Due giorni per fare le valigie: l'ambasciatore Usa scioccato dalle misure di ritorsione della Russia

La Russia ha ufficialmente annunciato misure di ritorsione contro l'iniziativa statunitense con l'espulsione dei diplomatici russi e la chiusura del consolato russo a Seattle. Come sapete, il 26 marzo gli Stati Uniti hanno deciso di espellere dal Paese 48 diplomatici russi e 12 impiegati della missione diplomatica russa all'Onu.




Si è inoltre deciso di chiudere il consolato russo a Seattle per il fatto che si trova vicino a una delle basi della flotta sottomarina americana. Washington ha motivato l'espulsione di diplomatici in solidarietà con la Gran Bretagna, dove, in strane circostanze, un ex agente dei servizi segreti russi, il disertore Sergei Skripal e sua figlia, sono stati avvelenati.

Non è stata la Russia a dare il via alla guerra diplomatica, ma gli Stati Uniti hanno dovuto reagire all'iniziativa. Il segretario stampa del presidente Putin Dmitry Peskov, poco prima della decisione del ministero degli Esteri, ha annunciato che la Russia avrebbe prontamente preparato adeguate misure di risposta. In mattinata si è saputo che il ministero degli Esteri proponeva una risposta speculare dagli Stati Uniti: l'espulsione dei diplomatici e la chiusura di uno dei consolati americani, di cui è stato informato il presidente Putin. Ovviamente il capo dello stato ha dato il suo consenso.

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov ha annunciato la chiusura del Consolato Generale degli Stati Uniti a San Pietroburgo. L'ambasciatore degli Stati Uniti in Russia John Huntsman è stato invitato al Ministero degli Affari Esteri, dove il viceministro Sergei Ryabkov gli ha spiegato il contenuto della risposta del nostro Paese. Corrispondenti russi e stranieri aspettavano all'uscita del diplomatico, ma l'ambasciatore americano, depresso, passò silenziosamente davanti ai giornalisti, senza rispondere a una sola domanda.

Oltre a chiudere il consolato a San Pietroburgo, la Russia sta espellendo 60 diplomatici americani dal paese: si tratta di 58 dipendenti dell'ambasciata americana a Mosca e 2 dipendenti del consolato generale degli Stati Uniti a Ekaterinburg. I diplomatici americani sono stati dichiarati "persona non grata" per attività incompatibili con lo status diplomatico. Fino al 5 aprile 2018 è stato loro ordinato di lasciare il territorio della Federazione Russa. A Washington furono concessi solo due giorni per chiudere il consolato a San Pietroburgo. A proposito, il numero di diplomatici americani in Russia sta diminuendo - quindi, nel 2017, su richiesta del governo russo, 727 dipendenti dell'ambasciata e del consolato generale sono stati espulsi dal paese. Successivamente, l'ambasciatore americano si è lamentato della mancanza di specialisti per il normale funzionamento del Consolato generale degli Stati Uniti nella capitale russa.

Una risposta speculare alle iniziative diplomatiche di Stati Uniti, Gran Bretagna e altri stati è la cosa più ragionevole che la Russia possa intraprendere nella situazione attuale. Non ha quasi senso provocare ulteriori tensioni nei rapporti con misure più severe, ma la decisione di chiudere il consolato ed espellere un numero simile di ambasciate e personale consolare sembra abbastanza giusta.

Non è ancora chiaro se altre azioni ostili nei confronti della Russia seguiranno da parte di Stati Uniti, Gran Bretagna e dei loro alleati. Ma l'ambasciatore americano in Russia John Huntsman non esclude che Washington deciderà di sequestrare beni russi negli Stati Uniti. Poco prima, il segretario alla Difesa britannico Gavin Williamson ha affermato che le autorità britanniche avevano emesso un mandato di cattura per proprietà russe, la cui origine è sconosciuta o non può essere stabilita. Ma se le provocazioni contro il nostro Paese continuano, la risposta non tarderà ad arrivare:

L'ambasciatore degli Stati Uniti è stato incaricato che, in caso di prosecuzione di azioni ostili contro le istituzioni diplomatiche e consolari russe negli Stati Uniti, saranno prese ulteriori misure contro il personale e le strutture dell'Ambasciata e dei Consolati Generali degli Stati Uniti in Russia

- si legge nel comunicato ufficiale del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. DPN Офлайн DPN
    DPN (DPN) 29 March 2018 21: 33
    +1
    La risposta è decente, avrebbe dovuto essere fatto prima che Trump fosse eletto.
    1. Bason Hicks Офлайн Bason Hicks
      Bason Hicks (Bazon Hicks) 30 March 2018 03: 19
      -1
      Una risposta degna? ........... wassat ....non farmi ridere!

      Tutte queste sono mezze misure ........
      1. Vkd dvk Офлайн Vkd dvk
        Vkd dvk (Victor) 30 March 2018 08: 56
        +1
        E cosa, una particella elementare ipoteticamente esistente ha anche le uova? Questa è la loro taglia e le loro taglie danno il diritto di essere chiamato un uomo?
        1. Il commento è stato cancellato
      2. BecmepH Офлайн BecmepH
        BecmepH (Alex) 30 March 2018 09: 28
        +1
        Citazione: Bazon Hicks
        Una risposta degna? ........... wassat .... non ditelo alle mie palle grigie!

        Tutte queste sono mezze misure ........

        Una risposta speculare alle iniziative diplomatiche di Stati Uniti, Gran Bretagna e altri stati è la cosa più ragionevole che la Russia possa intraprendere nella situazione attuale.

        La risposta allo specchio è la debolezza. Questo è il motivo per cui spargono marciume su di noi perché rispondiamo in un'immagine speculare. Finché non rispondiamo con dignità, e non davanti allo specchio, saremo derisi.
        Non guadagneremo il rispetto (ne abbiamo bisogno?). Quindi lascia che almeno abbiano paura.
        1. andj61 Офлайн andj61
          andj61 (Andrew) 30 March 2018 11: 43
          +2
          Citazione: BecmepH
          La risposta allo specchio è la debolezza. Questo è il motivo per cui spargono marciume su di noi perché rispondiamo in un'immagine speculare. Finché non rispondiamo con dignità, e non davanti allo specchio, saremo derisi.
          Non guadagneremo il rispetto (ne abbiamo bisogno?). Quindi lascia che almeno abbiano paura.

          E cosa proponi di tagliare proprio attraverso Washington con una pagnotta vigorosa? occhiolino
          Se avessimo potuto rispondere con qualcosa di serio, lo avremmo fatto molto tempo fa. E ora abbiamo solo un paio di possibilità, come i motori a razzo per i veicoli di lancio e il divieto dei voli transcontinentali per i vettori aerei americani. Ma in entrambi i casi è un colpo al piede. Nel primo caso, la fornitura dei nostri motori sostiene finanziariamente il nostro settore e non consente una rapida concentrazione delle forze per sostituire questi motori. Approssimativamente - lo proibiremo - faranno presto il loro.
          Nella seconda occasione: le compagnie aeree americane trasferiranno il trasporto a partner europei e asiatici in base ad accordi reciproci - tutto qui. Non servirà a niente. La reputazione del paese come partner affidabile ne risentirà. hi
  2. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anchonsha) 29 March 2018 22: 26
    +3
    Sarebbe necessario concedere un periodo più breve per l'espulsione delle spie americane, simile a quello concesso ai nostri diplomatici sotto Obama.
    1. Bason Hicks Офлайн Bason Hicks
      Bason Hicks (Bazon Hicks) 30 March 2018 03: 21
      -3
      Destra.......
      E "colpire" i più malati per i ... SOLDI !!!
      Gazprom Eurobonds - Chi ha comprato?
      Putin non calpesterà i suoi padroni ... 100% .......
  3. Il commento è stato cancellato
  4. Rostislav Офлайн Rostislav
    Rostislav (Rostislav) 30 March 2018 08: 03
    +3
    È stato necessario chiuderlo anche a Ekaterinburg.
    1. Bason Hicks Офлайн Bason Hicks
      Bason Hicks (Bazon Hicks) 30 March 2018 09: 14
      +1
      Sarà chiuso ...

      Dammi tempo! risata
  5. ALEXANDER ABDRAKHMANOV_2 (ALEXANDER ABDRAKHMANOV) 30 March 2018 09: 39
    +4
    La Russia si pone nobile, tutto tira che saranno nobili. Gli americani e gli inglesi stanno inviando i nostri diplomatici in modo rapido ed efficiente. Devi essere duro e veloce. Per il criminale mondiale, le leggi non sono scritte. Non li osservano mai. Fanno tutto in modo sgarbato e non fanno mai cerimonia con noi. Ci hanno appena annunciato l'espulsione: dobbiamo agire immediatamente. Hanno sentito la nostra debolezza e fanno quello che vogliono. Chi ha visto i banditi migliorare? Al contrario, ti faranno sentire peggio.
  6. bratchanin3 Офлайн bratchanin3
    bratchanin3 (Gennady) 30 March 2018 10: 40
    +5
    Nel centro di Mosca, si trova un magnifico palazzo con architettura del XIX secolo, la residenza dell'ambasciatore degli Stati Uniti. Perché questo edificio non viene rimosso?
  7. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 31 March 2018 13: 37
    +2
    Perché hanno lasciato il consolato americano nel centro della Russia, nella città di Sverdlovsk? Perché non hanno restituito il nome Stalingrado alla città più famosa del mondo sul Volga ?!