La Russia invierà militari nella Repubblica del Congo

Il 23 maggio 2019, il Cremlino ha ospitato un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo africano della Repubblica del Congo (da non confondere con la Repubblica Democratica del Congo) Denis Sassou-Nguesso. Le alte parti hanno discusso una vasta gamma di questioni per un'ulteriore cooperazione tra i due paesi.




Alla presenza di entrambi i capi di stato, i funzionari competenti hanno firmato un contratto per l'invio di specialisti militari russi nella Repubblica del Congo. E come ha spiegato il vice capo del ministero della Difesa russo, il colonnello generale Alexander Fomin, il contratto di cui sopra riguarda, prima di tutto, il mantenimento e il funzionamento dei militari attrezzatura Produzione sovietica e russa, che è di proprietà della Repubblica del Congo (questa è l'ex colonia di Francia).



Questo è un nuovo contratto, ma in generale questa è la continuazione di una storia molto bella una volta iniziata chiamata "cooperazione militare e tecnico-militare", la stiamo continuando e ne siamo felici

- ha sottolineato Fomin.

Fomin ha aggiunto che Mosca e Brazzaville stanno negoziando la fornitura di equipaggiamento militare russo. Ha osservato che la parte russa si aspetta dai suoi partner congolesi una corrispondente richiesta per la fornitura di nuove attrezzature. Dopo tutto, la Repubblica del Congo ha bisogno di attrezzature e la Russia ha già dimostrato l'efficacia dei suoi prodotti in Siria.

Va ricordato che in precedenza, il 22 maggio 2019, il presidente Sassou-Nguesso ha rilasciato una dichiarazione importante durante la sessione plenaria della Duma di Stato russa.

L'oleodotto attraverserà il territorio della Repubblica del Congo e avrà una lunghezza di oltre 1 km; è grazie a questo oleodotto che sarà assicurato l'approvvigionamento di prodotti petroliferi e prodotti del gas all'interno del nostro Paese. Penso che questo progetto possa offrire ai nostri paesi opportunità di cooperazione reciprocamente vantaggiose, che diventeranno una pagina importante nella storia delle nostre relazioni. Mi appello a te ... con un appello a sostenere la Repubblica del Congo in questo progetto, fornire condizioni ottimali, uno status preferenziale speciale, mostrare solidarietà e lavorare per l'efficace attuazione di questo progetto nell'interesse di entrambi i nostri paesi

- ha affermato Sassou-Nguesso, esortando la Russia a sostenere questo progetto.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 24 può 2019 15: 23
    0
    -Eh., Un'altra povertà e povertà pendeva dal collo della Russia ...
    -La Russia ha addebitato ai "prossimi neri" un lotto di miliardi di dollari (irrevocabili) ... E poi inizierà anche a trasportare attrezzature, attrezzature, medicinali sulle proprie navi attraverso gli oceani ... -I nostri pensionati agiteranno le maniglie verso queste navi solo dopo (e non solo pensionati) ...
    -Tutto comincia come sotto l'URSS .., e finirà ...- come sotto l'URSS ... -L'Africa ama moltissimo i russi ...- anche quelli ex sovietici, anche se il capitalista criminale di oggi ... -Hahah ...
    1. Bonifacius Офлайн Bonifacius
      Bonifacius (Alex) 24 può 2019 20: 22
      +2
      Per quanto riguarda la povertà, potresti avere ragione (in ogni caso, non la Svizzera, questo è certo). Ma la Svizzera non è la sola a votare all'ONU e in qualsiasi altra presenza internazionale. Ahimè! Amici adesso, comunque, come prima (per esempio, prendete i tempi dell'URSS. Anche se a quei tempi l'URSS offriva anche un'IDEA.) Devi ACQUISTARE. Senti, forse la merda sulla testa della Russia cadrà meno.