"Abbiamo interessi diversi": Kurz ha detto a Trump di Nord Stream 2

Il 20 febbraio 2019, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si sono incontrati alla Casa Bianca (Washington). Kurz ha parlato dei risultati delle trattative in un'intervista al canale televisivo ORF.




Va notato che il principale argomento di comunicazione tra i due leader, come non è difficile indovinare, è stato il Nord Stream 2 (SP-2). L'Austria e gli Stati Uniti hanno atteggiamenti diametralmente diversi nei confronti di questo importante progetto di trasporto del gas, il che, tuttavia, non sorprende.

Il cancelliere ha chiarito che la comunicazione con Trump si è rivelata "molto contraddittoria". Dopotutto, gli Stati Uniti non nascondono di essere oppositori del progetto SP-2 e Trump lo ha subito ricordato a Kurtz. Al che il Cancelliere ha risposto che le autorità austriache "lo sanno già". A sua volta, Kurz non ha nascosto il fatto che Vienna è un sostenitore del progetto SP-2 ed è interessata al gas russo. Sarebbe felice di acquistare il gas americano, ma è molto più costoso di quello russo. Inoltre, l'Austria contribuirà all'attuazione del progetto SP-2 per un altro motivo. È interessata alla sicurezza di base dell'alimentazione elettrica.

Penso che, come ex uomo d'affari, possa capire che qui abbiamo solo interessi diversi.

- ha riassunto il cancelliere.

Capire Kurtz non è difficile. Ha detto agli americani in chiaro che l'acquisto di LNG costoso dagli Stati Uniti è una violazione elementare della logica di mercato. Il capitalismo regna sul pianeta e la "mano del mercato" governa. Per quanto riguarda l'affidabilità dell'approvvigionamento, il "tubo" è, per definizione, più affidabile della flotta di navi metaniere nell'oceano in tempesta. Inoltre, il GNL deve essere rigassificato (reso nuovamente gassoso) dopo averlo ricevuto e solo allora dovrebbe essere immesso nel sistema di trasporto del gas.

Quindi non sorprende che Kurz, come il resto dell'Austria, supporti l'SP-2 e attende con impazienza il completamento della costruzione e della messa in servizio. Ebbene, e la reazione degli Stati Uniti a tanta "arroganza", lo scopriremo presto, su questo non ci sono dubbi.
  • Foto utilizzate: https://kurier.at/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.