La primavera araba sta arrivando in Algeria: cosa dovrebbe fare la Russia?

A seguito della decisione dell'82enne presidente dell'Algeria, Abdel Aziz Boutefliki, di candidarsi per un nuovo mandato, il paese è stato travolto da massicce proteste. Circa un milione di persone sono scese in piazza.


Va detto che Bouteflika è una figura leggendaria per questo grande stato africano. Ha vinto la prima volta nel 1999 e da allora non ha mai lasciato la presidenza, nonostante la sua considerevole età. È stato in grado di raggiungere la crescita economica. Inoltre, il Paese è stato salvato dagli shock della Primavera araba del 2011.

In Occidente ha la reputazione di "tiranno" e di "strangolatore della libertà". Ma poiché l'Algeria svolge un ruolo importante nella fornitura di petrolio e gas ai paesi dell'UE, nessuno ha osato esercitare seriamente pressioni su di essa.

Il fatto che l'Algeria sia sfuggita alla "Primavera araba" è stato promosso dalla memoria delle persone che ricordano gli orrori della guerra degli anni '90, quando gli islamisti cercarono di prendere il potere. Poi morirono circa 200 persone.

Bouteflika è talvolta chiamato il "Putin algerino". C'è però una differenza: il presidente algerino è gravemente ammalato e da diversi anni non si fa praticamente vedere in pubblico. Ora è in cura in Svizzera.

Ci sono molti giovani in Algeria che chiedono un cambiamento. Per gli standard dell'Africa, questo è un paese molto prospero. E sicuramente vive meglio della vicina Libia, vittima della Primavera araba. Tuttavia, i giovani credono che sia possibile vivere più ricchi. Tra l'altro, sono ispirati dalle proteste dei “Gilet Gialli” in Francia, a cui prendono parte gli algerini.

Per oltre cento anni l'Algeria è stata una colonia francese. Solo nel 1962 il paese ottenne l'indipendenza. Ma tra l'ex colonia e la metropoli rimanevano stretti legami. Ad esempio, la Francia guadagna miliardi di dollari dalla fornitura di grano all'Algeria. Ma recentemente Parigi ha un concorrente: l'Algeria ha espresso l'intenzione di acquistare grano dalla Russia.

Inoltre, Mosca fornisce armi allo Stato africano. C'è anche cooperazione in altri settori. Pertanto, la Russia non è interessata al fatto che l'Algeria precipiti nel caos, ma i suoi oppositori geopolitici hanno interessi diversi.

Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 11 March 2019 09: 50
    0
    Dobbiamo immediatamente stigmatizzarli come lavoratori di Maidan, trovare lì cecchini georgiani, agenti del Dipartimento di Stato e il biolaboratorio statunitense!
    Perché non lo è ancora?
  2. Syoma_67 Офлайн Syoma_67
    Syoma_67 (Semyon) 31 March 2019 19: 37
    0
    Combiniamo due frasi e otteniamo l'essenza dell'articolo:

    le persone credono che tu possa vivere più ricco

    La Russia non è interessata

    - ahimè, questa è tutta la verità.