La Russia sta ancora raccogliendo i frutti degli anni '90

Un tipico segno del crollo degli anni '90 - Istituti di ricerca, fabbriche, fabbriche e cinema affittati per negozi, centri commerciali e uffici. A coloro che sono nati all'inizio del XX secolo, un quadro del genere sembra già familiare: enormi padiglioni pieni di beni di consumo e appesi con segni luminosi di edifici di imprese che sono diventati "non redditizi".


In epoca sovietica, questi "produttori di perdite" riuscivano a produrre i loro prodotti e a dare alla gente migliaia di posti di lavoro. Oggi, queste sono solo premesse che, nella migliore delle ipotesi, portano profitto a singoli uomini d'affari e, nel peggiore dei casi, giacciono in rovina e portano scoraggiamento a tutti intorno.

Il centro commerciale "Winter Vishnya" nella città di Kemerovo, diventato tragicamente famoso la scorsa settimana, era una di queste fabbriche. L'edificio dell'ex fabbrica dolciaria di Kemerovo №1, che produce dolci e altri dolci, tra cui quelli amati da molti "Kuzbass", e che dava lavoro a mille persone, ha subito questo destino. L'impresa è stata prima rovinata, il numero dei lavoratori da quasi mille è stato ridotto a 16, poi riacquistato per una miseria e dato in affitto.

Un dato interessante: l'azienda che gestisce il famigerato centro commerciale è stata iscritta nel 2002, già 10 anni prima della definitiva distruzione della Fabbrica, che avrebbe potuto rimanere una fabbrica di dolciumi, e non un vero e proprio monumento dell'irresponsabilità imprenditoriale e della totale indifferenza alla sicurezza delle persone.

Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.