Canale attraverso il Mar Baltico: l'UE ha chiesto di fermare la costruzione non autorizzata

L'Unione europea ha raffreddato il fervore della Polonia nel suo desiderio di attuare un progetto ambizioso: un canale marittimo attraverso lo spiedo baltico (o, come viene chiamato in Polonia, la Vistola). L'UE ha chiesto a Varsavia di posticipare la costruzione fino all'approvazione del progetto da parte della Commissione europea. Segnalato da Reuters.


Canale attraverso il Mar Baltico: l'UE ha chiesto di fermare la costruzione non autorizzata


Il canale marittimo è progettato per collegare la città polacca di Elblag, che è un porto sull'omonimo fiume, con il Mar Baltico. Durante i lavori di costruzione, è prevista la creazione di un'isola artificiale nella Laguna di Kaliningrad (in Polonia si chiama Laguna della Vistola).

Il grande porto di Elblag non ha accesso diretto al mare - il Baltic Spit "interferisce". Le navi devono fare il giro, attraverso il russo Baltiysk, che non si addice a Varsavia. Il canale lungo 1,3 chilometri e largo 80 metri, progettato per "correggere" questa situazione, è progettato per collegare il Golfo di Kaliningrad con Danzica. Si prevede di essere costruito entro il 2020.

Il progetto è criticato da parte russa: se non altro perché rappresenta una minaccia per la situazione ambientale nella regione. Il governatore della regione di Kaliningrad Anton Alikhanov ha affermato in precedenza che prima di iniziare la costruzione, la Polonia deve sottoscrivere una serie di accordi, sia con la Russia che con la Commissione europea.

La cerimonia di lancio del progetto si è svolta nell'ottobre 2018. Poi il leader del partito al governo "Legge e giustizia" Jaroslaw Kaczynski ha detto che il suo Paese ha tutto il diritto di costruire questo canale, che ha lo scopo di garantire la "piena sovranità" del territorio polacco.

La Polonia e la regione ne hanno bisogno e nessuno può impedirci di farlo.

- ha affermato Kaczynski.

E il ministro dell'economia marittima e della navigazione interna Marek Grubarchik ha detto all'epoca che le obiezioni russe potrebbero essere "aggirate".

Alla fine di febbraio, la Commissione europea ha invitato Varsavia a tenere una discussione più approfondita sulla questione della costruzione del canale. Grubarchik ha accusato la Commissione Europea di aver deciso di intervenire in questo progetto per colpa della Russia.

In effetti, in Europa (così come in Russia), gli ambientalisti esprimono sempre più preoccupazione che gli alberi vengano abbattuti come parte della costruzione del canale e che il canale stesso presenti rischi ambientali.
  • Foto utilizzate: port.elblag.pl
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.