La Russia potrebbe vietare l'importazione di prodotti soggetti a sanzioni dalla Bielorussia

Con l'introduzione di un embargo da parte della Russia sui prodotti provenienti da numerosi paesi, la rietichettatura delle merci è diventata uno dei tipi di attività più semplici e redditizi nella vicina Bielorussia.




Questa attività ha raggiunto proporzioni tali che in Russia è già difficile sorprendere qualcuno con frutti di mare "bielorussi" o frutti esotici "bielorussi".

Questo stato di cose non può che preoccupare le autorità di controllo russe.

Sul sito web Rosselkhoznadzor, sono apparse informazioni secondo cui la Russia minacciava la Bielorussia con la sospensione dell'ammissione nel suo territorio di frutta e verdura in transito attraverso Minsk da paesi soggetti all'embargo.

Allo stesso tempo, i prodotti hanno certificati rilasciati dall'ispettorato statale principale bielorusso per la produzione di sementi, la quarantena e la protezione delle piante e la Bielorussia stessa è indicata come paese di origine.

Questo stato di cose ha costretto Rosselkhoznadzor a considerare la possibilità di passare all'importazione diretta di prodotti vegetali, che sono più richiesti in Russia.

Per il 27 marzo è prevista una discussione sulla problematica questione con la parte bielorussa. Se le parti non giungono a un'opinione comune, è possibile che la Russia decida di importare prodotti soggetti a embargo nel paese attraverso i punti di controllo sulla sezione russa del contorno esterno EurAsEC.
  • Foto utilizzate: http://www.amp.beta.dev.kp.by
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 20 March 2019 09: 18
    +3
    La Russia potrebbe vietare l'importazione di prodotti soggetti a sanzioni dalla Bielorussia

    Non appena la nostra gente inizia a sollevare questo problema, Lukashenka prende immediatamente vita e lo ottiene, scrollandosi di dosso la polvere dal vecchio argomento della riunificazione con la Russia. Immediatamente, il tema dei prodotti delle sanzioni si spegne (beh, sembra che qualcosa sia piccolo, vogliono unirsi a noi) Quindi Lukashenka trova una ragione o semplicemente si arrabbia senza motivo, beh, non gli è piaciuto di nuovo il tema dell'unificazione ei prodotti delle sanzioni invadono il nostro mercato. Stiamo combattendo con le sanzioni dell'UE e i bielorussi ne traggono profitto e sono terribilmente infelici quando vogliamo fermarlo. Ecco lo stato sindacale. La Bielorussia non ha mai sostenuto la Russia in nulla. Hanno una cosa in mente, dai, dai, dai. E se non lo fai, andremo in Occidente.
    1. Generale Black Офлайн Generale Black
      Generale Black (Gennady) 20 March 2019 23: 15
      +1
      Presto le taverne portuali di Bobruisk non saranno più affollate di "pescatori" disoccupati. Ma seriamente, lasciamo che guardino alla Polonia, gettano quelle mele per le strade, non comprano mele polacche in Europa, hanno standard di gusto sbagliati. Così i polacchi stessi li hanno cresciuti, hanno lavorato sodo o chiunque lavori per loro, ei nostri fratelli sono coinvolti in un vero e proprio contrabbando. E, inoltre, ricatto. Solo per i prestiti non dimenticare di andare.
  2. Oleg RB Офлайн Oleg RB
    Oleg RB (Oleg) 21 March 2019 19: 36
    0
    Sembra che l'autore non conosca le regole per il riconoscimento del paese di origine dal punto di vista della legislazione doganale della Federazione Russa. A proposito, la Bielorussia è anche il 95% dei paesi del mondo.