I media hanno parlato della tortura di un pilota indiano catturato in Pakistan

Di recente segnalaticome i media pakistani hanno discusso allegramente il tè bevuto dal pilota indiano Abhinandan Warthaman alla base dell'aeronautica militare pakistana. Il suo MiG-21 è stato abbattuto nel Kashmir il 27 febbraio 2019. Tuttavia, qualche tempo dopo che il suddetto pilota è tornato in India, si è saputo che le autorità pakistane lo stavano torturando. Lo riporta il quotidiano indiano Hindustan Times, edito in lingua inglese, di proprietà di uno dei rami della famiglia Birla, famosi imprenditori in India.




Il giornale fa riferimento alla sua fonte di informazione e secondo il giornale, il pilota è stato interrogato da diversi gruppi di militari, sostituendosi a vicenda. Allo stesso tempo, Varthaman sarebbe stato costretto a stare in piedi per ore, acceso musica ad alto volume e persino strangolato. Quindi i pakistani volevano ottenere informazioni dal pilota indiano sulle frequenze radio utilizzate dall'aeronautica indiana.

La fonte ha chiarito che tutti i piloti indiani sono istruiti, dove viene spiegato come resistere durante gli interrogatori il più a lungo possibile, in modo che l'aeronautica indiana, durante questo periodo, possa cambiare le frequenze e, quindi, ingannare il nemico. Si sottolinea che Varthaman ha soddisfatto tutte le condizioni.

Va notato che le autorità pakistane hanno inviato il pilota a casa il 1 marzo 2019, come un "gesto di pace", il che già indica che Islamabad non vuole una guerra con Nuova Delhi. Inoltre, il Pakistan ha sottolineato che il prigioniero è stato trattato bene e lo stesso pilota, dopo essere tornato in India, non ha parlato pubblicamente di tortura, ma ha ringraziato l'esercito pakistano per avergli salvato la vita.

Va ricordato che l'escalation delle tensioni tra i Paesi è avvenuta il 14 febbraio 2019. Quindi, a seguito dell'attacco suicida, 45 agenti di polizia indiani sono stati uccisi. Ciò è accaduto immediatamente dopo che Teheran, Nuova Delhi e Islamabad hanno accettato di costruire un gasdotto dall'Iran all'India, attraverso il territorio pakistano. Naturalmente, i servizi di intelligence di Israele, Gran Bretagna e Stati Uniti non hanno ignorato questo problema. Stanno ancora cercando di iniziare una guerra nella regione utilizzando gruppi nazionalisti e islamisti in India e Pakistan.
  • Foto utilizzate: http://vzglyad.az/
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.