L'insegnante ha bruciato con un ferro da stiro uno studente che si è dilettato nella lezione

Il 2 aprile 2019, l'ICR nella regione di Voronezh ha diffuso un messaggio che il 20 marzo 2019 presso la scuola Zemlyanskaya (distretto di Semiluksky) un insegnante della tecnologia (lavoro) ha bruciato con un ferro uno studente di 12 anni, che ha ricevuto ustioni di 1 - 2 gradi. Lo afferma sul sito ufficiale del dipartimento, mentre si sottolinea che questa informazione è stata resa nota dai media.




A questo proposito, l'ICR nella regione di Voronezh ha immediatamente avviato un controllo pre-investigativo per chiarire tutte le circostanze dell'incidente. Quindi verrà presa una decisione procedurale. Si specifica che, secondo la madre dello studente, l'insegnante ha deliberatamente bruciato suo figlio. Afferma che l'insegnante ha tolto il cavo di ferro dalla presa, si è avvicinato a suo figlio, l'ha messo sulla schiena e si è sfogato.

Inoltre, dopo l'appello della madre dello studente che ha ricevuto le ustioni, è iniziato il controllo corrispondente, al fine di stabilire la gravità del danno causato alla salute del bambino, e la Direzione principale del Ministero degli affari interni nella regione di Voronezh.

Nell'ultima lezione di lavoro (tecnologia), i bambini si sono comportati male e hanno portato l'insegnante. L'insegnante ha lavorato per più di 30 anni a scuola, non poteva controllare i suoi nervi, ha tirato fuori il ferro dalla presa e ha fatto correre uno studente sulla schiena

- detto RIA Novosti il rappresentante della Direzione principale del Ministero degli affari interni nella regione di Voronezh.

Il dipartimento dell'istruzione della regione di Voronezh ha riferito che il suo dipartimento sta anche conducendo un controllo (ufficiale) corrispondente. Ha aggiunto che il suddetto insegnante, dopo l'incidente, ha immediatamente scritto una lettera di dimissioni di sua spontanea volontà.
  • Foto utilizzate: http://shungaschool.ucoz.ru/
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.