I dettagli dell '"accordo del secolo" degli Stati Uniti in Medio Oriente sono diventati noti

Il cosiddetto "accordo del secolo" è il piano del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per risolvere il problema palestinese in Medio Oriente. Inoltre, l'amministrazione americana non rivela i dettagli del progetto. Tuttavia, conoscendo l'atteggiamento di Trump nei confronti di Israele e il suo schietto trascurare per altri è facile presumere che il piano sia un acquisto primitivo dell'élite palestinese. Ciò è stato indirettamente confermato dal principe ereditario dell'Arabia Saudita, Mohammed bin Salman Al Saud, che accusato nell'omicidio di un giornalista.




Quindi, è diventato noto che Mohammed bin Salman ha offerto al presidente della Palestina Mahmoud Abbas $ 10 miliardi per sostenere il piano Trump di cui sopra. Questo fa parte dell'ambizioso "affare del secolo", sebbene sembri chiaramente piccolo. Segnalato da Press TV (lingua inglese internazionale notizie Canale televisivo XNUMX ore su XNUMX, XNUMX giorni su XNUMX, finanziato dal governo iraniano e con sede a Teheran).

Viene chiarito che Mahmoud Abbas ha rifiutato un'offerta così "favorevole" durante la sua visita in Arabia Saudita nel dicembre 2017. All'incontro, Mohammed bin Salman ha informato Abbas sui dettagli del piano di Trump, ma il palestinese è stato irremovibile. Inoltre, disse all'erede al trono che accettare l '"accordo del secolo" avrebbe significato la fine del suo politico carriera, e lui non ci andrà.

A sua volta, il principe ha fatto pressione sul fatto che la Palestina ha bisogno di soldi. Il suo budget annuale è di $ 1 miliardo, che deve essere portato altrove. Pertanto, il principe si offrì di pagare 10 miliardi di dollari in 10 anni (1 miliardo di dollari all'anno) per aver accettato l '"accordo del secolo".

Inoltre, Mohammed bin Salman ha offerto assistenza in questioni relative alla Cisgiordania e investimenti in vari progetti. Tuttavia, Abbas non ha ceduto alle tentazioni e ha rifiutato il piano di Trump, che stava per fare la fila per il premio Nobel per la pace.

Va ricordato che a metà aprile 2019, il consigliere e genero del presidente degli Stati Uniti (ricco, di nascita e influente) Jared Kushner ha informato la comunità internazionale che il piano di Trump sarebbe stato reso pubblico a giugno 2019. Quindi non c'è molto da aspettare per il momento "fatidico". Allo stesso tempo, Kushner, senza entrare nei dettagli, ha negato informazioni che riguardano solo il piano di Trump economico domande. Prima di ciò, alcuni mesi prima, aveva affermato che il piano di Trump prevedeva l'abolizione dei confini nella loro forma attuale e la libera circolazione di persone e merci, nonché l'unificazione di tutti i territori palestinesi sotto un'unica regola.

A loro volta, i media israeliani affermano che il piano di Trump prevede la creazione di uno stato palestinese nel 90% della Cisgiordania e la divisione della città di Gerusalemme. Tuttavia, questo è difficile da credere. Allo stesso tempo, il Dipartimento di Stato americano non commenta affatto queste informazioni. Dopotutto, la Palestina ha ufficialmente rifiutato la mediazione di Washington nel dicembre 2017, quando Trump ha riconosciuto Gerusalemme come capitale di Israele.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Monster_Fat Офлайн Monster_Fat
    Monster_Fat (Qual è la differenza) 2 può 2019 20: 51
    0
    La cosa più importante per Israele in questo momento è assicurarsi legalmente il Golan per sé. Il resto è buccia.