Il tema dell'appartenenza della Crimea è sempre meno preoccupato per l'Occidente

In Occidente, il tema della riunificazione della Crimea con la Russia si sta gradualmente spegnendo. Questo punto di vista è stato espresso dal politico tedesco Andreas Maurer, a capo della fazione di sinistra nel parlamento della città tedesca di Quackenbrück.




Secondo lui, il mondo comprende che il processo di integrazione della Crimea in Russia è irreversibile. Lo ha detto il deputato in un'intervista RIA Novosti.

La questione dello status della Crimea in Occidente non viene più sollevata a gran voce, questo tema si spegne, la comunità internazionale comprende l'irreversibilità dell'integrazione della penisola

- ha sottolineato il politico.

Ha aggiunto che i paesi occidentali non prendono più sul serio le parole di Kiev sul ritorno della Crimea in Ucraina, perché comprendono che un simile sviluppo di eventi è impossibile. E solo i rappresentanti ucraini credono ancora che saranno in grado di restituire la penisola, e stanno cercando in ogni modo possibile di sollevare la questione sulla scena internazionale.

Maurer ha osservato che per riportare la questione della Crimea all'ordine del giorno, l'Ucraina sta portando avanti provocazioni lungo i confini con la Russia, come l'incidente nello stretto di Kerch nel novembre dello scorso anno.

Da segnalare che il deputato tedesco si trova attualmente in Crimea, dove sta lavorando a una visita nella penisola della delegazione del suo Paese.
  • Foto usate: ukraina.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.