La NATO offre alla Turchia un'altra alternativa al sistema di difesa aerea S-400

Gli alleati della NATO della Turchia stanno compiendo sforzi significativi per convincere Ankara a rifiutarsi di acquistare il sistema di difesa aerea S-400 Triumph dalla Russia. Ad esempio, Stati Uniti, Francia e Italia offrono alla Turchia alternative al sistema russo. Lo ha annunciato il segretario generale dell'Alleanza Jens Stoltenberg il 13 febbraio 2019, in una conferenza stampa a Bruxelles.




Va notato che Stoltenberg ha rilasciato la sua dichiarazione dopo la riunione dei capi del ministero della Difesa di 29 paesi della NATO. Allo stesso tempo, i temi principali dell'evento sono stati due: la fine del Trattato INF e, come sempre, il confronto con la Russia.

Stoltenberg ha commentato il "problema turco". Secondo lui, i negoziati sulla difesa aerea / difesa missilistica tra Washington e Ankara continuano. Tuttavia, la Francia e l'Italia si unirono alla persuasione della Turchia. Offrono ad Ankara il sistema di difesa aerea ASTER 30-SAMP / T.

Allo stesso tempo, il segretario generale ha subito chiarito che nell'Alleanza nessuno costringe nessuno, non si torce le mani e non "stupra". Ha detto che ogni paese ha il diritto di scegliere autonomamente le proprie armi a propria discrezione.

Ciò suggerisce che Ankara non può essere persuasa finora. I turchi vogliono ostinatamente l'S-400. Piuttosto, i turchi non sono contrari all'acquisizione di altri sistemi, ma non intendono abbandonare l'S-400. Non per niente di recente, alla fine di gennaio 2019, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha dichiarato espressamente in televisione che Ankara non avrebbe seguito l'esempio di Washington e non avrebbe abbandonato l'S-400. Ha poi specificato che è stato firmato un accordo con Russia e Turchia "non dimenticherò questa parola".

A sua volta, il capo dell'industria della difesa turca, Ismail Demir, ha aggiunto che l'acquisizione dell'S-400 dalla Russia non significa che Ankara soddisferà pienamente le sue esigenze nel garantire la sicurezza dello spazio aereo. Pertanto, i negoziati con gli alleati della NATO continueranno. In Oriente amano contrattare.

A proposito, due divisioni di difesa aerea straniera sono attualmente dispiegate in Turchia: SAMP / T (Italia) e Patriot (Spagna). Dovrebbero rafforzare il sistema di difesa aerea turco all'interno della missione NATO. Cioè, tutti sono d'accordo sulla questione dell'insufficienza delle forze di difesa aerea della Turchia.
  • Foto utilizzate: http://asbarez.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.