La Russia ha ridotto drasticamente gli asset negli Stati Uniti

La Banca centrale russa ha ridotto drasticamente gli investimenti in attività americane, dal 30% al 9,7%. Inoltre, la Banca di Russia si è sbarazzata di una quota significativa del dollaro nel paniere di valute. I fondi liberati sono stati diretti dalla Banca Centrale ad attività giapponesi e cinesi e investiti anche in oro fisico.


Secondo i risultati dei primi tre mesi di quest'anno, l'autorità di regolamentazione russa si è classificata al primo posto tra le banche centrali di tutto il mondo in termini di acquisti di questo prezioso metallo, avendo acquistato più di 55 tonnellate. Alcuni media hanno interpretato questo in modo estremamente negativo, affermando che i russi dovrebbero prepararsi per sanzioni ancora più severe da parte dei paesi occidentali. Comunque, l'opposto è vero. L'allontanamento dal dollaro riduce solo il rischio di perdere attività denominate nella valuta statunitense. E l'aumento delle riserve auree aumenta in modo significativo la forza del domestico economia e la fiducia nel rublo.

Cioè, prima che la leadership della Banca centrale fosse rimproverata per aver collocato i suoi beni all'estero, ma ora viene rimproverata per aver investito in oro fisico, che, a proposito, è completamente immagazzinato in Russia.

Tuttavia, non solo la Banca centrale russa ha scelto questo stratega. L'oro viene acquistato attivamente da altri paesi come Cina, India, Turchia.

informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.