Il russo Su-24 prende di mira la nave da ricognizione norvegese

Le navi del potenziale nemico che conducono attività di ricognizione vicino alle nostre acque territoriali sono sotto il controllo costante delle forze armate russe.




L'utente di Instagram fighter_bomber_ ha pubblicato sulla sua pagina una foto della nave da ricognizione delle forze armate norvegesi "Marjata" scattata mentre si trovava sotto gli occhi del bombardiere tattico russo di prima linea con ala variabile Su-24.

Come segue dal commento dell'autore, la nave da ricognizione norvegese è ben nota ai marinai della nostra Flotta del Nord, poiché si trova costantemente vicino a qualsiasi manovra delle navi da guerra russe e, secondo fighter_bomber_, è sempre sotto controllo.

Il russo Su-24 prende di mira la nave da ricognizione norvegese


La nave "Marjata" è la terza nave da ricognizione in Norvegia a portare questo nome. È stato messo in servizio nel 1995. Ha una forma insolita con prua a punta e ampia poppa.

Marjata è di proprietà dell'Istituto di ricerca militare norvegese ma è gestito dal servizio di intelligence norvegese.

L'atteggiamento speciale dei piloti e marinai russi nei confronti di questa nave, che chiamano "Mashka" o "Utyug", è dovuto alla sua presenza costante vicino alle acque territoriali russe e al fatto che al momento dell'affondamento del sottomarino Kursk si trovava in prossimità del luogo dello schianto.
  • Foto utilizzate: https://livejournal.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. master3 Офлайн master3
    master3 (Vitali) 20 febbraio 2019 16: 02
    0
    sono sotto il controllo costante delle forze armate russe

    - Beh, lo sono, e cosa c'è dopo? Facendo il loro lavoro e starnutendo durante la videoconferenza.