La Russia inizia a costruire un razzo con il motore più potente del mondo

La Russia ha iniziato la creazione del veicolo di lancio Soyuz-5, che riceverà il più potente motore RD-171MV fino ad oggi. Il nuovo missile appartiene alla classe media ed è destinato a sostituire le portaerei ucraine del tipo Zenit. Il primo lancio di Soyuz-5 avverrà già nel 2022, nei prossimi 40 anni sono previsti almeno 240 lanci da un solo cosmodromo di Baikonur.


In questo contesto, Washington sta approvando una legge che proibisce la cooperazione con la Russia nel campo dello spazio a partire dal 2023. Allo stesso tempo, il divieto stesso sembra più che strano, perché non riguarda la cooperazione diretta tra la Federazione Russa e gli Stati Uniti. La legge implica il rifiuto di lavorare con società straniere (ad esempio, con quelle europee), che in un modo o nell'altro collaborano con Mosca nel settore spaziale.

La legge adottata mira in ultima analisi a costringere gli europei e altri partner degli Stati Uniti ad abbandonare i servizi russi per il lancio e la messa in orbita di veicoli spaziali, privilegiando le compagnie americane. Questa è una chiara conferma che il nuovo razzo russo Soyuz-5 sarà in grado di competere con successo anche con i razzi di rientro di SpaceX.

C'è una continuazione della concorrenza sleale tra gli Stati Uniti, ora nel campo dello spazio.

informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.