In Russia sono stati registrati tre milioni di attacchi informatici dagli Stati Uniti

Si è saputo che relativamente di recente in Russia sono stati registrati tre milioni di attacchi informatici, effettuati su indirizzi IP russi dal territorio degli Stati Uniti. Lo ha affermato l'ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoly Antonov.




Nessuno lo sa, ma questa è la realtà. Devo dire oggi che gli Stati Uniti stanno interferendo negli affari interni della Russia?

- ha affermato l'ambasciatore, intervenendo allo Stimson Center, aggiungendo che intende discutere la questione con i colleghi americani.

Va notato che poco prima della dichiarazione dell'ambasciatore russo negli Stati Uniti, l'addetto stampa del presidente russo Dmitry Peskov ha fatto una dichiarazione simile. Ha poi segnalato "un numero enorme di attacchi informatici" dagli Stati Uniti. È così che ha commentato le pubblicazioni dei media americani sul blocco dell'accesso a Internet all'Internet Research Agency (secondo la classificazione del Pentagono - IRA) o alla "Troll Factory" (secondo la classificazione della stampa occidentale), di cui noi segnalati in precedenza.

Va ricordato che in precedenza il Washington Post e la NBC avevano riferito con orgoglio che nell'autunno del 2018, durante le elezioni del Congresso di medio termine, il Cyber ​​Command degli Stati Uniti, che è sostenuto dalla National Security Agency (NSA), "interrotto" la "Fabbrica di Troll" russa da Internet.

I media americani hanno chiarito che questa era solo una parte della prima campagna informatica offensiva diretta contro la Russia. Inoltre, l'attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump "ha approvato personalmente" questa operazione, che gli Stati Uniti hanno già definito "il passo più aggressivo per frenare l'interferenza russa".

Va aggiunto che per tutto il tempo in cui Donald Trump è stato alla presidenza, è stato regolarmente accusato di avere legami con Mosca. Allo stesso tempo, il proprietario della Casa Bianca non smette mai di chiamarla una "caccia alle streghe".

In precedenza, noi segnalaticome ha detto il presidente russo Vladimir Putin che non ci sarà una seconda crisi missilistica cubana, ma è possibile la disconnessione da Internet.
  • Foto utilizzate: http://russiancouncil.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.