Gli Stati Uniti hanno lanciato per la prima volta un concorrente della navicella spaziale russa Soyuz

Si è saputo che la società privata americana SpaceX ha inviato per la prima volta la sua nuova navicella spaziale (con equipaggio) parzialmente riutilizzabile Dragon-2 (Crew Dragon) nello spazio. Questo è un volo di prova in modalità automatica e, in generale, Crew Dragon è progettato per trasportare un equipaggio di sette persone alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e riportarlo sulla Terra.




La Crew Dragon è una nave avanzata basata sulla nave cargo Dragon esistente precedentemente sviluppata da SpaceX in sette anni. Dragon ha effettuato il suo primo volo nel 2010 e ha volato regolarmente sulla ISS dal 2012. Inoltre, è l'unico veicolo spaziale da carico senza pilota parzialmente riutilizzabile al mondo in grado di tornare sulla Terra.

Quindi, il veicolo di lancio Falcon 9 (LV) è stato lanciato con successo dal cosmodromo di Cape Canaveral in Florida e ha regolarmente messo Crew Dragon in una determinata orbita. La nave sta trasportando un manichino di nome Ripley (in onore del personaggio principale del film "Alien") sulla ISS. In questo caso, il primo stadio del veicolo di lancio nella modalità normale è atterrato su una piattaforma galleggiante nell'Oceano Atlantico.

Il 3 marzo 2019, Crew Dragon attraccherà alla ISS. SpaceX ha trasmesso il lancio sulla sua pagina Twitter. E il primo volo con equipaggio di Crew Dragon è già previsto per luglio 2019.

Va notato che gli Stati Uniti, dopo la fine del proprio programma Space Shuttle nel 2011, hanno inviato i propri astronauti sulla ISS esclusivamente a bordo di una navicella spaziale russa Soyuz.
  • Foto utilizzate: https://businessinsider.com/
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Oleg RB Офлайн Oleg RB
    Oleg RB (Oleg) 2 March 2019 18: 26
    +1
    Molto bene. Cos'altro c'è da dire
  2. Abbiamo lanciato con successo Unions sin dagli anni '60, quindi sono indietro di mezzo secolo!
    1. DPN Офлайн DPN
      DPN (DPN) 3 March 2019 19: 25
      +1
      Sembra più che saremo nel prete, a meno che, ovviamente, non ci sia nulla di nuovo in magazzino, ad eccezione della nave sovietica - SOYUZA.
      1. Non preoccuparti, lo farà! Dimon bungle!
      2. JohnnyKzDe Офлайн JohnnyKzDe
        JohnnyKzDe (Daniel "DannyBoy") 25 November 2019 13: 58
        +1
        Non credo che lo faremo !!! Dopotutto, il fatto è ampiamente noto che nel prossimo futuro, servendo fedelmente per il bene dell'URSS, e poi della Russia, nello sviluppo della cosmonautica domestica e non solo ... ma anche per il complesso militare-industriale sovietico-russo , affidabile "SOYUZY" per navi della nuova classe "FEDERATION".
        Ebbene, Elon Musk continuerà a risucchiare dal budget di NASA ed ESA, milioni ... miliardi di dollari ed euro, rispettivamente, e manderà Tesla con manichini al già disseminato di resti di satelliti, all'epoca del programma americano " Star Wars ", orbita quasi terrestre. Tutti i recenti test sul programma spaziale Space X si sono conclusi con un fallimento e l'ultimo tentativo di lancio dei sistemi di uno shuttle parzialmente riutilizzabile si è concluso con un'esplosione, grazie a Dio nessuno è rimasto ferito nell'esplosione. Ma Musk non perde il suo ottimismo, beh, probabilmente sarebbe stupido con tali importi stanziati per lo sviluppo, sarebbe pessimista guardare avanti e soffrire di depressione !!!
        Mi sembra che se gli scienziati dello sviluppo russi (ed ex sovietici) avessero avuto anche solo una parte dei finanziamenti e del supporto tecnologico, come gli sviluppatori di Musk, sarebbero stati in grado di sviluppare e costruire un'astronave.