Gli Stati Uniti hanno deciso di "bloccare" le armi nucleari russe

Si è saputo che gli Stati Uniti hanno creato una nuova arma nucleare a basso rendimento, che, secondo il Pentagono, consentirà di "contenere più efficacemente la Russia". Stiamo parlando della testata W76-2 creata presso l'impianto Pantax in Texas per riattrezzare parte dei missili balistici intercontinentali (ICBM) Trident II (D5), installati su sottomarini nucleari strategici.




Si chiarisce che entro la fine di febbraio 2019 dovrebbe essere completata la verifica del progetto W76-2, dopodiché inizierà la procedura per la preparazione delle testate per il trasferimento alla Marina Militare. Ed entro la fine di settembre 2019, il primo lotto andrà alla Marina. Lo ha annunciato il rappresentante della National Nuclear Security Administration statunitense John Evans, intervenendo a una conferenza sulla deterrenza nucleare.

Si noti che nell'anno fiscale in corso (iniziato il 1 ° ottobre 2018), $ 65 milioni sono stati stanziati per la creazione di nuove testate nucleari. E per l'anno fiscale successivo, il dipartimento di John Evans ha richiesto $ 60 milioni. Allo stesso tempo, il numero esatto di testate non è stato divulgato, ma è stato riferito che fino a settembre 2019 è possibile produrre almeno 20 testate W76-2 con una capacità di 5-6 kilotoni ciascuna. Si specifica che non sono richiesti test nucleari.

Secondo il Pentagono, il dispiegamento di tali armi nucleari tattiche da parte degli Stati Uniti impedirà alla Russia di utilizzare il suo potenziale di armi nucleari tattiche. Anche se questa è un'affermazione molto controversa.

Ma l'amministrazione statunitense è fiduciosa che le armi nucleari a basso rendimento renderanno meno probabile una guerra nucleare su vasta scala. Pertanto, gli Stati Uniti riceveranno un contenimento più flessibile sotto forma di W76-2.

Va ricordato che il "tridente" americano o UGM-133A Trident II (D5) è un missile balistico intercontinentale a tre stadi di quarta generazione. Può volare a una distanza massima di 11300 km. e ha una testata multipla con testate termonucleari con una capacità di 475 e 100 kilotoni. Ora i missili Trident II costituiscono il 52% di tutte le forze deterrenti nucleari statunitensi (SNF) e il 100% dell'SNF della Gran Bretagna.
  • Foto utilizzate: https://bremolympicnlus.wordpress.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Generale Black Офлайн Generale Black
    Generale Black (Gennady) 16 febbraio 2019 22: 27
    +1
    Beh, almeno forse avremo.
  2. Dzafdet Офлайн Dzafdet
    Dzafdet (Sergey) 17 febbraio 2019 17: 23
    +2
    Bene, a scapito di 11300 km - questo è a carico parziale. Da pieno a 7800 km. Anche se, se le teste diventano più leggere, può volare a 10 km di distanza. Gli americani sono ancora entusiasti dell'idea di un colpo disarmante.
  3. Galar Офлайн Galar
    Galar (Timur) 18 febbraio 2019 10: 39
    0
    pin_dos effettua cariche a bassa potenza di 5-6 kilotoni e noi facciamo cariche ad alta potenza, 5-6 megatoni. Allora chi sarà peggio per loro o per noi?
    1. Esperto Офлайн Esperto
      Esperto (triste asda) 18 febbraio 2019 11: 02
      +2
      Bene, pensano che presumibilmente non risponderemo a una "piccola" esplosione di 5-6 CT, ma la nostra dottrina afferma chiaramente: quando si usano armi nucleari contro di noi (qualsiasi, anche di bassa potenza), rispondiamo anche con quelle nucleari. E abbiamo testate da 100 a 2000 CT)
      1. BoBot Офлайн BoBot
        BoBot (BoBot Robot - Free Thinking Machine) 19 febbraio 2019 12: 12
        0
        Ho letto che abbiamo proiettili di cannone atomico da 150 mm per chiloton, presumibilmente tali cannoni saranno installati sull'Armata.
  4. BoBot Офлайн BoBot
    BoBot (BoBot Robot - Free Thinking Machine) 19 febbraio 2019 12: 10
    +1
    sono gli americani, come sempre, a contare sugli sciocchi: dopo la primissima esplosione atomica, la Russia riceverà immediatamente una risposta su vasta scala. Le solite forze non nucleari non ci porteranno Amerov! Dopotutto, ora hanno un miliardo di immigrati illegali seduti lì!
  5. ehanatone Офлайн ehanatone
    ehanatone 24 October 2019 14: 04
    0
    No, non ho capito affatto - come faranno a bloccare il nostro TNW?