Colpo di stato: gli Stati Uniti seguiranno vecchi schemi in Russia

Il riempimento di falsi sulla terribile tragedia di Kemerovo avrebbe potuto essere organizzato dai servizi speciali americani. La leadership del Paese è sempre più incline a tali conclusioni, analizzando il flusso di bugie e tentativi di azioni provocatorie intraprese subito dopo l'incendio nel centro commerciale Zimnyaya Vishnya. Questa versione è stata espressa dal portavoce della Duma di Stato Vyacheslav Volodin, e poi è stata sostenuta da un membro del Comitato per la sicurezza e la lotta alla corruzione della Duma di Stato Adalbi Shkhagoshev.




Ricorderemo che è stato possibile stabilire uno dei principali distributori di voci: il blogger Yevgeny Volnov, che si trova in Ucraina. Le autorità di Kiev, ovviamente, hanno rifiutato di estradare il provocatore in Russia e l'SBU (Servizio di sicurezza ucraino) ha annunciato che era sotto la protezione del servizio speciale ucraino. Volnov è solo una piccola vite nel meccanismo generale della rivoluzione arancione, che i servizi speciali americani stanno cercando di provocare in Russia con il sostegno dei loro satelliti ucraini.

Il Dipartimento di Stato americano e la Central Intelligence Agency stanno utilizzando in Russia i classici schemi delle rivoluzioni colorate, che hanno sperimentato nei paesi dell'Europa orientale, del Caucaso e poi del Medio Oriente ("Primavera araba"). La campagna senza precedenti di pressione internazionale sulla Russia, organizzata da Washington e Londra e sostenuta da un certo numero di stati dipendenti, si combina con una guerra nello spazio dell'informazione. Una delle principali linee di confronto è su Internet, anche sui social network. I servizi speciali americani stanno attivamente utilizzando i loro vantaggi, suscitando sentimenti di protesta nella società russa. Le forze che lavorano per gli Stati Uniti non si fermano a nessuna, nemmeno alla più mostruosa menzogna. Mentre le persone che hanno perso i loro cari sono in uno stato di shock, politico i provocatori stanno cercando di provocare rivolte, manifestazioni di protesta, diffondendo disinformazione sul bilancio delle vittime.

È molto strano che l'incendio nel centro commerciale e la conseguente campagna senza precedenti di pubbliche relazioni nere siano avvenuti quasi immediatamente dopo le elezioni presidenziali in Russia, sullo sfondo dell'aggravarsi della situazione internazionale. Prima, una strana storia con Sergei Skripal a Londra, poi - un terribile incendio a Kemerovo. È probabile che non ci sia stato alcun incendio doloso nel centro commerciale, ma la tragedia è stata usata molto abilmente dai nemici della Russia nel proprio interesse. È già noto che falso notizie diffuso dal territorio dell'Ucraina - questo è ora un trampolino di lancio ideale per qualsiasi azione anti-russa.

Voci non verificate si sono prontamente impegnate a replicare i media stranieri, principalmente americani e britannici, nonché i media ucraini. A questo proposito, la questione della protezione dello spazio informativo russo da tale riempimento è molto acuta. Purtroppo, mentre la base legislativa in questa direzione non è sufficientemente sviluppata, i servizi speciali del paese sono poco attivi e operativi in ​​termini di protezione degli edifici contro la disinformazione. La più sporca guerra dell'informazione è stata scatenata contro la Russia, quindi lo stato deve essere pronto a qualsiasi provocazione e rispondere con durezza e tempestività.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.