I polacchi hanno chiesto aiuto agli Stati Uniti per ottenere riparazioni dalla Germania e dalla Russia

Un gruppo di attivisti polacchi chiede riparazioni per la seconda guerra mondiale non solo alla Germania, ma anche alla Russia. Inoltre, con una richiesta di assistenza in questa materia, gli attivisti si sono rivolti al presidente degli Stati Uniti Donald Trump.




La rivista americana The New American ha riferito che i polacchi hanno creato una petizione indirizzata a Trump. Inoltre, questa non è solo un'iniziativa di un certo gruppo, ma è sostenuta dal governo polacco.

Dal 18 febbraio sono state raccolte quasi seimilacinquemila firme per questa petizione. I suoi autori - membri del "Movimento 11 novembre" polacco - sono indignati per il fatto che i paesi che hanno sofferto delle azioni della Germania nazista abbiano ricevuto un risarcimento per un importo di 90 milioni di dollari. Tuttavia, ai polacchi furono dati solo due milioni di dollari.

Gli autori della petizione caratterizzano i risultati della seconda guerra mondiale per la Polonia come segue: la nazione "fu distrutta e lasciata sotto la schiavitù sovietica".

Va notato che la formulazione stessa è contraddittoria. Inoltre, gli autori a bruciapelo non vogliono vedere chi ha liberato la Polonia dal fascismo di Hitler. Al contrario, i liberatori sono percepiti come una sorta di "proprietari di schiavi".

Ma vedono Washington come il "garante degli accordi del dopoguerra". Ed è a lui che si rivolgono per chiedere aiuto nella realizzazione della loro idea.

Mettendo alla pari la Germania e la Russia, hanno dichiarato che le riparazioni avrebbero soppresso i "piani imperialisti" di questi paesi, poiché il governo polacco sarebbe stato in grado di incanalare questi fondi per acquistare armi. A proposito, sono gli Stati Uniti che offrono l'acquisto di attrezzature militari.

Il pastore Pavel Choecki, uno dei leader del movimento, ha accusato i leader di Russia e Germania - Vladimir Putin e Angela Merkel - di creare "Eurasia". Secondo lui, solo la "Polonia forte" può impedire questi piani.

In precedenza, Varsavia ha chiesto a Berlino di pagarle $ 850 miliardi di danni dalla seconda guerra mondiale. Questo requisito potrebbe essere considerato equo, se non fosse per un "ma": le autorità polacche hanno avanzato pretese simili contro la Russia.
  • Foto utilizzate: mfaua.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 17 March 2019 13: 08
    0
    Il professor Ryszard Kaczmarek, direttore dell'Istituto di storia dell'Università della Slesia, autore del libro Poles in the Wehrmacht, ad esempio, ha detto alla Gazeta Wyborcza polacca a questo proposito: “Possiamo supporre che 2-3 milioni di persone in Polonia abbiano un parente che ha servito nella Wehrmacht”.
    ----
    nella Wehrmacht (secondo dati incompleti, solo le truppe sovietiche hanno catturato 60272 militari della Wehrmacht - polacchi per nazionalità;
    in un messaggio al parlamento britannico si segnalava che tra i soldati della Wehrmacht catturati dalle truppe britanniche nell'Europa nordoccidentale, 68 693 erano polacchi
    ----
    A fianco di Hitler, la Polonia schierò circa 500mila volontari
    ----
    Secondo l'intelligence militare dell'Armata Rossa, nel 1942 i polacchi costituivano il 40-45% del personale della 96a divisione di fanteria della Wehrmacht, circa il 30% dell'11a divisione di fanteria (insieme ai cechi), circa il 30% della 57a divisione di fanteria, circa il 12% della 110a divisione di fanteria. All'inizio del novembre 1941, la ricognizione aveva scoperto un gran numero di polacchi nella 267a divisione di fanteria. Sul fronte orientale, i polacchi sono contrassegnati nel 3° SS TD Totenkopf; nella 4° Divisione Granatieri della Polizia SS; nella 31a divisione granatieri delle SS Bohmen und Mahren e nella 32a divisione granatieri delle SS.

    Tutto è logico. I nazisti incompiuti hanno sete di denaro ... Stiamo aspettando affermazioni simili dalla Germania ...
    1. A.Lex Офлайн A.Lex
      A.Lex (Informazioni segrete) 18 March 2019 21: 08
      0
      Come è stato detto? Non contestare un pazzo? Ed è vero.
  2. Nick Офлайн Nick
    Nick (Nicholas) 17 March 2019 13: 11
    +1
    Bene, da dove vengono queste... stupide persone in Polonia, o cosa? La Russia ha salvato loro la vita, a costo della vita dei suoi stessi soldati. Il nonno di sua moglie è morto vicino a Bialystok e ora giace in terra polacca. La Russia ha aiutato nella ricostruzione del dopoguerra, ha donato nuove terre conquistate dalla Germania, vale a dire 100mila chilometri quadrati. 500 chilometri di costa nel Baltico. Di conseguenza, la Polonia, con l'aiuto dell'URSS, ha aumentato il proprio territorio di quasi il 50%. E non dimenticheremo che la Polonia fino al settembre 1939 era alleata della Germania e occupava, insieme ai tedeschi, parte del territorio della Cecoslovacchia. Solo i polacchi non lo ricordano. Persone ingrate.
  3. Vladimir Khrebtov Офлайн Vladimir Khrebtov
    Vladimir Khrebtov (Vladimir Khrebtov) 17 March 2019 16: 24
    +1
    Non fare il bene, non ci sarà il male. Questa è scienza per il futuro. E i tedeschi rimpiangeranno 100 volte di aver fatto entrare la "iena d'Europa" nella NATO e nell'Unione Europea.
  4. Aico Офлайн Aico
    Aico (Vyacheslav) 17 March 2019 17: 56
    0
    Ti pagheremo tali "riparazioni" - fottuti seppellisci tutti i tuoi venuti !!!