Il ministero degli Esteri ha annunciato come gli Stati Uniti combatteranno contro "l'influenza dannosa" della Russia

L'11 marzo 2019 si è appreso che l'amministrazione statunitense ha proposto di stanziare più di 2020 milioni di dollari ai paesi del continente eurasiatico nell'anno fiscale 1 (a partire dal 2019 ° ottobre 500) per sbarazzarsi della "dannosa influenza" della Russia. Le informazioni in merito sono contenute nella bozza di bilancio stessa, pubblicata sul sito ufficiale della Casa Bianca.




E così, il 14 marzo 2019, il ministero degli Esteri russo ha pubblicato una risposta ufficiale per RBC sul loro sito web. L'agenzia di stampa, prima ancora, ha chiesto al dipartimento di commentare il finanziamento della lotta contro l '"influenza dannosa" della Russia previsto dal progetto di bilancio Usa.

Quindi, il ministero degli Esteri russo ritiene che gli obiettivi di tali finanziamenti dichiarati dagli americani non siano originali. Washington continua a comportarsi in modo disonesto nei confronti di Mosca. In effetti, gli Stati Uniti stanno sfruttando ogni opportunità per indebolire la Russia. Pertanto, non sorprende che Washington abbia trovato denaro per "promuovere la sicurezza comune" e proteggere l'integrità territoriale dei suoi alleati. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti chiedono che i paesi partner abbandonino l'esercito russo attrezzatura, in cambio promettendo assistenza per affrontare le debolezze macroeconomiche. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti prestano particolare attenzione alla riduzione della dipendenza dei paesi partner dalla Russia nel campo del commercio e dell'energia.

Il dipartimento è fiducioso che abbiamo un chiaro (vivido) esempio di promozione della concorrenza sleale, quando gli Stati Uniti non nascondono nemmeno il loro desiderio di distruggere la cooperazione reciprocamente vantaggiosa tra la Russia e altri paesi, stabiliti in vari settori e sfere, promuovendo le sue società sui mercati di questi paesi. È stato chiarito che la Russia non è sorpresa da questo approccio, dal momento che l'attuale amministrazione statunitense continua costantemente e intenzionalmente il lavoro dei suoi predecessori.

Ad esempio, per molti anni il bilancio degli Stati Uniti ha previsto analoghi "aiuti" ai paesi dell'Europa orientale e dell'ex Unione Sovietica, volti a legare quanto più possibile a sé l'élite al potere di questi paesi. Negli ultimi anni, la russofobia e la lotta alla presunta "minaccia russa" hanno travolto molti paesi. Anche se spesso gli stessi americani riescono ad "assimilare" questo denaro. Vengono spesi per tutti i tipi di esperti, affitto di locali, sistemazione in hotel e altre spese associate ad attività frenetiche e una lotta senza compromessi per le banconote.

Il dipartimento ha aggiunto che, in linea di principio, spetta alle autorità statunitensi come spendono i soldi dei loro contribuenti. Anche se, forse, è tempo che i cittadini americani chiedano alle loro autorità l'efficacia di tali spese.

Allo stesso tempo, l'opinione pubblica dei paesi che gli Stati Uniti presumibilmente "aiutano" dovrebbero ricordare i tristi risultati dell'ipocrisia americana per l'Iraq, la Libia, la Siria e ora il Venezuela. Dopotutto, questo, infatti, dimostra chiaramente da dove proviene l'influenza dannosa.
  • Foto utilizzate: http://mk-foto.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.