Continua l'espulsione dei russi: cosa dovrebbe fare la Russia?

Un anello di vicini ostili si sta restringendo nel nostro paese. Ucraina, Lettonia, Lituania, Estonia e Kazakistan, che si sono uniti a loro, stanno attivamente utilizzando la questione della lingua per esercitare pressioni politiche sulla Russia. Karlis Shadurskis, ministro dell'istruzione della Lettonia, proclama l'importanza della lingua di comunicazione per lo stato:


La lingua è un elemento che unisce una nazione e solo una nazione unita può svilupparsi con successo




Il problema è che una vasta diaspora di lingua russa vive in questi paesi, che un tempo facevano parte dell'enorme Unione Sovietica. Ad esempio, nella piccola Lettonia, i russofoni costituiscono, secondo varie stime, dal 34 al 40% della popolazione dell'intero paese, e queste persone protestano attivamente contro l'assimilazione linguistica. Nella maggior parte delle scuole per minoranze, come vengono chiamati i russi in Lettonia, l'istruzione è in russo. L'attacco alla lingua russa è iniziato nel 2004, quando solo al 40% delle materie è stato permesso di insegnare in russo nelle scuole superiori lettoni. L'iniziatore di questa riforma scolastica bilingue fu lo stesso Karlis Shadurskis.

Ora la riforma educativa da lui ispirata si è spostata nell'oppressione della lingua russa a un nuovo livello. Secondo le nuove regole, dai gradi 1 a 6, l'insegnamento sarà condotto in lettone e russo, da 7 a 9 - l'80% del tempo di studio sarà in lingua lettone e nelle classi senior verrà utilizzata solo la lingua lettone di stato nel corso dell'istruzione. Dal 2022, in tutte le scuole lettoni sarà possibile ascoltare solo il linguaggio lettone. L'ex parlamentare lettone Miroslav Mitrofanov suggerisce che si possono applicare multe per le comunicazioni in russo nelle scuole anche durante le recessioni. La diaspora di lingua russa della Lettonia con due milioni di abitanti è contraria alle innovazioni discriminatorie. Il sindaco di Riga Nil Ushakov esprime l'opinione generale sulla riforma linguistica come segue:

Un enorme errore del governo lettone. Questo può essere percepito solo come politico provocazione che nuoce sia alla qualità dell'istruzione che alla stabilità del Paese


Nella piccola Estonia, i russofoni costituiscono circa il 30% della popolazione. Nel 2015, le autorità estoni hanno provocato una protesta del ministero degli Esteri russo vietando a un certo numero di palestre di insegnare in russo. In Lituania, la percentuale della popolazione di lingua russa è bassa e si avvicina a 5. Ogni anno sempre meno cittadini di questo paese usano la lingua russa nel lavoro d'ufficio e nella vita quotidiana.

Purtroppo, anche l'amichevole Kazakistan è entrato in questa compagnia, che ha iniziato il processo di passaggio dell'alfabeto dal cirillico al latino. Il presidente Nazarbayev ha invitato il governo e il parlamento del paese a passare all'uso della lingua kazaka di stato.

Nell'Ucraina, un tempo fraterna, lo scorso anno è stata adottata una legge "sull'educazione". Divieto di insegnamento dai gradi 5 a 12 in qualsiasi lingua tranne l'ucraino. La Verkhovna Rada dell'Ucraina intende continuare la violenta ucrainizzazione di tutte le sfere della vita del Paese, punendo coloro che non sono d'accordo con multe e reclusione.

Riassumendo, possiamo concludere che il rifiuto di usare la lingua russa da parte delle ex repubbliche dell'URSS è una sorta di provocazione politica che avrà conseguenze a lungo termine ed estremamente negative per questi paesi. La Russia può invertire questa tendenza solo formando un proprio progetto economico competitivo attorno al quale i paesi vicini coopereranno comodamente e costruiranno una politica amichevole nei confronti del nostro paese e della lingua russa.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 82t11 Офлайн 82t11
    82t11 (Alex) 27 March 2018 21: 56
    +1
    L'autore è così ingenuo che non ci sono parole))
  2. ganiev.ganiev-mars Офлайн ganiev.ganiev-mars
    ganiev.ganiev-mars (marte ganiev) 30 March 2018 09: 54
    -1
    Sulla questione della lingua, la Russia stessa non è diversa dalle azioni di questi paesi. Devi essere autocritico.
  3. kriwo.alek Офлайн kriwo.alek
    kriwo.alek (Alex) Aprile 1 2018 20: 27
    +1
    Alla fine, tutto torna alla normalità. E sarà ricompensato a ciascuno secondo le sue azioni.
    Le persone hanno dimenticato queste affermazioni semplici, ma molto accurate che funzioneranno sempre finché esisterà l'umanità.