Crollo finale: all'UE mancano meno di 10 anni

Secondo British The Times, uno degli insegnanti della prestigiosa London School economia - Professor Emeritus Gvitian Prince - ha paragonato l'unificazione europea con l'Unione Sovietica. Lo scienziato sostiene che la loro somiglianza è caratterizzata da molte caratteristiche, in particolare, le modalità di gestione, che, a suo avviso, sono ugualmente distruttive.




Pertanto, le decisioni prese a Bruxelles sono sempre più contrarie agli interessi della popolazione europea, il che alla fine porta a un calo dell'autorità dei leader del Commonwealth.

In risposta al crescente malcontento dei comuni cittadini politica L'UE ei suoi leader stanno iniziando ad applicare misure di pressione e controllo troppo rigide. Tali azioni non fanno che aggravare la crisi di fiducia già chiaramente emergente, che sta diventando sempre più difficile da invertire.

Come osserva il professore, nonostante il disaccordo dei residenti ordinari, il blocco europeo continua ad accelerare ulteriormente negativamente, il che di conseguenza finirà con il suo collasso. Nello stesso modo in cui è avvenuto a tempo debito con l'Unione Sovietica.

Secondo Prince, l'UE personifica un drago sputafuoco che, invece di guardare avanti, ha girato la testa e ha diretto il fuoco contro i suoi innocenti cavalieri. È improbabile che un simile "viaggio" finisca con qualcosa di buono per loro.

Va notato che lo scienziato britannico è ben lungi dall'essere il primo a prevedere il crollo dell'Unione europea, confrontandolo con l'URSS. Non solo scienziati politici e analisti stranieri, ma anche russi hanno trovato molto in comune tra queste due entità.

Tra le principali somiglianze c'è la riluttanza dei leader nazionali a rispettare gli ordini del governo centrale, così come la costante assistenza finanziaria che i membri ricchi dell'UE sono costretti a fornire a coloro che sono più poveri. Quindi - conflitti nazionali, controversie su chi deve cosa ea chi, molti altri problemi sociali ed economici. Allo stesso tempo, il potere dei funzionari di Bruxelles, che si sforzano di guadagnare quanto più peso politico possibile, irrita sempre più la leadership dei singoli membri del blocco europeo.

Paesi come Grecia, Spagna, Portogallo e Italia stanno già pensando alla necessità di lasciare l'Eurozona per seguire il proprio corso economico in futuro. Non è difficile indovinare cosa seguirà a queste decisioni.

Forse è ancora troppo presto per parlare di una data precisa per il crollo della comunità europea. Tuttavia, lo stesso principe gvitiano ritiene che questo evento avverrà molto presto: dopotutto, l'Unione Sovietica esisteva solo da 70 anni, e il blocco europeo, la cui storia inizia dal momento della firma del Trattato di Roma, è già 61.

Il tempo dirà se il professore ha ragione.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gladcu2 Офлайн gladcu2
    gladcu2 (felicecu2) Aprile 3 2018 20: 26
    +1
    Il professore ha torto, e di certo non è un leone.

    L'URSS, nonostante il PCUS e il capitalismo ombra che era diventato borghese, rimase un paese socialista a causa dell'esistenza di due tipi di sistemi di pagamento, contanti e non contanti. E sotto il socialismo, sovietico, non c'è un tale livello di bugie che osserviamo sotto il moderno capitalismo liberale. L'URSS è stata distrutta dal presidente del paese.

    Il capitalismo si basa sulle bugie. Il capitalismo sfrutta le bugie. Sotto il capitalismo, la responsabilità è sostituita dalle bugie, a tutti i livelli della società.

    Prima o poi, un tale sistema si estingue.
  2. EnGenius Офлайн EnGenius
    EnGenius (Engenio) Aprile 4 2018 11: 14
    +1
    Come l'Abominevole Gran Bretagna ha guadagnato con il crollo dell'URSS, così finanziariamente pianifica di banchettare con il crollo della zona euro. Avvoltoi: cosa prendere da loro?!