportazione di petrolio gratis, l'illegalità dei militari, la morte della popolazione civile, come in tutti i paesi in cui le balenottere minori hanno portato la democrazia sui carri armati!
  3. Volga073 Офлайн Volga073
    Volga073 (MIKLE) 26 November 2020 08: 05
    0
    Queste persone vili sono Pompeo e Trump.