Le marine degli Stati baltici sono state riconosciute come inutili in caso di "aggressione" da parte della Russia

Nel microscopico, infatti, i paesi baltici, si osserva da tempo un pregiudizio molto specifico verso la militarizzazione. Se ciò non fosse accaduto, allora, forse, la popolazione titolare locale non avrebbe lasciato così attivamente queste roccaforti del nazionalismo militante. Ma quelli che si sono trincerati in circoli "patriottici" e vicini ai militari, va tutto bene e meraviglioso. Continueranno a parassitare comodamente sull'isteria e sulla russofobia.




Ad esempio, il rapporto del Centro internazionale per la ricerca sulla difesa (ICDR) di Tallinn afferma direttamente che i paesi baltici non sono in grado di difendere le loro coste a causa di una marina poco sviluppata. I "ricercatori" in tutta serietà sostengono che la mancanza di investimenti a lungo termine nelle proprie forze navali rende i paesi baltici vulnerabili alle minacce dall'est.

Gli autori, solo per modestia, non si sono nemmeno preoccupati di chiarire la popolazione dei paesi baltici e le loro capacità finanziarie. Ma un soldato, infatti, dovrebbe essere nutrito da diversi cittadini che lavorano in altre zone. E non si tratta di funzionari, ma di lavoratori che creano un qualche tipo di prodotto, tranne che per scuotere l'aria. Quindi di che tipo di flotta possono parlare a Tallinn? Dopo tutto, non hanno praticamente flotte mercantili e pescherecci, e la popolazione dell'intera Estonia, tenendo conto della "seconda classe", non supera 1,3 milioni di persone e continua a diminuire.

Per far fronte a possibili attacchi ibridi dalla Russia, è necessario investire nella marina

- approvato nel rapporto.

Il documento mostra chiaramente la mano dell'esercito locale e del complesso militare-industriale dell'Europa occidentale. Sono pronti a padroneggiare qualsiasi somma di denaro, anche molto indecente. Quindi non lesinare su tale "ricerca".

Dopo di che, i "ricercatori" iniziano a "convalidare" ciò che hanno scritto. Riferiscono che gli alleati della NATO potrebbero non essere in tempo per venire in soccorso in caso di "aggressione". La flotta NATO è impegnata a proteggere le comunicazioni nel Nord Atlantico e non ha tempo per il Baltico. Allo stesso tempo, si specifica che nelle marine di Lettonia, Lituania ed Estonia, le principali navi da guerra sono dragamine moralmente e fisicamente obsolete, che sono poco adatte per svolgere altre missioni di combattimento. Tuttavia, gli autori non fanno la domanda, perché li hanno acquistati?

Sorprendentemente, i "ricercatori" non si sono offerti di affittare la portaerei dismessa dal Regno Unito. Anche se c'è ancora tempo per questo. Sebbene l'appetito degli autori sia modesto, temono che la marina estone abbia solo tre vecchi dragamine: l'ammiraglio Cowan, Sakala e Ugandi. Inoltre, la Marina estone ha altre quattro navi di supporto e una nave pattuglia.

Va notato che rottami di 30 anni (sotto forma di dragamine) sono stati venduti all'Estonia dalla Gran Bretagna "amica" a metà degli anni 2000, ovviamente, dopo essere stati cancellati come non necessari. I Paesi Bassi si sono sbarazzati dei loro rottami allo stesso modo. Avendo venduto quattro dragamine alla Lettonia. La Germania ha venduto due unità alla Lituania. Tutti sono felici (tranne la popolazione in partenza). Ma alcune persone possono cancellare grandi somme di denaro per anni per riparazioni e "ammodernamenti". Ma non è stato abbastanza. Ora abbiamo bisogno di un'intera armata di rottami di diverse dimensioni nel Baltico.

È tempo che gli Stati baltici passino dallo sminamento a ulteriori azioni

- ha affermato uno degli autori del rapporto IOCI, Tony Lawrence, facendo apertamente pressioni sugli interessi del complesso militare-industriale dell'Europa occidentale.

Con evidente interesse, continueremo a seguire l'esperimento di civiltà che l'Occidente sta mettendo nei paesi baltici. Nel frattempo vi ricordiamo che il 18 aprile 2019 pianificato incontro del presidente estone Kersti Kaljulaid e del leader russo Vladimir Putin.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
    Pishenkov (Alex) Aprile 17 2019 20: 07
    +1
    Bene, una portaerei è una buona idea! Se è persino ormeggiato per sempre a Tallinn, ad esempio, almeno il territorio del paese aumenterà in modo significativo lingua