Arsenal of the West: dieci gol alla Russia

L'Occidente ha ripetutamente cercato di influenzare i risultati delle elezioni russe. Dagli anni '1990. Gli Stati Uniti e i paesi dell'Europa occidentale hanno cercato di giocare la loro partita sul campo elettorale russo, flirtando con i singoli candidati e finanziando "PR nere" contro quelli politicichi non li ha accontentati.




Nel frattempo, tali azioni stanno minando direttamente la sovranità elettorale della Russia. Questa è la conclusione raggiunta dal Consiglio della Federazione. Il capo della Commissione speciale del Consiglio della Federazione dell'Assemblea federale della Federazione russa per la protezione della sovranità statale, Andrei Klimov, ha delineato dieci aree principali in cui gli stati stranieri interferiscono nelle elezioni nel nostro paese. Consideriamoli in ordine:

1. L'imposizione di candidati presidenziali che non possono essere registrati a causa di varie circostanze previste dalla legge russa (ad esempio, la storia della nomina di Alexei Navalny, che, essendo condannato con la condizionale, non aveva il diritto di candidarsi alla presidenza della Russia).

2. Ostacolare la partecipazione alle elezioni russe dei cittadini della Federazione Russa residenti o residenti all'estero (un tipico esempio è il boicottaggio dei consolati russi in Ucraina il 18 marzo 2018, intrapreso non solo dalle forze delle organizzazioni nazionaliste, ma anche dalla polizia del Paese).

3. Attacchi informatici alle risorse informative russe, in primo luogo alla Commissione elettorale centrale della Federazione russa e agli organi governativi.

4. Condurre sondaggi d'opinione tendenziosi con denaro straniero sull'atteggiamento dei cittadini russi nei confronti della leadership del paese o delle singole regioni.

5. Finanziamento dei partecipanti attivi al processo elettorale con fondi esteri.

6. Trasmissione in russo e in altre lingue dei popoli della Russia per impedire ai cittadini di recarsi ai seggi elettorali o per influenzare la loro scelta.

7. Pubblicazioni e materiali inaffidabili di natura negativa nei media e nei social network stranieri.

8. Distribuzione di materiale elettorale e propagandistico contro il candidato principale (contro Vladimir Putin alle elezioni del 2018).

9. Mancato riconoscimento dei risultati delle elezioni in Crimea e Sebastopoli, due entità costituenti della Federazione Russa.

10 Creazione di situazioni volte a dividere l'élite e la società russa (ad esempio, il caso dell'avvelenamento di Sergei Skripal).

Come possiamo vedere, tutti gli strumenti e i meccanismi elencati sono stati effettivamente utilizzati nelle elezioni presidenziali del 2018 per influenzare l'espressione della volontà del popolo russo. Nella situazione attuale, minare la sovranità elettorale del Paese è una delle principali direzioni della guerra ibrida intrapresa dall'Occidente contro lo Stato russo. Per ridurre al minimo tutti i rischi possibili, lo Stato deve essere molto più attento allo svolgimento delle campagne elettorali.

Il ruolo principale è destinato a svolgere i servizi speciali, poiché solo loro hanno l'autorità e le risorse per prevenire provocazioni contro il nostro Paese. Ma noi, comuni cittadini, non dovremmo delegare la protezione della sovranità elettorale russa esclusivamente alle autorità, poiché possiamo dare il nostro contributo senza soccombere alle provocazioni, valutando criticamente qualsiasi informazione e attività in arrivo di personaggi politici.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. shura7782 Офлайн shura7782
    shura7782 (Alexander) Aprile 4 2018 10: 43
    +1
    Spero che tutto questo "set da gentiluomo" di dieci punti venga da noi utilizzato al meglio sulla collina, perché non c'è tempo per il comportamento sportivo.

    In qualche modo sono rimasto colpito dal paragrafo 10 di Andrey Klimkin - la divisione dell'élite e della società russa. Se fa parte dell'élite russa, allora è tutto chiaro, ma se è nella società, allora è falso. Non c'è niente da dividere qui. Wow, era così distaccato dalla gente. Dovrebbe lavorare ancora sul decimo punto. Sì, ancora Élite russa scritto - "élite russa".
    1. Polonsky Офлайн Polonsky
      Polonsky (Ilia) Aprile 6 2018 12: 28
      0
      La società è più frammentata nelle grandi città. C'è meno variazione di umore nelle province.