"Politburo 2.0": Volodin è uscito dalla cerchia ristretta di Putin

Gli esperti della Russian LLC "Minchenko Consulting" (Mosca) hanno presentato la loro ricerca sul russo moderno politico elite. Hanno chiamato il prossimo rapporto alla moda e con un certo gusto "Politburo 2.0 e l'ondata anti-establishment". Il "Politburo" è inteso e chiamato la cerchia del presidente della Russia Vladimir Putin, considerato l'istituzione politica più influente, anche se informale.




Allo stesso tempo, si specifica che il rapporto stesso è a disposizione dell'agenzia di stampa. RBC... Quindi devi credere esclusivamente alla parola.

Va notato che l'attività principale della società a responsabilità limitata (LLC) "Minchenko Consulting" (OGRN n. 5077746936526 del 15 giugno 2007), con un capitale autorizzato di ben 10 mila rubli., Indicava infatti "ricerca e sviluppo nel campo del pubblico e le discipline umanistiche ". Questa LLC, con sei dipendenti, è guidata da Evgeny Nikolaevich Minchenko. Inoltre, questo imprenditore individuale (IE) gestisce l'NP "International Institute of Political Expertise" (Mosca, OGRN n. 1047796354374 del 20 maggio 2004, capitale autorizzato di 10 mila rubli). Quindi, quando i media scrivono di "centinaia di esperti", questo non può che sollevare domande.

Ad esempio, gli autori del rapporto hanno scritto che tutto è diventato noto grazie al fatto che "il gruppo di esperti è composto da più di cento esperti". Citando solo poche persone.

Il rapporto stesso parla della rotazione nel "Politburo 2.0", che avrebbe avuto luogo negli ultimi anni. È stato riferito che le posizioni del segretario del Consiglio di sicurezza Nikolai Patrushev si sono notevolmente rafforzate. Secondo gli autori, Patrushev è diventato un negoziatore chiave nella direzione americana, poiché l'alone di tossicità attorno a qualsiasi contatto informale con i rappresentanti delle élite statunitensi aumenta il ruolo diplomatico dei servizi di intelligence. E l'ulteriore deterioramento dei rapporti con l'Occidente spinge verso uno scenario di mobilitazione.

Si dice anche che il fondatore del Volga Group, Gennady Timchenko, sia tornato nella cerchia ristretta di Putin (sarebbe stato espulso dal "Politburo" nel 2016 a causa di "una diminuzione dell'attività"). Gli esperti definiscono lo sviluppo dell'infrastruttura della Rotta del Mare del Nord (NSR) il megaprogetto chiave di Timchenko. Inoltre, si precisa che le posizioni di Timchenko sono state rafforzate grazie ad una fortunata alleanza con il titolare della Novatek Leonid Mikhelson e con i fratelli Kovalchuk. A questi ultimi sarebbe stata assegnata una nuova energia, l'Artico e la politica scientifica ed educativa, e, secondo gli esperti, la nomina del capo ad interim di San Pietroburgo, Alexander Beglov, ha influenzato questo.

È stato anche riferito che la posizione dell'amministratore delegato di Rosneft, Igor Sechin, si è rafforzata come curatore informale del settore energetico con influenza sulle strutture di potere. Gli autori sottolineano direttamente che nei conflitti di apparato, Sechin può essere contenuto solo quando viene creata una coalizione di più membri o candidati per membri del "Politburo".

Il rapporto parla anche del significativo rafforzamento di Arkady Rotenberg, dopo il completamento con successo della costruzione del ponte di Crimea. È un appaltatore preferito per grandi progetti infrastrutturali con influenza nel Ministero dei trasporti e delle ferrovie russe.

Si noti che il capo di Rostec Sergei Chemezov e il ministro della Difesa Sergei Shoigu sono ancora responsabili dell'industria della difesa e del complesso militare-industriale. Allo stesso tempo, cresce il ruolo dell'esercito in condizioni di "degrado degli strumenti diplomatici". Shoigu è chiamato il curatore informale di un certo numero di regioni e Rostec è associato all'espansione in nuovi settori economia.

Nemmeno il sindaco di Mosca Sergei Sobyanin è stato dimenticato. Secondo il rapporto, è responsabile dello sviluppo della più grande area metropolitana e supervisiona il pool di regioni.

Tra i membri del Politburo 2.0 che hanno mantenuto le loro posizioni, viene nominato anche il capo del governo russo, Dmitry Medvedev, anche se si specifica che si tratta di una "posizione non ovvia".

Il rapporto rileva la crescente influenza del "Politburo 2.0". sui ministri del governo, sono controbilanciati dai viceprimi ministri, di cui Putin si fida personalmente.

Secondo "Minchenko Consulting", il portavoce della Duma di Stato russa Vyacheslav Volodin è uscito dalla ristretta cerchia del presidente e si è candidato all'adesione al "Politburo 2.0". Secondo gli autori, Volodin avrebbe ridotto la sua influenza sui partiti politici e l'ONF e avrebbe subito perdite nella sua rete regionale.

Chi paga per tale ricerca non è specificato.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 5 June 2019 13: 52
    0
    Chiamano semplicemente e apertamente i nomi di coloro che governano in Russia.
    1. Dan Офлайн Dan
      Dan (Daniele) 6 June 2019 20: 31
      0
      Citazione: acciaio
      Chiamano semplicemente e apertamente i nomi di coloro che governano in Russia.

      Dove sono gli altri? L'affermazione delle prove oggi è rappresentata da una sorta di invenzione. Il rapporto è sul tavolo, lo esamineremo, quindi questo è un articolo per fare soldi.
  2. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anchonsha) 8 June 2019 21: 59
    +1
    Bene, questa lista può essere fatta da una persona semplice che è in rapporti amichevoli con l'analisi, in base a ciò che sta accadendo nel paese, quali sono i progetti nel paese in azione e chi è il leader. Quindi tutto questo è la-la dal desiderio di fare almeno qualcosa e mostrarsi.