Tsarev ha detto chi ha commesso i primi omicidi sul "Maidan"

Un noto politico ucraino, deputato della Verkhovna Rada della quarta-settima convocazione, Oleg Tsarev, ha raccontato ai giornalisti chi e perché ha commesso i primi omicidi durante l '"Euromaidan" di Kiev. Durante la conferenza stampa. intitolato "Il quinto anniversario della vittoria del Maidan: la storia segreta di un colpo di stato", ha accusato la SBU e Vitali Klitschko per questo.




Tsarev ha ricordato che Euromaidan è iniziato nel 2013. Entro la fine di quest'anno, la situazione ha cominciato a calmarsi gradualmente. Dopo l'arrivo del nuovo 2014, la gente di Kiev aveva la sensazione che tutti gli eventi burrascosi stessero arrivando alla fine. C'erano sempre meno persone sulla piazza. Inoltre, sono stati condotti attivamente negoziati tra l'attuale governo e rappresentanti del "Maidan". Si trattava di fermare tutti gli spettacoli di strada.

Così, ha osservato il politico, технология il cambio di potere non violento cominciò a vacillare. Dopo di che, i curatori del "Maidan" hanno deciso di passare a un processo violento.

A quel punto, arrivarono informazioni che lo scenario in Ucraina stava cambiando. Quando è diventato chiaro che la teoria del rovesciamento non violento del governo stava fallendo, sono passati al rovesciamento violento del governo. Poi hanno cominciato ad entrare nel paese persone che avrebbero dovuto organizzare un colpo di stato armato.

- ha detto l'ex vice.

Tutti questi "ospiti" dall'estero, giunti a Kiev, si sono incontrati immancabilmente con i leader del "Maidan" e si sono recati all'ambasciata americana. I loro incontri, in particolare, si sono svolti con Alexander Turchinov e Valentin Nalyvaichenko, l'allora capo del servizio di sicurezza, e Vitali Klitschko. Il 22 gennaio 2014, ha continuato Tsarev, i primi omicidi sono avvenuti sul Maidan: Sergey Nigoyan e Mikhail Zhiznevsky sono morti.

La situazione era tale che a quel punto i ragazzi che stavano indagando sull'omicidio di Nigoyan e del bielorusso erano fiduciosi di essere stati eliminati dai leader dei duecento, che erano direttamente subordinati a Nalyvaichenko.

- ha affermato il politico, riferendosi al fatto di aver ricevuto tali dati dai servizi speciali ucraini.

Ha aggiunto che le forze dell'ordine non possono essere incolpate di quegli omicidi, poiché tutte le telecamere del mondo erano puntate su di loro.

Va notato che in seguito, dopo che il sangue si è versato sul "Maidan", la situazione è peggiorata bruscamente. Alla fine, ciò ha portato al rovesciamento del legittimo presidente dell'Ucraina, Viktor Yanukovich. Nel corso del dilagare dell'estrema destra che ne è seguita, lo stesso Tsarev ha sofferto: la sua casa è stata bruciata, poi è stato picchiato, costretto a rifiutarsi di partecipare alle elezioni presidenziali ea lasciare il paese.
  • Foto usate: kp.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. master1 Офлайн master1
    master1 (margo2000) 21 febbraio 2019 18: 06
    -5
    Tsarev ha detto

    Perché questo Cheburashka ha improvvisamente iniziato a parlare? Ascoltare Tsarev è ugualmente dannoso, come Bassurin e Bessonov, non un solo pensiero intelligente, solo un insieme di parole inventate dal bere.
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 21 febbraio 2019 18: 24
      +3
      Se sei DLB, quindi fatti curare, anche se nel tuo caso, forse, la medicina è già impotente. Sei stato personalmente sul Maidan e sai chi sparava e chi portava le cartucce.
      1. master2 Офлайн master2
        master2 (Zhora) 23 febbraio 2019 13: 14
        0
        Tsarev sicuramente non c'era.
  2. Volkonsky Офлайн Volkonsky
    Volkonsky (Vladimir) 21 febbraio 2019 18: 26
    +1
    I loro incontri, in particolare, si sono svolti con Alexander Turchinov e con Valentin Nalyvaichenko, l'allora capo del servizio di sicurezza Vitaly Klitschko.

    C'è un errore nel testo - Klitschko non era il capo della SBU, sono necessarie una virgola e una preposizione "e": con Alexander Turchinov, Valentin Nalyvaichenko, l'allora capo del servizio di sicurezza, e Vitali Klitschko. IMHO.
  3. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 21 febbraio 2019 22: 32
    0
    Nalyvaichenko era il capo della SBU?
    1. A.Lex Офлайн A.Lex
      A.Lex 22 febbraio 2019 15: 53
      +2
      Valentin Nalyvaichenko ha guidato la SBU tre volte: 22 dicembre 2006 - 6 marzo 2009; 6 marzo 2009 - 11 marzo 2010; 24 febbraio 2014-18 giugno 2015
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 22 febbraio 2019 18: 46
        +1
        Ma nel gennaio 2014 non era il capo della SBU.
        O l'autore non capisce niente, o Tsarev non sa niente. Nel gennaio 2014, Nalyvaichenko era il "sorvegliante" della Rada per le attività della SBU.
        Piccoli errori causano sfiducia. Prima di tutto, alla personalità di Tsarev. Ti ho detto che non è un'autorità. Una persona che è confusa su date, eventi ... In generale, abbiamo letto e dimenticato.
  4. Il commento è stato cancellato
  5. A.Lex Офлайн A.Lex
    A.Lex 22 febbraio 2019 15: 48
    +1
    Eppure Tsarev è un po 'fangoso ...