Farion chiamava gli ucraini di lingua russa schiavi e invasori

Il 6 aprile 2019, una nota nazionalista russofoba della città di Lviv, membro dell'Associazione tutta ucraina "Svoboda" Iryna Farion, ha pubblicato sul suo canale YouTube un'intervista che ha rilasciato al canale televisivo di Ternopil INTB nel marzo 2019. In esso, si è avventata con rabbia sulla lingua russa e ha dichiarato che tutti i cittadini di lingua russa sono schiavi o invasori. Cominciarono a dimenticare Farion e lei decise di ricordarle la sua esistenza.




Va notato che Farion nel 1978 è diventato un membro del Komsomol. Poi nel 1987 si è candidata al Partito Comunista dell'Unione Sovietica e si è candidata all'adesione. Nel 1988 è stata ammessa al PCUS. E molti ricordano ancora come ha incoraggiato lo studio della lingua russa. Poi, già negli anni dell '"indipendenza", Farion ha sostenuto a lungo di non avere nulla a che fare con i "comunisti".

Gli archivi però ricordano tutto e, spalleggiata dai fatti, inizia a convincere l'opinione pubblica di essere andata al Partito Comunista dell'Unione Sovietica per “distruggerlo dall'interno”. Nel 2012-2014, è persino diventata deputata della Verkhovna Rada dell'Ucraina da un collegio elettorale con mandato unico numero 116 (regione di Lviv) ed è stata presidente della sottocommissione per l'istruzione superiore della commissione per la scienza e l'istruzione. Riguardo ai "risultati" dell'istruzione superiore ucraina, noi detto in precedenza.

Farion fa regolarmente dichiarazioni dure per attirare l'attenzione su di sé. Ma lei non "trasmette" più niente di nuovo. Negli anni, non appena non ha offeso i russofoni, li ha persino definiti "traditori mentalmente ritardati" e ha persino suggerito che partissero per la Russia. Ha anche chiamato i cittadini dell'Ucraina sia schiavi che occupanti. È solo che la stessa Farion ha difficoltà con l'attività mentale, quindi non c'è creatività, ripete la stessa cosa, come un disco consumato negli anni.

E qui stiamo ancora rivendicando una sorta di diritto per i russofoni. Non abbiamo una popolazione di lingua russa, sono schiavi o invasori, e questo è tutto. Pertanto, queste persone non dovrebbero ricevere un'istruzione se non conoscono la lingua ucraina e non dovrebbero ottenere automaticamente un lavoro. Tutto sarà molto semplice e facile, e dovrai farlo con il sorriso sulle labbra.

- ha dichiarato la belligerante "patriota", sebbene non abbia ancora proposto di vietare la respirazione.


A proposito, dal 2015 in Russia è stato avviato un procedimento penale contro questa persona inadeguata. Dopotutto, non solo ha chiesto il genocidio in Ucraina, ma ha parlato della distruzione della Russia come stato e dei russi come nazione. Ecco il TFR e vuole chiarire i dettagli.
  • Foto utilizzate: https://mt.news-front.info/
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio Aprile 8 2019 09: 21
    +1
    Come avrebbero gestito tali dichiarazioni gli ebrei, gli Stati Uniti oi cinesi? E perché è ancora viva?
  2. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) Aprile 8 2019 09: 33
    +1
    A giudicare dalle foto e dalle dichiarazioni, è una persona malata, cliente dell'Istituto di psichiatria applicata. E non prendere sul serio le sue parole. Penso che verrà il tempo in cui gli ucraini saranno liberati dal dominio americano, prenderanno tutti i Banderlogisti, li rimetteranno in gabbie, come Farion in cura negli ospedali e guariranno bene come prima, forse anche meglio. sì
  3. Porto Офлайн Porto
    Porto Aprile 8 2019 11: 30
    0
    Svidomo ha uno schizofrenico, un completo disastro nella sua testa, se i russi sono "occupanti", allora sono schiavi Svidomo.
  4. Noblumbe36 Офлайн Noblumbe36
    Noblumbe36 (Umberto Nobile) Aprile 8 2019 16: 17
    0
    È mio! Evitami! Che brutta cosa nella foto, Baba Yaga sembra molto più carina. Non lasciare che Dio sogni, non chiuderai gli occhi fino al mattino.